Coronavirus, caro-voli per la Sicilia: fino a 400 euro a biglietto

Amara sorpresa per tanti giovani siciliani che, in questi giorni di emergenza, vogliono far rientro sull'Isola dal Nord Italia: il costo di un biglietto può arrivare fino a 400 euro

Coronavirus, caro-voli per la Sicilia: fino a 400 euro a biglietto

"Posti esauriti e prezzi alle stelle. Da quando è scoppiata l’emergenza Coronavirus fioccano le segnalazioni degli utenti siciliani che, ancora una volta, devono pagare il salatissimo prezzo del caro voli aerei per la Sicilia".

È intervenuto a gamba tesa il Commissario regionale dell’Unione per la difesa dei consumatori (Udicon) Marco Corsaro, a favore di molti giovani siciliani, per lo più studenti, residenti in Lombardia o Veneto che hanno deciso di rientrare sull'Isola per la sospensione delle lezioni uninversitarie o, semplicemente, per paura di contrarre il Covid-19.

400 euro un biglietto

La sorpresa più amara, però, l'hanno riscontrata al momento dell'acquisto di un biglietto aereo dove i prezzi sono schizzati alle stelle, fino a 400 euro da aeroporti come Milano, Bergamo e Venezia verso Palermo e Catania. "Siamo di fronte all’ennesima, ingiustificata, speculazione delle compagnie aeree sulla pelle di un’intera Regione - ha tuonato Corsaro - nelle ultime ore sono tantissimi e soprattutto giovani i siciliani, residenti per motivi di studio o lavoro nelle Regioni colpite dal Coronavirus, che hanno deciso di rientrare sull’Isola dopo la sospensione delle lezioni nelle Università o per altri motivi".

Come riporta il quotidiano online IlSicilia.it, la polemica segue di poche settimane quanto accaduto durante il periodo natalizio, quando la Regione mise a disposizione i propri pullman per i prezzi, proibitivi, per far rientro sull'Isola dalle proprie famiglie. La storia si ripete, anche di fronte ad un'emergenza sanitaria mondiale. "La Sicilia si trova a dover pagare l’ingiusto costo della propria insularità - sottolinea Corsaro - anche di fronte ad un’emergenza sanitaria di portata mondiale".

Il rimborso delle ferrovie italiane

Ma c'è una buona notizia: chi, al contrario, avesse già acquistato un biglietto ferroriviario da o per la Sicilia ma non se la sentisse di viaggiare, sia Ferrovie dello Stato che Italo procederanno al rimborso integrale della cifra spesa. “L’Udicon, con i suoi sportelli in tutta la Sicilia – aggiunge – è a disposizione dei consumatori vessati dal caro voli per tutte le iniziative del caso, nonché per le pratiche di rimborso che spettano a coloro che rinunciano a viaggiare per l’emergenza coronavirus. Ferrovie dello Stato e Italo-Ntv hanno già comunicato di essere pronte a riconoscere il rimborso integrale dei biglietti, mentre anche per le spese di trasporto legate a manifestazioni, concorsi pubblici ed eventi annullati a causa dell’emergenza è possibile riavere indietro quanto speso”.

Commenti

Grazie per il tuo commento