Arcigay contro Expo: "Manifestazione machista e omofoba"

Il presidente Flavio Romani lancia la proposta di un padiglione che celebri "il genio lesbico, omosessuale e trans" dell'Italia

Le associazioni gay alla guerra di Expo: la protesta contro l'Esposizione Universale di Milano arriva dal presidente di Arcigay Flavio Romani, che in una lettera a Klaus Davi si scaglia contro quella che definisce "una fiera del virilismo e del pensiero unico leghista, a firma dell'iper-macho Maroni".

"Non siamo stati coinvolti a livello ufficiale, non c’è stata nessuna apertura per presentare le nostre istanze, per essere in qualche modo all’interno del meccanismo dell’Expo in maniera forte, e non c’è nulla dedicato al mondo gay: un vero peccato - si lamenta Romani - perché Milano (capitale della cultura LGBT con la moda, la pubblicità il design) non si merita questo, anzi, si meriterebbe un Expo con un respiro culturale più ampio, com’è giusto per una città cosmopolita come Milano."

Il presidente di Arcigay non ha dubbi: l'unico modo per essere presenti a Expo sarà quello di comprare uno spazio, "proprio come se fossimo un'azienda, un espositore qualsiasi, uno stand." E decide di passare all'attacco citando i casi giudiziari sorti intorno agli appalti legati all'Esposizione di Rho: "E’ un fatto giudiziario che alcuni vertici indagati dell’Expo abbiano preferito trescare con avanzi di galera piuttosto che con l’Universo LGBT. Il giro d’affari del turismo gay forse a Sala non interessa? Dai verbali dei magistrati alcuni suoi collaboratori preferivano altri “giri.” ai nostri".

Infatti è proprio sul lato economico che Romani sceglie di puntare per la sua critica a quella che lui definisce un'esclusione ingiusta: "Le regioni, le città con maggiore senso di libertà con maggiori possibilità, in cui vengono azzerate le differenze sono influenzate dalla cultura LGBT . . Il giro d’affari del turismo gay è stimato in è di 50 miliardi nel mondo, ma alla coppia di fatto Sala e Maroni questo dato non sembra interessare”.

Per rilanciare la sua proposta, il presidente di Arcigay lancia un'idea che sarà destinata a far discutere: un padiglione dedicato alla cultura gay in Italia: "da Leonardo fino a Marsilio Ficino, da Sandro Penna a Dario Bellezza, da Michelangelo a Aldo Palazzeschi, appellandosi a Renzi affinché la manifestazione non diventi una sagra dell’edilizia e delle tangenti, ma un’opportunità per promuovere l’eccellenza italiana all’estero."

"Una cultura - spiega Romani - che deve tantissimo al genio lesbico, omosessuale e trans, ma del quale Sala e Maroni hanno tanto terrore da schifare l’indotto che ne dovrebbe derivare."

Commenti
Ritratto di moshe

moshe

Ven, 22/08/2014 - 13:06

Fatevi curare! Ci avete nauseato con le vostre assurde pretese!

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Ven, 22/08/2014 - 13:43

Non c'è niente da fare: vogliono essere diversi a tutti i costi!

Ritratto di Giano

Giano

Ven, 22/08/2014 - 13:46

E questa cos'è, una bufala o una barzelletta? Dopo la rubrica della "posta del cuore" della Bernardini De Pace, ecco una nuova rubrica estiva "L'angolo del buonumore". Manca solo che ineriate la rubrica dell'oroscopo quotidiano e siamo a posto: Novella 2000 vi fa un baffo!

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Ven, 22/08/2014 - 13:52

Evidentemente certi omosessuali si ritengono esseri superiori...se non superiori, almeno privilegiati...se non privilegiati, almeno diversi! E se lo dicono loro, noi non abbiamo scelta: dobbiamo crederci.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Ven, 22/08/2014 - 14:05

Io i gay preferisco...seguirli.

