Quasi 12mila contagi in Italia: ​in Lombardia i casi sono 2.975

Crescono ancora i contagi da coronavirus: 11.705 su 146.541 tamponi. Nelle ultime 24 ore sono morte 69 persone

In attesa della conferenza di Giuseppe Conte, prevista attorno alle 20, per la presentazione del nuovo Dpcm in vigore da domani, è stato diramato il nuovo bollettino dei contagi da coronavirus in Italia. Sono 11.705 i nuovi casi registrati nel Paese, in crescita rispetto a ieri. Salgono anche le terapie intensive, che raggiungono le 750 unità, con un incremento di 45 unità rispetto a ieri. Sono, invece, 7.881 i ricoveri, cresciuti di 559 rispetto al giorno precedente. I tamponi effettuati sono stati 146.541 nelle ultime 24 ore. Si contano 69 decessi in più rispetto a ieri e 2.334 guariti in 24 ore.

Anche oggi, la regione che ha registrato più casi in assoluto è stata la Lombardia, che nelle ultime 24 ore ha registrato 2975 nuovi casi di positività, tra i quali ci sono 170 "debolmente positivi". I decessi Covid salgono a 21 in un giorno nella regione e crescono anche i ricoveri, oltre 120 (122) in 24 ore. In crescita anche la pressione sulle terapie intensive, nonostante gli ospedali siano ancora in grado di gestire l'emergenza. In tutta la regione ci sono stati 14 nuovi ingressi in terapia intensiva, che portano in totale a 110 il numero di posti occupati e, di questi, sono in totale 84 i pazienti che per necessità sanitaria sono stati intubati. A fronte di questi numeri sono cresciuti anche i tamponi, che nella sola Lombardia hanno superato le 30mila unità in 24 ore, raggiungendo il numero record di 30.981. La provincia con l'aumento maggiore è stata Milano, con 1463 casi. L'aumento inizia a preoccupare e per questo motivo in alcuni ospedali della Lombardia sono stati riaperti i reparti Covid, gradualmente chiusi da maggio in poi.

Ancora più preoccupanti, se rapportati al numero di posti Covid disponibili, sono i dati della Campania, che in 24 ore ha registrato 1376 nuove positività al coronavirus. A far paura in Campania sono i posti in terapia intensiva in via di esaurimento. Sono attualmente 75 su 110 le postazioni Covid occupate mentre sono 817 su 840 i posti letto Covid attualmente impegnati in degenza ordinaria. Dei nuovi positivi al coronavirus, la regione segnala che sono 67 i sintomatici mentre i restanti sono asintomatici 1434 sono asintomatici. In crescita anche in Campania il numero di tamponi, che oggi è stato di 14.074. Nessun morto è stato registrato nelle ultime 24 ore. Sfonda quota 1000 positivi al giorno anche il Lazio, dove sono stati individuati 1198 contagi su 23 mila tamponi. La regione segnala che nelle ultime 24 ore sono stati 6 i morti e 49 i guariti. Nel bollettino, la Asl ha specificato che dei contagi di oggi, 197 sono notifiche ritardate. All'ospedale Spallanzani, hub Covid per il Lazio, sono in totale 216 i ricoveri, in crescita di 9 unità rispetto a ieri. Tra questi ci sono anche 39 pazienti in terapia intensiva, su 99 complessivi della regione. "Prosegue il rafforzamento della rete ospedaliera con altri 700 posti. Se non si piega la curva nelle prossime due settimane la situazione sarà critica", ha affermato l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato.

Sono oltre 1000 anche i casi in Piemonte, che ha registrato 1123 contagi da coronavirus in 24 ore. L'Emilia Romagna segnala, invece, 526 casi positivi a fronte di 9.163 tamponi, oltre 500 test effettuati in più rispetto a ieri. La Toscana, invece, ha rintracciato 906 contagi su 13.380 effettuati. Sono 800 i casi segnalati in Veneto, che vede un incremento di 44 unità ricoverate negli ospedali regionali, dove ci sono anche 52 pazienti in terapia intensiva, 2 in più rispetto a ieri. Nella regione ci sono state 9 vittime in 24 ore. La Sicilia ha registrato 548 positivi su 6.390 tamponi, e 3 morti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Helter_Skelter

Dom, 18/10/2020 - 17:26

Tendenza preoccupante per qualcosa che era clinicamente morto.

manson

Dom, 18/10/2020 - 17:32

Sommiamo i dati degli ultimi giorni e poi corriamo nella movida brindando al clinicamente morto

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 18/10/2020 - 17:44

Solito terrorismo!.....Chi sono questi "positivi"?....Stanno bene?....sono asintomatici?...Chi ha bisogno di "terapie intensive"?...Che patologie pregresse hanno?....Che età hanno?...I morti chi sono?...Patologie pregresse?....Età?.....Smettetela con questo calderone TERRORISTICO che interessa lo 0,5% della popolazione Italiana!

Ritratto di anno56

anno56

Dom, 18/10/2020 - 17:48

Di clinicamente morto qui c'è se solamente la verità e l'economia di questo povero paese in mano ad una banda di inetti fanatici del fuffa virus.

ExOccidenteLux

Dom, 18/10/2020 - 17:52

La velina necessita di alcune integrazioni. Età mediana dei deceduti: 82, in linea con l'aspettativa di vita. Letalità (inclusi morti solamente positivi): 0,15%. Possibilità di sopravvivere al covid divisa per fasce d'età: 99,997% (0-19); 99,98% (20-49); 99,5% (50-69); 94,6% (70 e oltre).

Jon

Dom, 18/10/2020 - 18:04

Tamponi e mascherine..Un business che con gli immigrati battono primati da record sugli incassi di Comuni, ONG & C. Occorre SPECIFICARE che aumentando i Tamponi aumentano i positivi Asintomatici , e che quelli in terapia stanno bene, ma siccome rendono parecchio, le terapie vanno utilizzate!! Decessi mai certificati, ma veri per la Banda Tecnico Politico.. Dati fasulli, sparati ogni giorno che NON INDICANO NULLA, se non l'obbedienza alle Lobby...

Ritratto di moshe

moshe

Dom, 18/10/2020 - 18:07

Considerato che un sesto della popolazione italiana risiede o vive in Lombardia, 2.975 contagi su 12mila sono ancora inferiori alla media sul totale. Con questo non voglio dire che si possa festeggiare ma bisogna considerare questi numeri e di conseguenza non drammatizzare lo stato dei contagi.