Consulente del Ministero vendeva segreti fiscali

Per due anni, dal 2013 al 2015 una consulente del Ministero dell'Economia ha rivelato atti riservati sulle discussioni delle normative fiscali nel governo

Per due anni, dal 2013 al 2015 una consulente del Ministero dell'Economia ha rivelato atti riservati sulle discussioni delle normative fiscali nel governo ottenendo in cambio un compenso da 220 mila euro. Su questa ipotesi di reato sta indagando la procura di Milano, secondo quanto riporta ilCorriere. Mail sequestrate e telefonate intercettate: sarebbero questi gli indizi che porterebbero la procura a puntare il dito contro Ernst & Young e il suo seniro partenr italiano Marco Ragusa. L'accusa sarebbe quella di corruzione del consigliere ministeriale Susanna Masi a cui sarebbe contestata anche l'ipotesi di "rivelazione di segreto d'ufficio" e il reato di "false attestazioni sulle qualità personali" per non aver reso noto il suo conflitto di interessi. La donna infatti avrebbe lavorato in passato proprio per il colosso di consulenza legale ed è entrata in via xx settembre nel 2012 col governo Monti. Adesso gli inquirenti dovranno accertare i motivi che avrebbero spinto la donna ad accettare l'accordo e soprattutto individuare la tipologia di informazioni rivelate. Intanto sul caso è intervenuto il legale della Masi che ha affermato: "Hanno da poco ricevuto l’avviso di conclusione delle indagini preliminari e che sono ancora in attesa di ricevere tutta la documentazione acquisita dalla Procura. È ovviamente intenzione della dottoressa Masi- precisa il legale- di farsi interrogare dai Pubblici Ministeri, con la totale ed assoluta convinzione di dimostrare la correttezza del proprio operato e l’infondatezza degli addebiti che le vengono mossi".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

jeanlage

Mer, 22/11/2017 - 09:44

Intanto, tanto per iniziare, si dovrebbe vietare ad Ernst & Young di operare in Italia. Queste multinazionali dell'intrallazzo da decenni ci succhiano il sangue.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 22/11/2017 - 10:04

i dipendenti pubblici , dai ministri all'ultimo inserviente , hanno bisogno di arrotondare , la vita(bella) costa !

Massimo Bocci

Mer, 22/11/2017 - 10:25

La prassi in un governo di Corrotti,Golpisti e LADRI,anti Italiani!!!

Ritratto di Antero

Antero

Mer, 22/11/2017 - 10:49

no comment ...

Albius50

Mer, 22/11/2017 - 11:11

Guarda un po' è entrata con il governo Monti

Ritratto di Antero

Antero

Mer, 22/11/2017 - 11:29

per arrotondare il magro stipendio ?

mariod6

Mer, 22/11/2017 - 13:36

Stranamente non era stata assunta da Berlusconi. Come è possibile che Monti si sia fatto infinocchiare come uno di Forza Italia, secondo i puri del PD ???

Euge

Mer, 22/11/2017 - 13:38

ma era poveRIINA, lo faceva per nooi, glielo aveva chiesto l'EEUUroooopa, anzi, MARI O MONTI in persona ... proprio non avete pietà; guardate che lo dico la suo Pappa, che ci pensa lui a mettervi in riga con un'o-meglìa apposita

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Mer, 22/11/2017 - 14:12

E' il quarto governo di fila al completo che ha problemi di "conflitto di interessi" con la volontà popolare uscita dalle ultime elezioni. A un'accozzaglia di incapaci impresentabili importa solo di sedersi sulla prima poltrona disponibile e non è fregato nulla a nessuno di controllare se questa avesse o meno un conflitto di interessi, tanto uno più, uno meno...

baronemanfredri...

Mer, 22/11/2017 - 15:22

E PENSARE CHE CI SONO PERSONE ONESTISSIME INTELLIGENTISSIME CHE MERITEREBBERO QUESTO O ALTRO LAVORO IMPIEGO PIU' IMPORTANTE CON MANIFESTAZIONI ANCHE DI ELOGIO ED INVECE DISOCCUPATI E PIANGONO

baronemanfredri...

Mer, 22/11/2017 - 15:24

MONTI E' SEMPRE PIU' MONTI FRANOSI PER L'ITALIA