"Ora il coronavirus attacca anche i 50enni". L'allarme da Bresso

I più colpiti sono i lavoratori. E l’età media dei contagiati si è abbassata. Anche Sesto e Cologno hanno paura

Il Comune di Bresso, alle porte di Milano, ha sempre più paura. L’età media dei contagiati si è notevolmente abbassata, i più colpiti adesso sono i 50enni, e in particolar modo i lavoratori. Bresso, 26mila anime, secondo l’ultimo dato emesso ieri, sabato 21 marzo, conterebbe 125 soggetti positivi al Covid-19 da quando è iniziata l’emergenza, con un aumento in un solo giorno di circa una ventina di ammalati, e 20 decessi. I morti, fino a questo momento, sono di età avanzata, sopra gli 80 anni. Ma la media si sta abbassando in modo preoccupante: sempre più 50enni risultano positivi al coronavirus.

L'inizio del contagio a Bresso

Come riportato da il Corriere, sarebbero una dozzina quelli che hanno un’età inferiore ai 55 anni. Nessuno quindi si può dire al riparo. Qui il contagio sarebbe iniziato in un centro ricreativo particolarmente frequentato da anziani sito in via Cavour. Il primo ad ammalarsi sarebbe stato un pensionato di Niguarda. Fortunatamente anche qui è giunto l’esercito per controllare i tanti, troppi, che se ne fregano delle norme da adottare per cercare di contenere il contagio. Sembra infatti che un quinto delle persone fermate dalle forze dell’ordine non abbiano rispettato i divieti emessi dal governo. Le denunce non sembrano aver sortito l’effetto sperato.

Adesso si ammalano anche i 50enni

“Fino al 15 marzo notavamo che il contagio riguardava persone di età media sui 75 anni, ora gli anziani sono protetti, mentre i nuovi positivi sono i cinquantenni, le persone che vanno a lavorare, per questo dico che l’unica cosa da fare è fermare tutto” ha spiegato Simone Cairo, primo cittadino del Comune a nord di Milano. Giovedì scorso, 19 marzo, Cairo, dopo aver tentato di convincere la popolazione con l’ausilio di alto parlanti, ha deciso di inasprire maggiormente le restrizioni. Divieto di usare le piste ciclabili, possibilità di recarsi nelle aree cani, quelle più vicine alla propria abitazione, solo due alla volta e per un tempo massimo di dieci minuti. Nessuna attività fisica all’aperto e divieto assoluto di assembramento in strada, a eccezione delle file per entrare al supermercato. Lo stesso vale per gli spazi condominiali privati.

Anche una multa da 50 a 500 euro

Oltre alla denuncia penale, chi sgarra si becca una multa che varia da 50 a 500 euro, in base alla gravità di quanto fatto e se fosse o meno la prima volta. Il compito di controllare la situazione è tutt’altro che facile, anche perché Bresso e altri comuni si affacciano sul Parco Nord che non è recintato. Un’ordinanza simile a quella emessa dal sindaco Cairo è stata adottata anche da Cinisello Balsamo, Sesto San Giovanni e dalla vicina città di Monza.

Segui già la pagina di Milano de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Koerentia

Koerentia

Dom, 22/03/2020 - 13:32

Prima tanti anziani che stavano anche bene ed ora i 50enni. Sto iniziando a pensar male. Non sara' che prima hanno pensato nei pensionati ed ora attaccano la fascia del baby boom perche' anch'essa troppo numerosa e problema futuro dell'INPS?

ruggerobarretti

Dom, 22/03/2020 - 13:48

Non ho mai letto da nessuna parte che il coronavirus non avrebbe contagiato certe fasce di età. Ho letto fino alla noia che la letalità aumenta ed è molto più probabile nel caso di anziani e di persone con sistema immunitario abbastanza compromesso o in stato di salute già fortemente provato. Che grosso modo è il campione di popolazione che ogni anno, in numero di circa 8000/10000 lascia la vita terrena a cause di complicanze da influenza e polmoniti varie.

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 22/03/2020 - 14:00

Il titolo così come è impostato, è fuorviante,come se il virus fosse mutato o avesse volutamente cambiato bersaglio. Con i pressanti inviti a stare a casa,ovviamente i pensionati sono quelli che hanno maggiori possibilità di rispettarli,mentre chi è costretto a lavorare,quindi con età certamente inferiore ai 60-65 anni,ha più probabilità di essere contagiato,specialmente frequentando luoghi non totalmente deserti.

