Catania, italiane sfruttate in negozio cinese: pagate un euro e 60 all’ora

Le due lavoratrici erano continuamente sottoposte a controllo remoto mediante telecamere posizionate nel negozio

Questa volta a essere sfruttate sul lavoro sono state due italiane. Se molto spesso si parla di stranieri costretti a lavorare in condizioni precarie, a Catania, a finire vittime dei datori di lavoro sono state due giovani italiane che, per motivi economici, hanno accettato un lavoro sottopagato in un esercizio commerciale gestito da imprenditori cinesi.

Come riporta Il Messaggero, senza aver firmato alcun contratto di lavoro, le due ragazze operavano per 10 ore al giorno e venivano pagate un euro e 60 centesimi all’ora. Inoltre, dalle indagini delle forze dell'ordine è risultato che le due lavoratrici erano continuamente sottoposte a controllo remoto mediante telecamere posizionate nel negozio.

Il titolare dell'esercizio commerciale è stato denunciato per sfruttamento dei lavoratori facendo leva sul loro stato di bisogno, mentre l'attività è stata chiusa temporaneamente. Gli agenti hanno riscontrato anche gravi mancanze non solo in tema di sicurezza degli ambienti di lavoro, ma anche di igiene: locali sporchi e senza armadietti dove i dipendenti potevano custodire i propri effetti personali.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

mariod6

Sab, 24/02/2018 - 19:38

Quanto prendono ogni ora la Boldrini e la Kyenge per far arrivare extracomunitari a centinaia di migliaia all'anno ???

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 24/02/2018 - 19:46

Rivolgetevi ai sindacati. Loro sono solerti nell'attaccare i datori di lavoro quando vedono illegalità. Ah, vale solo per gli italiani? Scusate, non sapevo che gli stranieri fossero immuni.

killkoms

Sab, 24/02/2018 - 19:52

contrariamente alla "vulgata comunista" dei poveri "immigrati" sfruttati dagli italiani,sovente accade il contrario!

venco

Sab, 24/02/2018 - 19:58

Chi le obbliga a lavorare per niente?

Ritratto di Lissa

Lissa

Sab, 24/02/2018 - 20:10

Queste sono le grande conquiste antifasciste. BUFFONI!

cgf

Sab, 24/02/2018 - 20:15

la loro cultura sarà la nostra, come mi piacerebbe sottopagare la boldrina

paolinopierino

Sab, 24/02/2018 - 20:28

Rispedire questi sporchi mandarini comunisti in Cina prima sequestrargli tutta la merce Amen.

Anonimo (non verificato)

yulbrynner

Sab, 24/02/2018 - 21:31

cinesi i nuovi ricchi italiani i nuovi poveri grazie a tutti i politici che ci hanno governato

jaguar

Sab, 24/02/2018 - 21:35

Si stanno invertendo le parti, e i sindacati vigilano.

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Sab, 24/02/2018 - 21:41

Andate a lamentarvi dai komunisti, che sono amici dei cinesi.

aredo

Sab, 24/02/2018 - 21:54

Ma se gli italiani in media pagano tra 2 e 7 euro l'ora .. e sempre meno quelli che riescono a prendere 5 o 7 euro l'ora ... di che si lamentano ? Pensano che la situazione sia migliore lavorando per italiani? Grazie alla sinistra con Renzi Gentiloni non esiste più il lavoro! L' Italia è un cesso come la Grecia! Distrutte entrambe dalla sinistra.

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Sab, 24/02/2018 - 23:13

Al secondo giorno avevo già messo fuori il cartello tuttogratis e ciaoq

lento

Dom, 25/02/2018 - 07:09

Nei negozi cinesi le guardie hanno paura di entrare per controllare i registri contabili...pericolo di morte.

Ritratto di REDUCE

REDUCE

Dom, 25/02/2018 - 11:37

navigando un po' in rete, vedrete che grandi capitali Cinesi hanno ormai comprato tutto il comprabile in Africa (miniere e via dicendo pagando i lavoratori con contratti cinesi) hanno un plain pluriennale d'investimenti con cifre folli in sud America......l'Italia è solo una goccia nel mare

killkoms

Dom, 25/02/2018 - 13:30

@vengo,chi obbliga i sedicenti migranti a pagare dei criminali per venire qui?