Caro-funerali, a Bologna le tasse più alte d'Italia

Nel capoluogo emiliano si pagano fino a 167 euro per il transito del carro funebre sul territorio comunale

Caro-funerali, a Bologna le tasse più alte d'Italia

In tempi di crisi si tassa veramente tutto. Anche i funerali. È Bologna a vincere la gara tra le città che fanno pagare di più, davanti a Milano, Firenze, Torino, Genova e Palermo.

Nel capoluogo emiliano, infatti, i parenti dei defunti si vedono imporre dal Comune una tassa di 167,63 euro per il "diritto per trasporto adulti da e per il territorio comunale": il transito del carro funebre sul territorio comunale. A Palermo si pagano 136 euro, a Torino 126,143; va decisamente meglio a milanesi e genovesi, che esigono semplicemente il pagamento di due marche da bollo da sedici euro.

Ci sono però delle distinzioni tra il transito del carro "entro il territorio comunale" e dall'hinterland al territorio comunale; inoltre, mentre a Torino e Palermo non si distingue tra residenti e non residenti, nelle altre città interessate dall'indagine questa distinzione è all'origine di tariffe differenti che possono arrivare anche a 60 euro "di risparmio".

Da Bologna, però, si difendono: Michele Gaeta, direttore dei servizi cimiteriali della città felsinea, spiega che la tassa imposta dal Comune comprende molti altri servizi che non sono inclusi nella cifra riscossa in altre città, come la permanenza in obitorio. Insomma, in un modo o nell'altro si deve sempre pagare. In vita come in morte.

Commenti