Caldo, anche i nostri amici a quattro zampe lo soffrono

Anche loro, come noi, rischiano il collasso a causa delle temperature elevate. Importante non far mai mancare dell’acqua fresca al nostro cucciolo

Caldo, anche i nostri amici a quattro zampe lo soffrono

Il caldo, soprattutto quello inusuale di questi giorni, crea molti problemi al nostro fisico. Ma non siamo solo noi a rischiare collassi a causa delle temperature decisamente elevate, anche i nostri amici animali fanno fatica a resistere al caldo torrido. Importantissimo è riuscire quindi a tenerli al fresco, in un luogo non assolato e lasciare sempre a loro disposizione dell'acqua. Come ha spiegato Marco Maggi, coordinatore dei servizi veterinari di Cà Zampa “Tutelarli dal caldo non è solo una questione logica, ma un vero e proprio meccanismo fisiologico. Il cane, a differenza dell'uomo, non suda e quindi non può ridurre il calore corporeo attraverso le ghiandole sudoripare, ma può abbassare la temperatura corporea ansimando a bocca aperta”.

Il cane si rende conto da solo di quanta acqua deve bere durante la giornata per sentirsi bene ed essere idratato. Fondamentale è quindi che l’acqua fresca sia sempre a sua disposizione. Se osserviamo bene il nostro amico a quattro zampe è facile capire quando ha sete “Il cane va subito in iperventilazione, si ferma, cerca di abbeverarsi ed eliminare il calore arieggiando dalla bocca. E’ importante da parte del padrone prevenire e accorgersi prima di eventuali segnali corporei: per esempio nel gioco, ogni 15-20 minuti dobbiamo far fare una pausa al nostro cane che, preso dalla voglia di divertirsi, è poco attento ai segnali del proprio organismo, rischiando anche di collassare improvvisamente”.

Teniamo poi presente che i cani e i gatti non si accorgono del marciapiede particolarmente caldo. Fido è infatti dotato di protezioni naturali fin dalla nascita. Praticamente delle scarpe incorporate. Grazie ai suoi polpastrelli costituiti da un tessuto di granulazione molto resistente ed elastico che, oltre a permettergli di camminare su terreni impervi, lo protegge anche dal caldo dell’asfalto. L’importante è che il padrone si occupi di controllare il polpastrello, che deve essere pulito e idratato. Come ha sottolineato Maggi “Esistono delle pomate apposite per prevenire eventuali screpolature e tagli”.

Non lasciamo mai i nostri animali da compagnia da soli in macchina, neanche se pensiamo di assentarci anche solo cinque minuti. Durante il periodo estivo le temperature si alzano in pochissimo tempo e nell’abitacolo possono velocemente raggiungere i 70 gradi. Se vediamo un animale chiuso all’interno di un’auto e non riusciamo a rintracciare velocemente il proprietraio, chiamiamo subito le Forze dell’ordine che sapranno come intervenire. Meglio poi evitare di portare a spasso il nostro cane durante le ore più calde della giornata, una passeggiatina al mattino e una in tarda serata saranno ottimali.