Il genitore aggredisce l'insegnante: con un pugno gli rompe il naso

L’episodio è accaduto nei pressi della scuola media Bosco di Marcianise. Adesso il docente denuncerà il suo aggressore alle forze dell’ordine

È andato a prendere il figlio a scuola, ma quando il ragazzo gli ha raccontato che a causa dell’assenza di alcuni insegnanti la sua classe era stata divisa e assegnata ad altri docenti è andato su tutte le furie. Il genitore ha chiesto spiegazioni a un professore, ma la discussione si è immediatamente animata. Il padre dell’alunno, in evidente stato di alterazione, è passato dalle parole ai fatti e con un pugno al volto ha rotto il setto nasale dell’insegnante, per poi scappare via insieme al figlio.

L’episodio è accaduto nei pressi della scuola media Bosco di Marcianise, nel Casertano, e adesso il docente dovrà denunciare il suo aggressore alle forze dell’ordine. Un anno fa un episodio simile è accaduto in un’altra scuola del Casertano, l'istituto comprensivo Edmondo De Amicis di Succivo. In quel caso, un'insegnante di 35 anni è stata picchiata dalla madre di una bambina di 4 anni. La docente è stata aggredita per aver osato correggere un esercizio di ortografia alla piccola alunna Andato a scuola a prendere la figlia, il padre ha trovato la bimba in lacrime proprio a causa delle correzioni subite. L'uomo è quindi andato dalla maestra deciso a coprirla di insulti.

Una volta tornato a casa ha poi raccontato l'accaduto alla moglie, che dalle parole è passata ai fatti. La mamma della bambina è infatti tornata a scuola e, trovata la docente, l'ha spinta più volte contro le pareti dell'aula, facendole sbattere la testa. Una settimana fa, invece, è finita in ospedale dopo essere stata aggredita a calci e pugni dalla madre di una sua alunna, una maestra della scuola elementare “San Filippo Neri” di Benevento. La donna si era recata nell’istituto scolastico per prelevare la figlia prima del termine dell’orario scolastico e l’insegnante si sarebbe opposta. Da questo rifiuto sembra sia scaturita la lite.

Urla e insulti da parte della madre dell’alunna, la quale, di fronte alla resistenza della maestra, ha cominciato a picchiarla con pugni e calci alla schiena. La donna è stata bloccata da altri insegnanti, giunti in soccorso della collega, che è stata trasferita successivamente in ospedale. Il fenomeno delle maestre picchiate si sta ampliando sempre più, con i genitori che considerano la violenza quale soluzione di controversie e problemi scolastici. Il fenomeno si sta aggravando negli ultimi tempi e andrebbe affrontato in maniera concreta e strutturale.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.