Quasi 11mila nuovi contagi. È record di tamponi: 167mila

Continuano a crescere i numeri del contagio da coronavirus nel nostro Paese. 67 i ricoveri in più in terapia intensiva

Sono 10.925 i nuovi casi di coronavirus (+2,79%) registrati nelle ultime 24 ore, durante le quali si contano anche 47 decessi. Gli attualmente positivi in Italia salgono a 116.935 unità e, nell'ultima gornata, sono stati dimessi e sono guariti 1.255 soggetti. Crescono ancora le terapie intensive, che arrivano a 705 unità con l'incremento dei 67 nuovi ingressi tra ieri e oggi e salgono anche i ricoveri semplici nei reparti Covid, che ora sono 6.617, con un aumento di 506 unità. Segnato un nuovo record di tamponi, che sono stati 165.837 in 24 ore. Rispetto a una settimana fa, in Italia c'è stato un aumento medio di casi totali del 98,4% e i tamponi sono cresciuti del 21,5% (fonte YouTrend).

La regione che anche oggi ha registrato il maggiore incremento è la Lombardia, dove sono stati registrati 2.664 casi di contagio da coronavirus su 29.053 tamponi eseguiti. Cresce anche la percentuale dei positivi sui tamponi testati, che al momento per la regione lombarda è del 9.1% circa. L'altra regione con oltre mille casi è la Campania, che rispetto a ieri è aumentata di 1.410 casi a fronte di 14.704 tamponi. Vicini a quota mille contagi giornalieri anche il Lazio (994) e il Piemonte (972). Leggermente meglio la Toscana, che in 24 ha rilevato 879 positività. Vanno segnalati i 27.748 tamponi effettuati nel Lazio, che così ha una percentuale di positivi/testati del 3,6%. Dei 992 positivi della regione, 494 sono stati rilevati sul territorio di Roma. Restano stabili a 98 le unità di terapia intensiva occupate da pazienti Covid nel Lazio.

La Regione Veneto ha fatto sapere che nell'ultima giornata sono 774 le nuove infezioni da coronavirus, mentre in Emilia Romagna sono 641 i nuovi casi registrati. In Abruzzo, invece, ci sono state 148 positività al tampone nelle ultime 24 ore ma 23 casi sono riconducibili a un matrimonio con circa 200 invitati a Bisenti, in provincia di Teramo, che si è tenuto ai primi del mese. A questo focolaio sono riconducibili in tutto 40 contagi. L'area in cui è esploso questo focolaio è stata una delle più colpite nel corso della prima ondata. In Puglia, invece, sono 350 i nuovi positivi, rilevati a fronte di 5.382 test su tutto il territorio.

Intanto inq ueste ore si sta riunendo il Comitato tecnico scientifico per discutere le misure del prossimo Dpcm, che prevede l'ulteriore stretta su bar e ristoranti. È in corso un braccio di ferro tra regioni e governo per determinare l'orario di chiusura, che stando a indiscrezioni potrebbero essere le 22 o le 23. Allo stesso orario potrebbe essere imposto il blocco della circolazione. Verranno, inoltre, introdotte nuove limitazioni per palestre ed è allo studio l'inizio delle lezioni alle 11 per gli studenti. "Le uniche misure di restrizione veritiere saranno quelle contenute nel Dpcm che verrà emanato non appena definito il quadro di intervento", precisano da Palazzo Chigi.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

baio57

Sab, 17/10/2020 - 17:23

Molto bene, i decessi sono 8 meno di ieri 36 meno di ieri l'altro . 167 mila tamponi 11 mila positivi (98% ASINTOMATICI!!) Prendiamo il dato del 22 marzo (IN PIENA CRISI PANDEMICA) ..25 mila tamponi e 6 mila positivi. QUINDI SE.......

jaguar

Sab, 17/10/2020 - 17:24

Bisognerebbe sentire il parere di quelli che in estate affermavano che il virus era sparito. E ce ne sono stati parecchi.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 17/10/2020 - 17:25

io ho il sospetto che ha avuto bruno vespa: cioè che un tampone fatto la prima volta venga conteggiato come prima volta anche nel caso di secondo e terzo tampone dello stesso soggetto! cosi, non solo si moltiplicano i costi, ma anche i numeri dei casi contagiati. la furbata tutta di sinistra.... a cosa giova questo trucco? :-)

marzo94

Sab, 17/10/2020 - 17:28

I tamponi aumentano a dismisura, ovviamente anche i positivi (quasi tutti asintomatici) , così si può poi giustificare qualsiasi nefandezza. Questi premono per il lockdown, ma sarebbe la morte del Paese. Chi può farlo senza rischi reali esca e viva , chi deve stare prudente lo faccia. Altrimenti moriremo tutti di fame.

Ritratto di Attila51

Attila51

Sab, 17/10/2020 - 17:46

Sono sempre lo 0 04% la percentuale fra tamponi e ricoverati in terapia. Di cui 55 con patologie gravi e quindi aggravati dal virus. Ergo 9 su 167.000 tamponi

Ritratto di illuso

illuso

Sab, 17/10/2020 - 17:47

Per rispetto degli altri, quando esco di casa, prendo tutte le precauzioni del caso, però se permettete vorrei cominciare a vivere, ad andare in pizzeria, ad effettuare un acquisto in un negozio del centro e non dovere rivolgermi ad Amazon, ad andare a trovare i miei nipotini e dare loro la "mancetta" per il gelato... Da quando c'è il virus in circolazione il mio modesto conto in banca aumenta a causa degli arresti domiciliari. Sono stanco di vivere nella paura, non ho molti anni di vita davanti a me e vorrei non viverli da ammalato essendo sano, spero di uscire in fretta da questa situazione e faccio mio il pensiero di marzo94 ore 17:28 : chi può farlo senza rischi reali esca e viva , chi deve stare prudente lo faccia. Altrimenti moriremo tutti di fame. Buona domenica a tutti.

CICERONE24

Sab, 17/10/2020 - 17:56

Premetto che io odio qualsiasi tipo di restrizione e mancanza di libertà. Detto questo si fa un gran parlare di lockdown e coprifuoco, ma laddove è necessario non c’è nessun controllo. Si fanno multe a povere vecchiette e una cameriera che esce fuori del locale per fumare. Oggi sono stato a Frascati, vicino Roma. Vi erano centinaia di giovani, tutti senza mascherina, ma non si è vista nemmeno l’ombra di un vigile o di poliziotto. A pensar male si fa peccato, ma dice va Andreotti qualche volta ci si indovina: sembra che qualcuno stia spingendo per aumentare i contagi, in modo da avere poi le mani libere e mettere in quarantena tutta l’Italia. Indovinate chi?

giove4

Sab, 17/10/2020 - 18:00

un mondo di mariuoli: se volete veramente far capire alla gente il tasso di mortalità del virus, dovreste riportare il numero dei decessi delle persone sopra i 60/70 anni (a prescindere delle cause di morte - spesso artatamente fasulle), dei diversi periodi dell'anno (giorni o settimane o ... quello che volete) rispetto agli stessi periodi degli anni ante Covid. Solo cosi potremo capire la letalità del virus. Qui non si fa altro che parlare dei numeri assoluti dei contagiati e non del rapporto tra positivi e testati.

fabio_

Sab, 17/10/2020 - 18:07

Jaguar: forse se in estate, quando il virus era più labile, si fosse lasciato circolare tra i giovani (a cui provoca limitatissime conseguenze) invece di isolare gli asintomatici (che si comportano da "vaccinatori naturali, ossia trasmettono frammenti di virus, virus attenuato dagli anticorpi o bassa carica virale; in pratica come fanno i vaccini), non saremmo in questa situazione. E' così che si combatte un virus poco letale ad ampia diffusione in assenza di vaccino ("focused protection"), come chiedono, solo per fare qualche esempio, le migliaia di medici capeggiati da docenti di Oxford, Harvard e della Stanford University nella Great Barrington Declaration, o i medici belgi rivolti al proprio governo o come hanno fatto in Svezia e vogliono fare in altri Paesi come la Svizzera.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 17/10/2020 - 18:10

Fra tamponati,tamponandi e tamponatori hanno creato l"milioni di posti di lavoro". L'influenza stagionale non poteva fare di più del Coronavirus, perché sono diversi, ma così microscopicamente diversi da sembrare uguali.

bernardo47

Dom, 18/10/2020 - 11:24

Varare subito misure serie e rigorose! Basta traccheggiare! Chiudere alle 22 ristoranti e bar e simili! Il morbo infuria!

tremendo2

Dom, 18/10/2020 - 11:33

la fregatura sta nel numero di cicli di PCR adottati. Con 40 cicli di amplificazione sui tamponi si trovano 20 mila positivi. Con 45 cicli di amplificazione, i positivi diventano 30 mila. La Germania usa 25 cicli di amplificazione, e i suoi positivi si riducono a 7 mila. Quindi moltiplicando i cicli di amplificazione qualsiasi persona può essere trovata positiva praticamente a tutto. Poi i medici di base tedeschi a febbraio e marzo hanno prescritto 1.710.000 dosi giornalieri di idrossiclorochina… e hanno una mortalità che è 1/4 della nostra. Da noi l’AIFA ha vietato il vecchio antimalarico, il che dovrebbe suscitare qualche sospetto.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 18/10/2020 - 11:47

@bernardo47 - tranquillo, i tuo ieroi faranno di ben peggio. Chiuderanno tutto. A lor ointeressa arrivare "immuni" al semestre bianco.

ruggerobarretti

Dom, 18/10/2020 - 11:49

Il carosello del terrore quotidiano. Ma poi: ora che tutti si mascherano come mai aumentano i positivi??? Eppoi, anche volendo correlare il numero di sventurati che ci lascia le penne e che tutti sanno spesso muoiono per tutt' altro, con il numero dei positivi, mi sembra che il tasso di letalità non superi ora lo 0,5 %. Terribile, motivo certo per chiudere tutto all' infinito. Eppoi sti positivi che magari sono lo stesso soggetto ripetuto svariate volte. Eppoi questi tamponi iperamplificati che Mullis starà bestemmiando dall' aldilà. Insomma: the great covid swindle, sui teleschermi di tutti gli italiani, ora e sempre.

agosvac

Dom, 18/10/2020 - 12:30

Ovviamente più tamponi fanno più si scoprono i positivi. Ma non è che siano "nuovi" sono gente che era già stata contagiata. Il problema è che la gran parte è senza sintomatologie particolari pertanto manco ci pensa a sottoporsi a tampone. Anche perché avendo sempre usate le mascherine, ingenuamente credevano di non potere essere contagiati. Fossi in loro farei causa intanto a chi li ha illusi, e poi a chi ha costruito mascherine inefficienti dicendo che proteggevano dal virus mentre proteggono solo dai batteri.