Bonus ai lavoratori dipendenti: cento euro in più in busta paga

Tra le misure a sostegno del lavoro, il Cura Italia ha previsto anche un bonus ai dipendenti pubblici e privati che hanno continuato a lavorare in ufficio nel mese di marzo

Bonus autonomi e partite Iva, bonus baby sitter, congedo parentale straordinario, cassa integrazione e ora anche il bonus per i lavoratori dipendenti pubblici e privati che nel mese di marzo hanno continuato a lavorare negli uffici della propria azienda.

Già, perché tra le diverse contromosse adottate dal governo per cercare di fare fronte all'emergenza sanitaria nazionale ed economica e di dare una mano alle imprese e alle famiglie italiane, è stato previsto anche un bonus di cento euro per tutti quei lavoratori che hanno "timbrato il cartellino" nel mese scorso, nonostante le misure di contenimento contro il coronavirus.

Oltre a salute e necessità, i motivi di lavoro rappresentano l'altra ragione per la quale ogni cittadino – munito sempre e comunque di autocertificazione – può uscire di casa.

Ma, attenzione: questo premio a due zeri, come ben spiegato dall'Agenzia delle Entrate, è destinato solamente a tutti quei dipendenti (pubblici e privati) che hanno lavorato in sede a marzo e che hanno un reddito annuo lordo (il cosiddetto Ral) non superiore ai 40mila euro. Il lavoratore che ne ha diritto può così ricevere i cento euro (netti) nella busta paga di aprile o a fine anno, a mo0 di conguaglio positivo

Stando a quanto si apprende, si tratta di un'iniziativa pensata ad hoc per tutte quelle tipologie di lavori – e di lavoratori – che non possono essere svolte "comodamente" da casa in regime di smart working. Ecco perché, invece, per i lavoratori in smart working non è previsto questo aiuto economico.

Per tutti coloro che invece si sono recati a lavoro a inizio mese e poi, in ottemperanza al Cura Italia, hanno smesso di andarci, è previsto un bonus in formato ridotto e calcolato in base ai giorni effettivamente lavorati in ufficio.

Nella circolare diramata dall'Agenzia delle Entrate si legge: "Tenuto conto della ratio della disposizione in esame e dell'importo di cui trattasi, si ritiene che il premio di 100 euro spetti al lavoratore qualora abbia svolto la propria prestazione lavorativa in presenza in tutti i giorni previsti dal contratto, indipendentemente se in full time o part time". Dunque, sono premiati anche tutti coloro assunti con contratto part-time: "Anche qualora il lavoratore abbia un contratto part time, ai fini del calcolo del quantum erogabile, il rapporto deve tener conto dei giorni effettivamente lavorati presso la sede di lavoro e di quelli lavorabili".


I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

tremendo2

Lun, 13/04/2020 - 10:17

ma è sbagliato! dovevano darlo a chi non ha potuto lavorare e magari è stato costretto a mangiarsi le ferie.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 13/04/2020 - 10:23

non critichiamoli: sono proprio loro che fanno girare al minimo l'italia! senza di loro, tutto si sarebbe totalmente fermato!

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Lun, 13/04/2020 - 10:30

tremendo2 - 10:17 Anche quel che asserisce ha un fondo di verità.

paco51

Lun, 13/04/2020 - 10:36

non hanno dato un piffero sono anticipati dal datore di lavoro a recupero tre mesi dopo come gli 80 euro che ho anticipati riprendendo 74 euro tre mesi dopo . e una fake news il governo non da mai nulla

Ritratto di C.L.N.

C.L.N.

Lun, 13/04/2020 - 11:13

E a noi poveri pensionati niente??!!!

gjallahorn

Lun, 13/04/2020 - 11:15

Non andava concesso, in quanto lo smart working non è una opzione lasciata ai singoli. Andrebbe concesso solo agli infermieri, medici, commessi supermercati, Forze dell' Ordine e servizi mortuari.

jaguar

Lun, 13/04/2020 - 11:25

E chi invece è in cassa integrazione, una pedata nel posteriore?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 13/04/2020 - 11:26

@paco51 - esatto. I fatti concreti dicono questo. Le loro parole dicono nulla, nei fatti.

Ezeckiel

Lun, 13/04/2020 - 12:00

Basta soldi che non so più come spenderli

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Lun, 13/04/2020 - 12:09

non facciamoci illusioni facili.....tantissimo autonomi speravano nel bonus 600euro....illusione!!

Ilsabbatico

Lun, 13/04/2020 - 13:06

Niente questi sono da ricovero..... aldilà che non elargiscono un bel niente, ma è il concetto che è sbagliato! Non devi dare soldi a chi ha lavorato con la pandemia , devi darli a chi non ha lavorato...

rigampi1951

Lun, 13/04/2020 - 14:06

Un'altra presa per i fondelli di Conte , ma chi ci crede? Solo i sinistri possono credere a queste buffonate Non danno niente a chi non ha potuto lavorare, figuriamoci a chi non ha perso lo stipendio.

maxfan74

Lun, 13/04/2020 - 14:32

100 Euro, siamo il Terzo Mondo...

dredd

Lun, 13/04/2020 - 16:00

Contenti della carità? Pensate che spendono molto ma molto di più per i finti profughi

RobMikGabGiu

Lun, 13/04/2020 - 16:06

Chi ha lavorato regolarmente avrà la paga normale credo. Perchè dare loro questo bonus? Diamolo a chi è in ristrettezze.