Arezzo, badanti maltrattano anziana invalida

Un uomo e una donna dello Sri Lanka sono state allontante dalla casa della signora dopo le violenze inaudite contro l'anziana indifesa

Arezzo, badanti maltrattano anziana invalida

Una donna di 65 anni, invalida, ad Arezzo è stata massacrata di botte da una coppia di badanti dello Sri Lanka. I due, un uomo e una donna di 54 e 41 anni, sono accusati di maltrattamento e sono stati costretti dal Gip ad allontanarsi dalla casa dell'anziana e a non frequentare luoghi che lei è solita frequentare.

Le violenze all'anziana

A condurre le indagini sono stati i carabinieri di Arezzo, che attraverso telecamere piazzate all'interno della casa hanno potuto registrare le violenze. "Sono accuse inconfutabili - spiegano gli investigatori al Messaggero - che inchiodano i due badanti". La donna, affetta da infermità mentale, avrebbe dovuto prendersi cura della signora e in cambio questa offriva loro oltre al lavoro anche vitto e alloggio. "Piuttosto che prendersi cura di lei - scrivono gli investigatori - la coppia di badanti la vessava e malmenava con una violenza sempre maggiore e cresciuta a tal punto da obbligare la donna a ricorrere, in differenti occasioni, alle cure mediche".

Gli assistenti sociali che ogni tanto facevano visita alla donna avevano riscontrato i segni delle violenze che però i due badanti avevano sempre giustificato con incidenti domestici. Le indagini della squadra mobile hanno invece permesso di appurare che i lividi e le contusioni erano la dura conseguenza di violenze giornaliere. E ingiustificate.

Commenti