Avanzano dosi di vaccino e lo danno ai parenti: polemica sugli operatori sanitari a Modena

Alla fine della seduta vaccinale, con alcune dosi di vaccino avanzate e in scadenza, alcuni operatori hanno chiamato i loro parenti, tra le quali una minore: l'Ausl di Modena ha aperto un'istruttoria

In Italia il piano vaccinale prosegue più o meno secondo i piani in questa prima fase nella quale vengono vaccinati gli operatori sanitari. A ieri erano 318mila i vaccini somministrati nel nostro Paese, che sta procedendo a ritmo incalzante. Tuttavia non mancano le polemiche e una tra le più spinose arriva da Modena, dove l'Ausl locale ha aperto un'istruttoria per verificare le procedure adottate da alcuni sanitari che, a fine giornata, hanno somministrato le dosi di vaccino avanzate ai loro congiunti. A denunciare i fatti è stata la Gazzetta di Modena.

La procedura standard nel caso in cui avanzino dosi di vaccino già ricomposte è quella di contattare altri operatori sanitari che hanno dato il loro consenso alla vaccinazione, soggetti presenti in ospedale oppure prenotati per i giorni successivi. Non dev'essere sprecata nemmeno una dose: è questa la parola d'ordine negli ospedali italiani. Siccome le dosi già pronte hanno una durata massima di 6 ore è necessario che vengano inoculate il prima possibile. "Quanto avvenuto ieri, dunque, non risponde ad alcuna direttiva o indicazione fornita dall’Azienda", scrive l'Ausl di Modena in merito alla polemica che sta scuotendo la città e avendo ampia risonanza nazionale.

L'azienda sanitaria lo definisce "un errore grave" ed è pronta ad andare a fondo nella vicenda. Il caso più eclatante è quello di un volontario di pubblica assistenza, che opera sotto l'insegna dell'AVAP, che a fine giornata ha chiesto (e ottenuto) di somministrare le dosi anche alle sue figlie, tra le quali una minore, che non erano nella lista degli operatori da vaccinare. L'uomo ha poi pubblicato tutto sui social network e a quel punto è esplosa la polemica. A segnalare quanto accaduto all'ospedale di Baggiovara, nei pressi di Modena, sono stati proprio alcuni medici e operatori che sono venuti a conoscenza del post condiviso dall'uomo. Con la presunzione della buona fede, nell'intento di non far scadere le dosi del vaccino già pronte, si sarebbe violato il rigidissimo protocollo nazionale. È l'Ausl a ricostruire la dinamica di quanto accaduto: "A fine seduta vaccinale pomeridiana, avendo espletato la procedura prevista e avanzando ancora alcune dosi inutilizzate, alcuni operatori al lavoro nel punto vaccinale, in totale autonomia, hanno pensato di contattare alcuni propri congiunti, con l’idea di non sprecare dosi che non avrebbero potute essere utilizzate il giorno successivo. Appena venuti a conoscenza di ciò, gli altri professionisti presenti hanno subito informato il responsabile del Punto vaccinale e la Direzione aziendale, che hanno dato perentorie indicazioni di bloccare immediatamente qualsiasi iniziativa in tal senso. Purtroppo però i vaccinatori, assolutamente non al corrente di quanto stava accadendo, avevano già somministrato alcuni vaccini. Dunque si è venuti a conoscenza che le persone contattate non erano tra gli aventi diritto soltanto a vaccinazione già avvenuta".

Pare che l'idea di convocare i congiunti sia nata alla luce dell'impossibilità di non riuscire a contattare altri sanitari per la somministrazione. Tuttavia, l'Ausl ha ribadito che darà un memorandum del protocollo e si è scusata con la popolazione, impegnandosi "a garantire la massima trasparenza, così come è stato fatto fin dall’inizio, nelle procedure di somministrazione e utilizzo del vaccino". Intanto, anche i Nas di Parma hanno avviato gli accertamenti preliminari per verificare l'accaduto. Solo successivamente si valuterà un eventuale rilievo penale.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di moshe

moshe

Gio, 07/01/2021 - 13:17

Modena non è amministrata dalla sinistra, o sbaglio ?