Giorgio5819

Dom, 22/03/2020 - 14:07

"Anche una multa da 50 a 500 euro ".... Ottima cosa, fondi da assegnare IMMEDIATAMENTE E DIRETTAMENTE alle strutture sanitarie impegnate in questa guerra.

Fradi-

Dom, 22/03/2020 - 15:01

Come sarebbe a dire:"la media si sta abbassando in modo preoccupante" forse si sta avvicinando all'età del giornalista?

Korgek

Dom, 22/03/2020 - 15:10

Concordo con mbferno, possono essere colpite persone di qualsiasi età, e a seconda delle fasce d'età le reazioni sono diverse. La maggior parte dei 50 enni molto probabilmente se lo becca ma gli passa dopo alcuni giorni (vedi Nicola Porro).

Treg

Dom, 22/03/2020 - 15:23

Ma nessuno in questa redazione ha capito la differenza fra contagiati ed ammalati ? Così diffondete false notizie ! Perché i 50enni non dovrebbero contagiarsi ?

Ritratto di gianky53

gianky53

Dom, 22/03/2020 - 15:25

Credo dipenda dal fatto che ancora due settimane fa le strade e le zone della movida brulicavano di gente a spasso. Non dimentichiamo gli spot di Sala e Zingaretti, i Navigli con gli aperitivi e la Milano che non si ferma. Purtroppo il virus non chiede il certificato di nascita, a quel tempo eravamo già in piena epidemia e bisognava adottare misure più previdenti.

Ritratto di BoycottPoliticalCorrectness

BoycottPolitica...

Dom, 22/03/2020 - 15:44

Sembra quasi che questo virus faccia sempre quello che serve. Tanti morti quando Giuseppi deve giustificare provvedimenti sempre più liberticidi, aumenta tra i ventenni se questi vanno a spasso un po' troppo, poi assalta i cinquentenni se vanno al lavoro, ecc. Il virus più disciplinato mai visto.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 22/03/2020 - 15:45

Se simettessero tutti una mascherina, forse non sarebbe male, che lavori o no, basta che esca di casa.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 22/03/2020 - 15:58

Su questo articol onon interviene i llogorroico ConteRaffaello, non trova niente per insultare Salvini.

Gio56

Dom, 22/03/2020 - 16:25

Leonida55,probabilmente ci sta ancora pensando.

Ritratto di venividi

venividi

Dom, 22/03/2020 - 16:29

Una cosa è essere contaggiato e un'altra è morirne. Perché no9n si fa un paragone con la TORALITA' di decessi l'anno corso e quest'anno? Forse aiuterebbe a mettere a fuoco meglio le cose come stanno veramente

POKER70

Dom, 22/03/2020 - 16:44

Si però attenzione detto così è un po fuorviante, è molto probabile che molti siano già rimasti contagiati, anche im fasce d'età più basse, e molto probabilmente l'hanno sfangata senza conseguenze.

killkoms

Dom, 22/03/2020 - 16:54

Subdolo virus!

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 22/03/2020 - 17:02

L'età non c'entra un katz. Quando arrivano le pestilenze i vira non fanno i distinguoma colpiscono alla cieca e chiunque può essere colpito.Sopravvivono quelli più forti e più fortunati, ma sempre in una bassissima percentuale. Il grosso parte.

jaguar

Dom, 22/03/2020 - 17:13

Leonida55, porta pazienza, forse il conte M...non sa che Salvini è più vicino ai 50 che ai 40.

Ritratto di eaglerider

eaglerider

Dom, 22/03/2020 - 17:21

Così continuando comincio a convincermi che, nonostante le misure adottate, saremo costretti a essere sottoposti, nonostante gli sforzi che si stanno facendo, all'immunità del gregge !

manson

Dom, 22/03/2020 - 17:31

ovvio. finchè morivano gli anziani a tanti troppi non fregava a nessuno. Maledetto chi ce l'ha portato chi ha taciuto e chi non ha preso provvedimenti.

ilguastafeste

Dom, 22/03/2020 - 17:59

Per forza, gli anziani sono quasi tutti morti...

Vittoria2020

Lun, 23/03/2020 - 18:35

Ma, scusate, che significa che ora il virus "colpisce i meno anziani'? Siamo TUTTI suscettibili al virus, nessuno è immune, a nessuna età, persino i bambini vengono infettati se vi vengono a contatto! Un conto è essere infettati e restare sintomatici, un altro è sviluppare poi la malattia! Dire che "l'età media dei contagiati si è abbassata" è sbagliato!