Bimbo in coma per l'otite, genitori: "Cura omeopatica data dal medico"

Al piccolo non venivano somministati antibiotici da quattro anni e non era la prima volta che veniva colpito dall'infezione alle orecchie

I genitori del bambino di sette anni in coma a causa dell'otite si difendono dalle accuse: "La cura omeopatica è stata somministrata da un medico".

ll piccolo è ricoverato in condizioni gravissime all'ospedale pediatrico Salesi di Ancona. A portarlo al coma è stata un'infenzione alle orecchie che, non curata da due settimane, ha raggiunto in breve tempo il cervello. Ricoverato nel reparto di rianimazione con la febbre molto alta, il bimbo è stato sottoposto a un'operazione. Sta ancora lottando tra la vita e la morte.

"Sempre curato con metodi naturali"

Seconodo quanto riporta il quotidiano locale Cronache Ancona, i genitori avrebbero riferito ai dottori che la cura omeopatica sarebbe stata somministrata al figlio da un medico e che quindi non fosse una loro iniziativa. Il piccolo inoltre non avrebbe assunto mai farmaci antibiotici negli ultimi quattro anni e sarebbe stato trattato sempre con metodi "naturali", nella convinzione che fossero ugualmente molto efficaci. Tali circostanze andranno però verificate: come da prassi, infatti, la direzione sanitaria del Salesi ha informato la procura minorile inviando la relativa documentazione medica: spetterà alle autorità fare tutte le indagini del caso e accertare eventuali responsabilità.

Commenti
Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Ven, 26/05/2017 - 11:40

Sarà un "medico" uscito dal sistema dell'istruzione fatto ad immagine e somiglianza al ministro fedeli: brutto ed ignorante.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Ven, 26/05/2017 - 11:54

Qua siamo al limite della tortura. Abbiamo presente il dolore che il bimbo ha sofferto per l'idiozia dei genitori e del medico. Invece che rendere obbligatori 12 (dodici) vaccini che si faccia una legge che protegge da queste persone che nel nome di una medicina alternativa o di un'alimentazione sana mettono a repentaglio la vita e la salute di piccoli che non possono opporsi. Ricordiamo anche i casi di genitori vegani. Purtroppo sono persone con cui non si può parlare, non ragionano, pensano di essere nel giusto, ne ho avuto la prova parlando con una conoscente, alla fine smetti per non litigare! ASSURDI loro e i medici che li sostengono. VERGOGNA

squalotigre

Ven, 26/05/2017 - 12:32

Prima o poi doveva succedere. Anzi, personalmente sono a conoscenza di molti altri casi che anche se non hanno portato al coma, hanno causato danni permanenti a coloro i quali si sono affidati alle cure alternative, che di scientifico non hanno alcunché e che come le cure omeopatiche sono equiparabili alla somministrazione di un bicchiere d'acqua. Di chi è la colpa? Quali enormi interessi sono alla base di prodotti che non hanno efficacia ma che sono di gran moda? La medicina,la moda, e le bufale su internet non sono compatibili. Siamo alla follia.

chebarba

Ven, 26/05/2017 - 13:30

La stupidità e l'ideologizzazione dei genitori debba essere pagata dai figli,l'omeopatia non è altro che un placebo, cura i fastidi lievi e i malanni immaginari... troppa fatica ricorrere ad un medico vero, se mio figlio ha un lieve fastidio alla gola per un raffreddore do miele e limone ma se ha mal di gola vado dal pediatra che se riscontra infezione da antibiotico, non è stato necessario fino a 6 anni quando ha preso placche alla gola, nessun medico ha mai insistito perchè dessi medicine che non servivano ma ormai abbiamo i tuttologi... poveri bimbi in mano ai guru salutisti che xò di salute e corretta alimentazione non capiscono nulla, meglio le nostre nonne

chebarba

Ven, 26/05/2017 - 13:34

peraltro i farmaci omeopatici sono a sintesi chimica come quelli tradizionali (che si sono comunque principi attivi naturali, batter, muffe (come la penicillina, proteine ecc ecc)anzi forse contengono più porcherie in proporzione ad un'efficacia più aleatoria o che comunque richiede un'assunzione maggiormente prolungata nel tempo.... ma che vuoi.... basta targare qualcosa come "alternativo" biologico ecc ecc per cui abboccano tutti, finirà cosiì come la proposta dei bollini rosso-verde europei, in inghilterra e simili con l'alimentazione che hanno sarà forse utile ma qui rischieremo che una bibita gassata porcheria da supermerca avrà il bollino verde mentre l'olio exvergine d'oliva dop rosso..... tristezza infinità