Carburanti, prezzi alle stelle: cosa aspettarsi alla pompa

I prezzi dei carburanti non intendono fermarsi e anzi, continuano a salire

Carburanti, prezzi alle stelle: cosa aspettarsi alla pompa

Sabato scorso si sono registrati nuovi movimenti al rialzo sui prezzi raccomandati dei carburanti. Nello specifico, Eni e IP hanno rivisto al rialzo di 2 centesimi benzina e diesel, Tamoil di 2 centesimi la verde e di 3 il diesel. Assorbendo il giro di aumenti dell'ultima settimana, i prezzi alla pompa risultano di conseguenza in notevole crescita. Quanto alle quotazioni dei prodotti petroliferi in Mediterraneo, venerdì hanno chiuso stabili.

Pieno sempre più caro

Ancora aumenti quindi per quanto riguarda i prezzi dei carburanti, con i ribassi dei mercati petroliferi internazionali che risultano del tutto assorbiti dalla caduta dell'euro nei confronti del dollaro. La media nazionale della benzina in modalità self service è a 2,04 euro/litro, mentre il gasolio a 1,97. Secondo quanto emerso dalla solita rilevazione di Staffetta Quotidiana, nella giornata di sabato 11 giugno Eni ha aumentato di due centesimi al litro i prezzi consigliati sia della benzina che del gasolio. Per IP si registra un incremento di 4 cent/litro sulla verde e sul diesel. Per Q8 il rialzo di è di 2 cent/litro sul gasolio.

I prezzi su strade e autostrade

Queste sono le medie dei prezzi praticati che sono stati comunicati dai gestori all'Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico ed elaborati in seguito dalla Staffetta, rilevati alle 8 di ieri mattina su circa 15mila impianti: benzina self service a 2,039 euro/litro (+24 millesimi, compagnie 2,046, pompe bianche 2,022), diesel a 1,969 euro/litro (+33, compagnie 1,975, pompe bianche 1,956). Benzina servito a 2,160 euro/litro (+24 millesimo, compagnie 2,202, pompe bianche 2,076), diesel a 2,096 euro/litro (+33, compagnie 2,140, pompe bianche 2,010). Gpl servito a 0,829 euro/litro (-1, compagnie 0,838, pompe bianche 0,818), metano servito a 1,815 euro/kg (-15, compagnie 1,865, pompe bianche 1,776), Gnl 1,960 euro/kg (-4, compagnie 1,981 euro/kg, pompe bianche 1,945 euro/kg). Questi sono i prezzi che si trovano sulle reti autostradali: benzina self service 2,108 euro/litro (servito 2,338), gasolio self service 2,049 euro/litro (servito 2,284), Gpl 0,922 euro/litro, metano 2,164 euro/kg, Gnl 1,969 euro/kg.

Anche nell’ultima rilevazione i prezzi erano saliti, e non si registrava un aumento tale dai primi giorni dello scorso mese di marzo, quando tra l’altro non era ancora entrato in vigore il taglio dell’accisa sui carburanti di 30,5 centesimi al litro. La decisione presa dall’esecutivo voleva cercare di contenere l’aumento spropositato dei prezzi strettamente collegato alla guerra scoppiata in Ucraina. Il governo Draghi ha deciso di prorogare il taglio delle accise fino al prossimo venerdì 8 luglio, ma intanto i prezzi di benzina e diesel continuano a crescere con ritmo incessante. Senza il taglio delle accise i costi sfiorerebbero i due euro e mezzo al litro. La situazione è sempre più preoccupante.

Commenti