Cronache

Cecchi Gori in terapia intensiva, ma l'operazione è riuscita

Operato d'urgenza ieri notte per una peritonite acuta il produttore Vittorio Cecchi Gori è ora fuori pericolo, anche se per precauzione è stato ricoverato in terapia intensiva

Cecchi Gori in terapia intensiva, ma l'operazione è riuscita

Dopo una lunga notte, passata in ansia per la salute del Produttore Vittorio Cecchi Gori ricoverato ieri pomeriggio per forti dolori addominali al policlinico Gemelli di Roma, questa mattina i Dottori, tra cui il Professor Landi suo medico di fiducia che ha assistito stanotte all'intervento, è stato diramato il primo bollettino medico sul decorso post operatorio e sull'operazione. Si legge:

"Il Signor Vittorio Cecchi Gori questa notte è stato ricoverato tramite Pronto Soccorso e operato d’urgenza di appendicectomia laparoscopica per un appendicite acuta con peritonite localizzata dall’equipe del Professor Sergio Alfieri, Direttore della UOC di Chirurgia Digestiva mini invasiva della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS a Roma.
Nella tarda serata di ieri Cecchi Gori è giunto nel Pronto Soccorso del Gemelli in buone condizioni generali con i sintomi caratteristici dell’appendicite acuta, come ha spiegato il professor Francesco Landi medico personale e amico di Cecchi Gori.


Dopo l’intervento per precauzione Cecchi Gori è stato ricoverato presso la TIPO del Policlinico Gemelli, diretta da Massimo Antonelli, dove è stato stabilizzato. Le condizioni del paziente sono stabili e il trend in miglioramento lascia prevedere una rapida dimissione dalla Terapia intensiva post chirurgica, salvo imprevedibili variazioni.

Il produttore è stato accompagnato dal figlio Mario che è attualmente al suo capezzale insieme all'ufficio stampa della famiglia Cecchi Gori Angelo Perrone. Decisivo è stato l'intervento telefonico dell'ex moglie Rita Rusic, che è attualmente a Miami, nel convincerlo a farsi visitare dal Pronto Soccorso dove è stato ricoverato immediatamente in codice rosso. Senza questo le conseguenze sarebbero state molto gravi visto che il paziente è giunto al policlinico con un decorso clinico già in peritonite.

Commenti