"Cosiddetto vaccino", "Non dica str...". Pregliasco perde le staffe

Il virologo si è infuriato in tv con l'eurodeputata Francesca Donato, che aveva parlato di "cosiddetto vaccino". Durissima la sua reazione: "Perché dice sempre scemenze? Basta, per favore!"

"Cosiddetto vaccino", "Non dica str...". Pregliasco perde le staffe

All'udire la stavagante definizione di "cosiddetti vaccini", il virologo Fabrizio Pregliasco ha perso le staffe. Non poteva accadere altrimenti. Le argomentazioni dell'europarlamentare no-vax Francesca Donato hanno irritato e non poco il Direttore Sanitario dell'IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano, da mesi in prima linea nella lotta al Covid e fermo promotore della campagna vaccinale. Su La7, nell'odierna puntata de L'Aria che Tira, il professore è intervenuto d'impeto per arginare le affermazioni dell'ex esponente leghista da lui bollate come "scemenze".

La variante Omicron, aveva affermato la Donato, "potrebbe essere l'occasione per immunizzare la maggior parte della popolazione". L'eurodeputata ha poi sostenuto che "l'immunità di guarigione, al contrario di quella data da questi cosiddetti vaccini, è una immunità vera e duratura". Dichiarazioni che hanno fatto letteralmente sobbalzare Pregliasco. Il virologo, ascoltando quelle tesi, è esploso. "Cosiddetti vaccini? Ma perché dice sempre scemenze! Non è accettabile dire stron**te ogni volta! Per favore, basta! Perché deve dire queste cose? È veramente incredibile", ha sbottato il professore. Nel frattempo, la Donato proseguiva imperterrita la propria intemerata no-vax, beccandosi pure il rimprovero del conduttore Francesco Magnani. "Sui cosiddetti vaccini mi sento anche io di avere qualche perplessità, anche perché rispetto all'anno passato abbiamo un numero incredibilmente inferiore di ricoverati in terapia intensiva e di decessi", ha osservato il giornalista.

Ormai indispettito, Pregliasco ha poi troncato nuovamente l'interlocutrice che si appellava al concetto di libertà. "Ma che libertà? Libertà di dire scemenze!". Tra l'eurodeputata e il virologo erano volate scintille anche negli attimi precedenti, quando la Donato aveva teorizzato l'inefficacia del super green pass. "Non ha nessun fondamento scientifico", aveva chiosato, sostenendo che la situazione fosse anzi peggiorata. Anche in quel caso, le sue dichiarazioni avevano suscitato disapprovazione tra i partecipanti al dibattito. Pregliasco in primis.

Commenti