Bardo, il marito della vittima: "Vorrei avere Touil tra le mani"

Senzani era insieme alla moglie quel tragico 18 marzo, quando Giuseppina è stata colpita a morte mentre scendeva dal pullman

Bardo, il marito della vittima: "Vorrei avere Touil tra le mani"

"Vorrei averlo tra le mani". Ai microfoni di Radio Lombardia Sergio Senzani, marito di Giuseppina Biella, una della quattro vittime italiane dell’attentato al museo del Bardo di Tunisi, non nasconde le proprie emozioni davanti all'arresto di Abdel Majid Touil, il marocchino sospettato di essere coinvolto nella strage.

Senzani era insieme alla moglie quel tragico 18 marzo, quando Giuseppina è stata colpita a morte mentre scendeva dal pullman. "Il primo pensiero è quello...", dice l’uomo, che vive a Meda, nella Brianza. "Poi sa, uno riflette e.... l’unica cosa che so è che mia moglie non c’è più - dice ai microfoni di Radio Lombardia - non voglio aggiungere altro".

Commenti