Tra bufale e scienza torna il Blue Monday

Oggi è il Blue Monday, il giorno più triste dell'anno dovuto a condizioni meteo sfavorevoli, le poche ore di luce e i festeggiamenti delle feste passate

Tra bufale e scienza torna il Blue Monday

Oggi è il "Blue Monday", il terzo lunedì di gennaio che quest'anno corrisponde al 16 di questo mese. Il giorno più triste dell'anno, è così che è stato battezzato questo giorno dalla Gran Bretagna.

La credenza risale a 15 anni fa quando lo psicologo inglese Cliff Arnall dell’Università di Cardiff, tramite una complicata equazione ha calcolato che questo è proprio il giorno più nero dell’anno.

Sono state prese in considerazione le condizioni meteo sfavorevoli del periodo, le poche ore di luce, i festeggiamenti delle feste passati, i sensi di colpa per aver speso troppo durante le vacanze (o mangiato troppo) e il lavoro ricominciato con i ritmi frenetici. In Gran Bretagna, infatti, in questa giornata aumenta drasticamente il numero delle assenze dal lavoro.

Psicologi e psichiatri sottolineano che la malinconia è un'emozione da rivalutare e il presidente della Società italiana di psichiatria Claudio Mencacci l'ha sottolineato: "anche la tristezza è un’emozione, dunque viviamola come tale e questa giornata, in un certo senso, la rivaluta. È giusto infatti accogliere in noi un arcobaleno di emozioni, incluse quelle negative, perchè così potremo dare un corretto valore a tutte le altre. Il Blue Monday potrebbe rappresentare anche un utile invito alla riflessione".

Commenti