Coronavirus, Gallera: "Dovremo abituarci a indossare le mascherine"

L'assessore lombardo ha spiegato che nei prossimi mesi le mascherine dovranno essere una costante: "Dobbiamo abituarci a proteggerci e proteggere gli altri"

"Nei prossimi mesi le mascherine dovranno essere una costante". Lo ha affermato l'assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera facendo il punto sull'emergenza coronavirus in regione. "Dovremo abituarci ad usarla tutti, da qui in poi, per proteggere gli altri da noi e noi essere protetti da tutti gli altri", ha aggiunto.

L'assessore ha aperto la consueta conferenza stampa citando lo "straordinario gesto" di una signora milanese di 80 anni che ha fatto recapitare in Regione Lombardia, per lui e per il governatore Attilio Fontana, una busta contenente delle mascherine fatte a mano. "Ci scrive: 'Sono un'80enne di Milano che ama la vita, quello che auguro a tutti. Forza che ce la faremo'. Ha commosso tutti noi per il tipo di gesto", ha raccontato Gallera mostrando il regalo ricevuto. Poi ha aggiunto: "La mascherina dovremo abituarci a usarla tutti, da qui in poi". Negli ultimi giorni, l'assessore aveva più volte ribadito che dovremo cambiare le nostre abitudini e ora ha spiegato che i dispositivi di protezione dovranno diventare "una costante".

L'assessore lombardo ha poi parlato di una serie di aziende italiane "che hanno iniziato a far testare dal Politecnico di Milano le loro mascherine e alcune sono già state autorizzate. Sono tre tipi considerate idonee con filtraggio all'80 per cento, si stanno producendo. Una prima azienda ne sta producendo 900mila al giorno". Dall'inizio dell'emergenza sono numerose le aziende che hanno riconvertito la loro produzione per dare un aiuto. Inoltre, migliaia di mascherine sono state distribuite dalla Protezione civile e altre donate da imprenditori o Paesi esteri. E ora che i dispositivi vengono prodotti in regione, arriveranno in maniera "più strutturata e abbondante". "La Regione Lombardia cercherà di metterle a disposizione di tutti i lombardi - ha assicurato Gallera -. Dobbiamo abituarci a proteggerci e proteggere gli altri, quindi qualsiasi cosa possa essere usato per fare da filtro è assolutamente importante".

Intanto, in Lombardia rallenta la crescita dei contagi. "Ad oggi, le persone positive sono 42.161 (1.154 in più rispetto a ieri, quando erano stati registrati 1.592 contagiati)", ha dichiarato Gallera. Ad aumentare invece è il numero delle vittime. "Sono 458 i nuovi deceduti per un totale di 6.818 morti (ieri invece si erano registrati 416 deceduti). Lo avevamo detto, questo sarà l'ultimo dato a migliorare: prima migliorano gli accessi al pronto soccorso, poi le persone ricoverate in ospedale e poi purtroppo quello dei morti", ha spiegato l'assessore.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.