Cyroxy80

Gio, 07/01/2021 - 13:19

Non lo ritengo un problema. Contattare chi si era prenotato per il giorno successivo e quindi riorganizzare tutta la lista di prenotazioni sarebbe stato molto più difficile. Piuttosto sarebbe da capire perché sono avanzate dosi.. Qualcuno non si è presentato o le prenotazioni di vaccinazione non sono un multiplo delle dosi della boccetta?

ziobeppe1951

Gio, 07/01/2021 - 13:28

Eppure qui non c’è Trump a governare...ah già..c’è la sinistra

Ritratto di asimon

asimon

Gio, 07/01/2021 - 13:28

l'ha fatto De Luca con arroganza rispetto a chi era in lista ma non risulta che ausl napoletana abbia aperto una istruttoria, anzi ha ricevuto tanti elogi dai suoi compari di sinistra, qui invece siamo a Modena dove la sinistra impera e se lo fa uno "non organico al partito" si scandalizza e apre inchiesta, ricordiamo che il vaccino era in scadenza quindi a breve sarebbe stato inutilizzabile

sbrigati

Gio, 07/01/2021 - 13:29

Credo poco alla versione ufficiale. Come è possibile avanzino dosi di vaccino già pronte? Chi di dovere è a conoscenza di quanti si devono vaccinare o no?

jaguar

Gio, 07/01/2021 - 13:32

Non c'è da meravigliarsi, in Italia l'andazzo è questo.

COSIMODEBARI

Gio, 07/01/2021 - 13:45

Provate a chiedere e a chiedervi quanti ultra novantenni non rinchiusi nelle Rsa, bensì residenti nelle loro proprie abitazioni, sono stati chiamati dai loro medici di base per il vaccino anti influenzali. Io ritengo pochissimissimi. Nr ho qulacuno in famiglia. E chiediamoci e chiedete ai loro medici di base dove sono andati i finire quei vaccini anti influenzare per gli ultra novantenni. Non avrete alcuna risposta vera o credibile. Forse alcuni vaccini sono andati a finire negli infermieri, molti in pensione, che fanno il casa per casa con le iniezioni, i prelievi, le medicazioni, e che ruotano attorno ai medici di base?.

ROUTE66

Gio, 07/01/2021 - 13:46

Se le dosi non fossero state utilizzate,si sarebbe gridato allo spreco. Cosa BEN diversa se pur avendo a disposizione persone in lista,si fossero vaccinati i parenti

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Gio, 07/01/2021 - 13:55

Scusate,i minori che età avevano? Il vaccino non va fatto ai minori di 16 anni!

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 07/01/2021 - 14:23

jaguar sei in errore! in patania l' andazzo e questo, non in italia!

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 07/01/2021 - 14:29

josepheniello1955 sei anche tu in errore, in patania ci soni i patani a governare! p.s. come va la vendita delle azuleja con la valigetta?

Ritratto di Enrico1949

Enrico1949

Gio, 07/01/2021 - 14:35

Per gli amici degli amici c'à sempre posto.

kayak65

Gio, 07/01/2021 - 14:57

quante storie...a modena hanno gia' finito di vaccinare tutti i medici gli operatori rsa gli ospiti e sono avanzate dosi. sono gia' alla fase 2.la rossa emilia e' sempre efficiente...con i propri affiliati. solo loro comunque

Santorredisantarosa

Gio, 07/01/2021 - 15:02

MODENA? MA NON C'E' LA SINISTRA CHE GOVERNA DAL COMUNE, ALLA PROVINCIA, ALLA REGIONE, AI VARI ENTI MINORI E POSTI DI COMANDO E DI OCCUPAZIONE? VORREI SENTIRE QUALCHE SINISTRO CHE ORA PARLA DI SOVRANISMO E SALVINI.

ClaudioD1961

Gio, 07/01/2021 - 15:19

Perchè tanto stupore, è un nostro classico, gli amici degli amici, in questo caso è usscito fuori.....amici degli amici...

ulio1974

Gio, 07/01/2021 - 15:49

sotto ogni eroe si cela un italiota.

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 07/01/2021 - 15:52

kajak65, stai dicendo sciocchezze! l' e. romagna è una delle ultime regioni per vaccini somministrati!

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 07/01/2021 - 16:09

saranno kompagni che sbagliano???

jaguar

Gio, 07/01/2021 - 16:25

giovinap, hai ragione, Napoli è un'isola felice.

