Le autodiscipline orientali navigano durante le vacanze estive

Le barche a vela diventano i migliori centri sportivi per praticare lo yoga

Le autodiscipline orientali navigano durante le vacanze estive

Tra le discipline preferite anche dagli italiani e tra le più praticate nei centri sportivi, un posto di rilievo è occupato dallo yoga . E' un metodo di autodisciplina praticato dai seguaci della religione buddista e di tutte le filosofie religiose indiane. Il termine deriva dalla parola yui che significa “mettere sotto il giogo”. L’equilibrio interiore, secondo gli adepti di questa disciplina, si raggiunge controllando il respiro, concentrandosi su una parte del corpo, o assumendo una posizione particolare. Lo hatayoga, una variante dello yoga, tende a valorizzare al massimo le prestazioni corporee, per ottenere il dominio perfetto di ogni movimento e di ogni funzione fisiologica. Per queste sue caratteristiche, questa disciplina è diffusa anche al di fuori dell’ambito religioso. Applicando tecniche di respirazione e posizioni particolari del corpo, si potrebbe diminuire la sensibilità al dolore, agire sulla muscolatura liscia e risolvere patologie che possono avere origine psicosomatica.

Un’occasione per praticarlo anche durante le vacanze o nei week-end estivi può essere quello di prendere parte all'iniziativa "Yoga in barca a vela", organizzata da ItalyCharter (www.italycharter.it), uno dei principali operatori italiani per il noleggio di barche a vela che mette a disposizione 6.700 scafi. Il programma di questa particolare formula prevede, durante il giorno, di navigare veleggiando tra le più belle isole dell'Arcipelago Toscano: Elba, Capraia, Pianosa e Montecristo. Al tramonto, quando cala il vento, sul ponte delle barche (Beneteau da 57 piedi) ci si dedica a questa autodisciplina da sempre apprezzata dagli orientali e che è sempre più in voga tra gli occidentali. Un' esperienza sensoriale intensa, che abbina l'esercizio fisico alla dimensione spirituale, davanti all'immensa distesa blu, cullati dal rollio delle onde, immersi nei profondi silenzi del mare.

Dopo un’intera giornata di mare ci si dedica allo yoga e alla meditazione assistiti dal maestro. Non è richiesta alcuna preparazione, ma passione per il mare e desiderio di trovare benessere fisico e pace interiore (prezzi: da 95 euro a notte a persona, tutto incluso – mail: info@italycharter.it – tel 348 3337796). E’ una delle iniziative della stagione 2016 che si annuncia formidabile per i mari italiani che sono indubbiamente tra i più belli del mondo, non solo dal punto di vista ambientale e naturalistico, ma anche storico-culturale. “Nei primi 3 mesi dell'anno abbiamo registrato un incremento dell'80% delle prenotazioni rispetto allo scorso anno, le nostre isole e i nostri arcipelaghi stanno tornando ad essere mete di tendenza sia per i turisti italiani che per quelli stranieri” spiega l'amministratore delegato di ItalyCharter Francesca Bedeschi.

A conferma di tutto ciò anche gli incoraggianti dati diffusi a gennaio 2016 dal Centro Studi dell'Enit (l’Agenzia nazionale per il turismo -http://www.enit.it/it/studi.html), secondo i quali un turista su due in Italia è straniero e proviene da Germania, Usa e Francia e spende in media 113 euro al giorno per le sue vacanze nel nostro Paese. Sempre dall’analisi di questi dati si evince che Belpaese si trova al quinto posto nella top ten delle destinazioni del turismo internazionale, con un +1,8% di arrivi dall’estero...

Tag

Commenti