Gabriele184

Ven, 22/08/2014 - 14:33

Posso comprendere la loro sensibilità, ma geneticamente sono destinati all'estinzione.. Se proprio ci tengono, perché non si fanno la loro Expo??

meloni.bruno@ya...

Ven, 22/08/2014 - 14:54

Non ricordo l'expo che ho fatto in Canada,Montreal 1967 ci fossero state pretese del genere!

entropy

Ven, 22/08/2014 - 16:01

Non vi preoccupate ce n'è anche per Voi. Alla fine dei lavori, varianti e variantine quando sarà chiaro il costo reale dell'inutile baraccata e la sua inutilità sostanziale, la prenderemo tutti in quel posto, piaccia o non piaccia.

Beaufou

Ven, 22/08/2014 - 16:18

Toh, adesso si parla addirittura di "cultura LGBT". Il che mi conferma nell'idea che una cultura etichettata è solo ciarpame artatamente spacciato per cultura...Leonardo, Marsilio Ficino e gli altri citati non hanno mai preteso riconoscimenti in quanto gay: hanno avuto i loro riconoscimenti (dovuti) in quanto uomini di cultura (senza etichette), e nessuno glieli nega.

fabio55

Ven, 22/08/2014 - 17:04

c presidente non si meravigli qui siamo in italia nazione omofoba zeppa di benpensanti indietro di decenni rispetto al mondo e all europa ma si spera che finalmente cambi qualcosa anche qui con leggi che rionoscvano i nostri diritti alla faccia di tutti questi egoisti

angelomaria

Ven, 22/08/2014 - 17:46

L'ARMADIO E'MASCHIO IL GUARDAROBA E' FEMMINA E VOI NE UNO NE LALTRO E C'AVETE STANCATO IPROBLEMI SIETE VOI E NESSUNALTRO!!!

angelomaria

Ven, 22/08/2014 - 17:53

A QUESTO PUNTO PENSO SIA DIVENTATO ESSENZIALE CHE IL GOVERNO PASSI UNA LEGGE CHE PROTEGGA GLI ETEROSESSUALI SEMPRE SOTTO ATTACCO DA LOBBY OMO!!!!

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 22/08/2014 - 18:04

Ormai siamo al delirio. Tra un po' si dovrà fare fieramilanocity gay lesbo. Comunque non mi preoccupo, tra non molti anni l'isis risolverà il problema alla radice.

Ritratto di Roberto_P

Roberto_P

Ven, 22/08/2014 - 18:44

Ma i gay ci sono o ci fanno? La cultura gay? Verrebbero battute che è meglio risparmiarci. Ma possibile che da un po' di tempo a questa parte devono spuntare dappertutto? Non puoi più fare nulla che non sia gay-friendly se no saltano fuori loro a maciullarti gli zebedei. Non ho nulla contro i gay, ma tranquillizzatevi un po', state davvero esagerando. Siete voi che state spingendo la gente verso l'omofobia, senza contare che voi siete i primi eterofobi. (8° Invio)

giumaz

Sab, 23/08/2014 - 11:46

Assurdo! Perchè mai l'arcigay dovrebbe avere uno spazio all'expo? Di che "cultura" parlano? Al solito i sinistrati pretendono di avere il monopolio di qualcosa, in questo caso il mondo omo, e di poterlo rappresentare in modo univoco.

fabio55

Sab, 23/08/2014 - 13:42

stenos lei è un cretino

Giorgio5819

Sab, 23/08/2014 - 20:56

Giusto, non vanno trascurati, vanno proprio dimenticati.hanno passato i limiti, certo loro non sanno cos'è la decenza, ma adesso hanno rotto le palle. Non frega niente a nessuno delle loro frigne, Milano ha problemi più concreti che pensare a frociolandia.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 23/08/2014 - 23:34

C'è solo da dire che queste assurde proteste assomigliano più a una visione maniacale della realtà che a espressione di opinioni. Hanno oltrepassato il limite della decenza. Ora pretendono addirittura di essere rappresentati nelle fiere. COSA FARANNO, METTERANNO IN MOSTRA CHIAPPE DI PLASTICA?