Il caccia F35 vietato ai piloti magri

Il seggiolino eiettabile crea problemi ai piloti sotto i 62 kg di peso. Il Pentagono stabilisce una bilancia per selezionare gli ufficiali

Abbandonate l'idea del pilota magro che deve entrare nella cabina di pilotaggio. Aviatori magri non potranno portare a spasso gli F35 che a breve dovrebbero essere operativo. Il seggiolino eiettabile, infatti, avrebbe dei problemi: per questo il Pentagono ha stabilito che gli ufficiali che saliranno sul caccia dovranno prima essere pesati. Se andranno oltre i 62 kg per loro niente decollo.

Non c'è pace per il gioiello della Lockeed Martin. I test infatti hanno messo in luce di nuovo dei limiti che potrebbero rivelarsi imbarazzanti per il caccia di ultima generazione. Quando il sedile viene espulso in caso di emergenza a bassa velocità e con piloti magri, il sistema di razzi che deve allontanare il seggiolino dal velivolo si inceppa. Insomma, se il pilota è troppo esile rischia grosso. E non è bello.

A confermarlo è il sito specializzato Defensenews. Ora i tecnici della Lockheed Martin e dell'azienda produttrice dei seggiolini stanno cercando di risolvere il problema. Anche se al momento solo uno dei piloti abilitati a portare nei cieli i prototitpi dell'F35 è stato bocciato. Questo non esclude però che tra gli Ufficiali dei paesi che lo hanno comprato ci siano persone "troppo magre".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di gammasan

gammasan

Gio, 01/10/2015 - 18:21

Non ho capito bene: prima dite che non devono andare oltre i 62Kg e poi che non devono essere troppo magri...Ma insomma, quanto devono pesare ???

freud1970

Gio, 01/10/2015 - 19:13

Il seggiolino eiettabile crea problemi ai piloti sotto i 62 kg di peso. Se andranno oltre i 62 kg per loro niente decollo. Claudio Cartaldo, si metta d'accordo, mi manda giustamente in crisi gammasan.

Ritratto di pinox

Anonimo (non verificato)

albertzanna

Gio, 01/10/2015 - 22:36

REDAZIONE DEL GIORNALE,- è più che chiaro che il giornalista, o articolista, Claudio Cartaldo pensa che gli aeroplani siano quelli delle giostre. Se non volete fare la figura del cioccolatai, ed è un male che il Giornale le faccia, dovete mettere uno che di aviazione se ne intende, per scrivere certi articoli. Se volete, io costo nulla ma di aeronautica, civile e militare, sono esperto, gli articoli ve li scrivo io. La notizia è questa: WASHINGTON — Concerns about increased risk of injury to F-35 pilots during low-speed ejections have prompted the US military services to temporarily restrict pilots who weigh less than 136 pounds from flying the aircraft, Defense News has learned. PILOTS WHO WEIFGT LESS THAN 136 POUND, piloti che pesano meno di 135 libbre, cioè 61.24 kg. E i rischi ci sono a bassa velocità, cioè al decollo, quando il pilota troppo leggero rischia di fare vela e sbattere contro iL tettuccio espulso. A vostra disposizione. albertzanna

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Gio, 01/10/2015 - 23:35

E' la solita storia dei giornalisti che capiscono roma per toma!!!!!!!

Ritratto di Aulin

Aulin

Gio, 01/10/2015 - 23:47

Semplicemente l'articolo ha un errore di stampa. C'è un "oltre" invece di un "sotto".

umberto nordio

Ven, 02/10/2015 - 07:09

Vietato ai magri ma non sopra i 65 kg. E allora chi vola?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 02/10/2015 - 23:11

Dove sono finiti i correttori di bozze dei giornali?