C'è "Vera", ciclone mediterraneo: temporali e vento forte al Centro-Sud

Un ciclone mediterraneo è presente ad ovest della Sardegna: "Vera" (questo il suo nome) sposterà il suo baricentro sul Tirreno provocando temporali e mareggiate sulle coste esposte. I venti soffieranno ad una velocità superiore agli 80 Km/h. Venerdì torna l'anticiclone

C'è "Vera", ciclone mediterraneo: temporali e vento forte al Centro-Sud

Come anticipato ieri, il Mediterraneo ha un ospite inatteso: è il ciclone "Vera", così battezzato dall'Istituto di meteorologia della Freie Universität di Berlino. Il suo occhio si trova ad ovest della Sardegna ed è in spostamento verso le zone centrali tirreniche pronto a scaricare altre piogge e temporali. Attorno al suo centro soffiano venti intorno ad 80-90 Km/h.

La forza di Vera

Le immagini aggiornate del satellite mostrano uno scenario inusuale: l'occhio del ciclone gira in senso antiorario attorno al suo centro di bassa pressione, ben visibile dall'animazione inviata dallo spazio. Mentre al Centro ed al Sud si rinnoveranno acquazzoni e temporali anche intensi (specialmente i settori tirrenici), le regioni settentrionali saranno ai margini dal maltempo: su queste zone le condizioni meteo sono già in miglioramento con ampie schiarite e tempo asciutto.

Le temperature massime saranno in lieve diminuzione nelle aree colpite dalle precipitazioni e su valori freschi per il periodo, intorno ai 15-18 gradi. Discorso diverso al Nord, dove il maggior soleggiamento favorirà una ripresa delle temperature che torneranno anche sui 20-21°C.

Anche domani le condizioni meteo saranno condizionate dal ciclone che concenterà la sua azione soprattutto al Sud e sulla Sicilia con piogge, temporali e raffiche di vento. Incerto anche al Centro con nuovi acquazzoni, specie nel pomeriggio, su Abruzzo, Molise e Lazio mentre il Nord si godrà un'altra giornata soleggiata con temperature pienamente primaverili.

I venti ciclonici

Nelle prossime ore sono attesi venti di burrasca sulla Sardegna con punte superiori agli 80-90 km/h ed il rischio di mareggiate sulle coste esposte. Venti di Scirocco piuttosto sostenuti anche sulle coste tirreniche di Campania e Lazio, di Grecale invece su quelle della Toscana.

Week-end con l'anticiclone

Da venerdì, però, l'area ciclonica sarà ormai quasi del tutto esaurita e l'alta pressione tornerà ad affacciarsi sul nostro Paese: le condizioni meteo subiranno un netto miglioramento anche se le ultime deboli piogge saranno possibili sulla Calabria e le due Isole Maggiori. L'anticiclone garantirà più sole ma avrà delle smagliature: come dicono gli esperti, non mancheranno delle minacce: un nuovo peggioramento con temporali è atteso per sabato e colpirà le Alpi e le pianure del Veneto. Bel tempo e clima mite, invece, sul resto del Paese.

Situazione speculare anche domenica quando, ad iniziali condizioni di bel tempo e tanto sole, seguirà un pomeriggio incerto soprattutto sui rilievi con la formazione di nubi e nuovi acquazzoni anche temporaleschi.

QUI TUTTE LE PREVISIONI