COSIMODEBARI

Gio, 07/01/2021 - 16:34

@ROUTE66 il problema è che nessuno sa 1) se ci sono delle liste 2) chi ha queste liste 3) dove consultarle. Ovvero tutto fatto apposta per svolgere un altro tipo di magna magna il magnamagnavaccino

kayak65

Gio, 07/01/2021 - 17:10

la mia ovviamente era una battuta...se vaccinano i parenti significa che si e' finita la fase 1 quella riservata ai medici. e poi addirittura minorenni. che solo la rossa modena sia gia' alla fase 3 4 5...? quante dosi hanno ricevuto e perche'

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Gio, 07/01/2021 - 17:23

asimon Gio, 07/01/2021 - 13:28 Mi potrebbe star bene,il vaccino a breve sarebbe scaduto.Il problema è che il vaccino non va somministrato ai minori di 16 anni, come da foglietto illustrativo. La domanda sorge spontanea il minore aveva almeno sedici anni? In caso contrario chi sta somministrando il vaccino o chi controlla non fa il proprio dovere e potrebbe avere dei risvolti legali non indifferenti.

Massimo Bernieri

Gio, 07/01/2021 - 18:22

Giusto non sprecare nessuna dose già preparata con un limite scadenza.Forse non c'era una lista già pronte di persone di riserva da far arrivare in tempi brevi ergo:gia pre allarmate nel caso che..e gli opertatori hanno ritenuto impossibile chiamare in tempi brevi chi era prenotato per il giorno dopo e hanno ritenuto vaccinare chi era già presente per altri motivi.Mi indignano di più altre cose che vaccinare uno che comunque anche più avanti avrebbe avuto il vaccino.

ST6

Gio, 07/01/2021 - 19:03

La notizia sarebbe che a Modena hanno i medici al lavoro, mentre in Lombardia.

cgf

Gio, 07/01/2021 - 19:08

@ROUTE66 Gio, 07/01/2021 - 13:46 Ci sono le RSA ed un'altra fila di pensionati, ha idea di quanti pensionati vi sono nella provincia di Modena? Perché no le forze dell'ordine per via volontaria?? Proprio a Modena sono in lista di attesa per Luglio (legga pure Settembre).

Ritratto di sr2811

sr2811

Gio, 07/01/2021 - 19:17

Sentiamo queste cose e poi ci si domanda come possono esserci i NoVax viviamo in un mondo dove ognuno fa quello che vuole e altro..., poi ci si scandalizza se uno dice ma sarà sicuro questo vaccino o è solo il frutto di business a scapito della sicurezza?

Ritratto di navajo

navajo

Gio, 07/01/2021 - 19:39

Ma come è bello vedere (se la notizia sarà confermata), che in Italia si rispetta la tradizione e ci si comporta sempre da italiani

sbrigati

Gio, 07/01/2021 - 20:04

@Massimo Bernieri. Non credo assolutamente che i minori siano al momento stati presenti sul posto e gli stessi forse avrebbero dovuto attendere un pezzo prima del loro turno. In quanto ad una lista senza riserve non è credibile, molto meglio dare la precedenza agli amici.

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 08/01/2021 - 10:21

jaguar 16,25 mai detto una castroneria del genere! mica sono un patano io? a napoli e nel sud in genere, ci sono più problemi che al nord e per ciò ce la caviamo sempre meglio di chi abita al nord; siamo abituati, mentre a voi che abitate al nord, basta una "influenzuccia"(come disse un noto politico padano)per correre il rischio di estinguervi!

Massimo Bernieri

Ven, 08/01/2021 - 13:05

sbrigati.Ho scritto che se le regalie fatte agli amici degli amici si limitassero solo a un vaccino sarei contento.Quanto a una lista riserva ho fatto una ipotesi perchè ne io ne lei eravamo presenti.Oramai in questo blog tutti hanno certezze granitiche.Ci penserà una indagine.Poi se non abbiamo fiducia in indagine fatte da ASL o Magistratura cambiamo paese perchè mai saremo tutelati.

sbrigati

Ven, 08/01/2021 - 16:11

Massimo Bernieri. L'indagine dall' asl non credo porterà a niente, in quanto alla magistratura spero vivamente non se ne occupi per il semplice motivo che ha già troppi arretrati per occuparsi di questioni simili. In ogni modo proprio una grande fiducia in entrambe non riesco ad averla, e non solo in questo caso.