Cronache

Commerciante paga la multa con il Pos e gli addebitano 5 euro

Un commerciante sanremese ha pagato una multa per divieto di sosta con il Pos e gli sono stati addebitati 5 euro. L’esercente ha denunciato il fatto su Facebook sperando che serva a qualcosa

Commerciante paga la multa con il Pos e gli addebitano 5 euro

Un commerciante sanremese ha pagato una multa per divieto di sosta con il Pos e gli sarebbero stati addebitati 5 euro di commissione. L’esercente ha denunciato il fatto su Facebook con tanto di foto della ricevuta:“Ricordate le polemiche per la gelateria che chiedeva un supplemento per il pagamento tramite bancomat/pos? Oggi ho pagato direttamente agli agenti della polizia una multa con il bancomat. Rispetto all'importo della multa, causa pagamento con bancomat, mi hanno applicato una commissione pari a 5 euro. È un mondo meraviglioso”.

Gli agenti lo avevano avvertito

L’esercente che ha innescato la polemica è stato quindi contattato da SanremoNews e ha spiegato di aver in effetti posteggiato la sua vettura in divieto di sosta per qualche minuto e che, proprio mentre stava andando via con la macchina, sono arrivati gli agenti della polizia stradale. A nulla è servito cercare di giustificarsi, i poliziotti hanno comunque staccato la multa. L’uomo ha quindi accettato di pagare la contravvenzione chiedendo se fosse possibile farlo subito utilizzando il bancomat. A quel punto gli è stato risposto che era certamente possibile, ma avvertendolo che in quel caso si sarebbe trovato da pagare una commissione di 5 euro. “A questo punto, incredulo, ho voluto provare il brivido di verificare se questa cosa ridicola fosse vera, nonostante l’avvertimento. Era tutto vero”, ha raccontato ancora incredulo.

Ecco perché ha postato il fatto sui social

Il commerciante della cittadina ligure si chiede adesso se questo sia giusto. Lui stesso ha affermato di avere preso a nolo il Pos per il suo esercizio commerciale e di pagare le spese. “Ma è normale che lo Stato da una parte chieda ai cittadini di ricevere il pagamento con il pos senza addebiti e dall’altra imponga il pagamento di quella che è una tassa?”, ha chiesto ancora adirato per quello che ha verificato sulla sua stessa pelle. Il negoziante ha poi concluso asserendo che si tratta di una cosa è vergognosa, che lo fa molto arrabbiare. Ha infine giustificato la sua idea di pubblicare la storia sui social spiegando che il governo vuole portare tutti i cittadini a pagare con il Pos e che lui stesso ha voluto rendere pubblico quanto gli è successo perché così magari, se la notizia si diffonde, la polizia di Stato riuscirà a far pagare con il bancomat senza aggiungere il costo delle commissioni.

Commenti