In spiaggia con la mamma: bimba punta da una siringa

Ora la piccola di soli sei anni dovrà sottoporsi a una lunga profilassi per evitare di contrarre malattie infettive

È accaduto ieri a Torre a Mare, un quartiere di Bari. Una bambina di sei anni era al mare con la mamma quando si è punta con una siringa.

L'ago ha trapassato la scarpetta fino ad arrivare al piede della piccola che è stata subito trasportata al pronto soccorso dell'ospedale di Bari. La vita della bambina da oggi non sarà più la stessa perché, come si legge sul sito di Repubblica, sarà costretta ora a sottoporsi a una lunga profilassi per evitare di contrarre malattie infettive.

Adesso c'è molta paura tra i bagnanti di Torre a Mare. Quanto può essere sicuro fare un tuffo in una spiaggia libera dove ci sono le siringhe?

"Ogni tanto ci vanno gli scout per pulirlo, ma di solito non se ne occupa nessuno", dice una residente a Repubblica.

Sarà ora necessario un intervento del Comune per un maggiore controllo delle spiagge, soprattutto nelle zone più periferiche come Torre a Mare. Vicino alla famiglia della bambina anche Nazzareno Chimienti, responsabile barese del dipartimento tutela vittime di Fratelli d'Italia, che ha espresso tutta la sua solidarietà, come si legge sul giornale on line BariToday.

Non è il primo episodio simile, purtroppo. Due anni fa a Pisa una bambina di venti mesi fu punta da una siringa mentre giocava in spiaggia. Anche in quel caso la piccola fu portata al pronto soccorso e per sei mesi si è dovuta sottoporre ad una serie di prelievi del sangue.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.