Adesso arriva Lucifero: dove si toccano i 48 gradi

Quella appena iniziata sarà la settimana più torrida dell’estate 2021. Preoccupano il Sud e le isole maggiori

Adesso arriva Lucifero: dove si toccano i 48 gradi

Sta arrivando Lucifero, l'anticiclone subtropicale africano che si sta espandendo sempre più per raggiungere a breve l’Italia. Quella iniziata oggi, lunedì 9 agosto, secondo gli esperti di Meteo.it sarà la settimana più calda dell'estate 2021, con temperature che al Sud potranno raggiungere anche i 47-48 gradi. Questo periodo eccezionale sarà da ricordare sia per le temperature elevate che per la sua durata, sembra infatti che il caldo record andrà avanti almeno fino al 15, giorno di Ferragosto.

Caldo record per una settimana

Gli esperti parlano di una massa d'aria in arrivo a dir poco rovente con temperature fino a 28-30 gradi a 1500 metri di altezza, ovvero la quota che solitamente viene usata dagli esperti per valutare la massa d'aria. Il timore è che l'ondata di caldo in arrivo sulla nostra penisola, con punte di 45 gradi previste in Sicilia e in Sardegna, possa aggravare al situazione degli incendi. Per cercare di affrontare al meglio il fenomeno degi roghi, che negli ultimi giorni sono divampati in diverse parti del Paese distruggendo ettari di boschi, il premier Mario Draghi ha firmato il Dpcm con la dichiarazione dello stato di mobilitazione nazionale del sistema della Protezione Civile. Il dipartimento guidato da Fabrizio Curcio si trova al momento al lavoro per coordinare l'invio di volontari e mezzi che opereranno al fine di supportare le attività di spegnimento dei roghi.

Lucifero preoccupa il Centro-Sud

Come abbiamo detto prima, il responsabile di questa intensa ondata di caldo record che si espanderà in tutta Italia è l'anticiclone africano, denominato proprio Lucifero. Già da oggi le temperature dovrebbero salire e osservate speciali saranno le regioni del Sud e le due isole maggiori. Ma anche il Centro Nord, a partire dalle prossime ore, registrerà temperature con punte di 30-35 gradi a Milano e Bologna. Il Capo della Protezione civile ha chiesto la collaborazione dei cittadini, sollecitando l'aiuto di tutti per monitorare il territorio e per segnalare tempestivamente ogni piccolo focolaio. Curcio ha spiegato: "Abbiamo alle spalle giornate impegnative e drammatiche sul fronte della lotta agli incendi. Le temperature che ci attendono nei prossimi giorni ci impongono la massima attenzione" e per questo "è fondamentale evitare ogni comportamento che possa generare incendi e segnalare tempestivamente anche roghi di piccola entità".

Preoccupante soprattutto la situazione al Centro-Sud. Nella giornata di ieri in Calabria ci sono state 8 richieste di intervento con i Canadair arrivate al centro operativo aereo unificato (COAU) della Protezione civile, a cui si aggiungono le 6 della Sicilia, 4 del Lazio, 2 della Sardegna, 2 della Basilicata, 2 della Campania, 2 del Molise, una dell'Umbria e una dell'Abruzzo. In totale sono state 28 le richieste di intervento aereo e 12 i roghi che risultano adesso sotto controllo o spenti. Curcio ha tenuto a sottolineare come"squadre a terra e Canadair sono, anche oggi, fortemente impegnati in Calabria, regione dove purtroppo nei giorni scorsi abbiamo registrato due vittime. Non faremo mancare il nostro supporto alle regioni maggiormente colpite da questi eventi".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti