Cronache

Batterio killer in wurstel e prosciutto: allarme sugli scaffali

Ritirati alcuni prodotti della Sielbert in Germania: c'è un morto. A colpire è stato il batterio listeria

Batterio killer in wurstel e prosciutto: allarme sugli scaffali

Batterio killer nei wurstel e nel prosciutto: c'è già la prima vittima. A perdere la vita è stato un uomo in Baviera che ha consumato uno dei prodotti dell'azienda tedesca Siebert. L'infezione sarebbe arrivata proprio a causa del batterio listeria presente negli alimenti contaminati. A darne notizia è stato proprio l'ufficio per la salute e la sicurezza del Land della Baviera. Così l'azienda ha avviato il ritiro dell'intera produzione.

L'azienda avrebbe inoltre precisato che nessuno dei suoi prodotti è presente sul mercato italiano. Ma fate attenzione se invece vi trovate all'estero per lavoro o se siete in partenza per il ponte del 2 giugno alle marche dei prodotti che acquistate. La Siebert ha sede a circa 40 chilometri da Monaco di Baviera. Per il marchio è arrivato anche il divieto di produzione. E da qui è nata una causa da parte dell'azienda al Land della Baviera. Il respondabile della Siebert ha affermato: "Ho ollaborato con le autorità e di aver fatto di tutto per tutelare i consumatori". Non è la prima volta che un batterio killer viene ritrovato in prodotti come il prosciutto.

Commenti