Coronavirus, nuove regole di prenotazione sui treni Alta Velocità

Nuove regole di prenotazione del posto a bordo dei treni Frecce di Trenitalia. Prevista l'alternanza del posto e frequenti interventi di sanificazione a bordo dei convogli

Le disposizioni in seno al dcpm del 9 marzo impongono un cambio radicale, ma temporaneo, delle abitudini. In primis, quelle relative agli spostamenti su tutto il territorio nazionale con l'adozione di nuove misure per i viaggi sui treni a media e lunga percorrenza.

Prenotazione dei biglietti con modalità contingentate alla capacità ricettiva dei convogli e corse ridotte rispetto alla circolazione ordinaria delle Frecce. Questi, in estrema sintesi, gli interventi adottati da Trenitalia in ottemperanza al decreto "io resto a casa" varato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri nella giornata di lunedì. Al fine di garantire la distanza di sicurezza tra i passeggeri è prevista l'alternanza del posto e, di conseguenza, il divieto assoluto di assembramenti nei corridoi. Inoltre, ogni vagone sarà dotato di dispenser con gel igienizzanti a cui potranno attingere gratuitamente i viaggiatori per la detersione delle mani.

"Trenitalia ha avviato l'utilizzo di un nuovo criterio per la prenotazione dei posti a bordo delle Frecce. - si legge in una nota diramata dal gruppo FS - La nuova funzione di prenotazione, ideata e realizzata da FSTechnology (società del Gruppo) garantisce il rispetto delle distanze di sicurezza prescritte dalle disposizioni in materia di prevenzione e diffusione del virus Covid-19, mantenendo invariato il comfort offerto ai viaggiatori. Il nuovo criterio di prenotazione è un'ulteriore azione, dopo quelle già avviate dal Gruppo FS Italiane a tutela dei viaggiatori e dipendenti: potenziamento delle attività di sanificazione e disinfezione dei treni e dei luoghi di lavoro, riducendo gli intervalli di tempo fra una sessione di pulizia e la successiva; installazione a bordo dei treni dispenser di disinfettante per le mani; istituzione di una task force intersocietaria per monitorare costantemente l'evoluzione della situazione e garantire il coordinamento di tutti gli interventi disposti dai provvedimenti governativi in materia. Sui canali di vendita di Trenitalia, inoltre, è aggiornata l'offerta commerciale con tutte le modifiche". Le informazioni sulla circolazione dei treni sono disponibili su App Trenitalia e il sito web trenitalia.com.

Resta ancora un enigma, invece, la questione relativa al rimborso dei biglietti per tutti coloro che abbiano già provveduto all'acquisto di un titolo di viaggio per i treni Alta Velocità Frecciarossa e Italo. A tal proposito, il Codacons ha già minacciato iniziative legative a garanzia degli utenti. "Tutti coloro che hanno in mano biglietti ferroviari per viaggi da effettuarsi nei prossimi giorni hanno diritto al rimborso integrale di quanto pagato, perché il decreto del Governo rende di fatto inutilizzabili i titoli di viaggio in tutta Italia in assenza di motivi che giustifichino gli spostamenti. - afferma il Codacons - Diffidiamo oggi Trenitalia e Italo-Ntv a rispettare i diritti degli utenti, e siamo pronti a iniziative legali contro le società che non rimborseranno i viaggiatori".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Gabriele184

Gabriele184

Mar, 10/03/2020 - 18:05

Ringraziamo il Codacons, che periodicamente tuona inutilmente per mostrare di esistere ancora..

COSIMODEBARI

Mar, 10/03/2020 - 18:44

Il massimo che otterrà il Codacons sarà una grande ammenda a carico di FS. Ma i viaggiatori con in mano i titoli di viaggio inutilizzabili non beccheranno un centesimo, avranno perso tutto l'importo già pagato. Questa storia dei rimborsi va avanti già dal 2 marzo scorzo. I furbetti di FS il 2 marzo hanno pubblicato sul loro sito alla voce "info sul traffico" che le FS rimborsavano tutti i biglietti per i quali venivano richiesti l'annullamento del viaggio con un bonus spendibile in un anno. Tale dcitura è stata esposta sul sito sino a tarda sera del 4 marzo. E l'ho fatta leggere alla biglietteria FS di Molfetta. La stazione ha accettata la mia richiesta. Poi il 5 marzo, esattamente un giorno dopo, la dicitura era sempre la stessa ma magicamente conteneva sotto una linea rossa su cui cliccare. Cliccavi e diceva che i rimborsi erano terminati con le richieste in data 1 marzo. Questo è un fatto vero accaduto a me.

ilcapitano1954

Mar, 10/03/2020 - 19:11

non solo Trenitalia, ma anche Easyjet, mentre Ryanair ha già provveduto. Poi ci sono i rimborsi degli hotel prenotati.