"Non è possibile aspettare". Ecci il "piano" di Bassetti

Il medico ha affidato il suo pensiero in un post sulla sua pagina Facebook: “Non è possibile aspettare ancora”

L'infettivologo Matteo Bassetti
L'infettivologo Matteo Bassetti

Il professor Matteo Bassetti ha affermato in un post sulla sua pagina Facebook la sua opinione riguardo l’obbligatorietà del vaccino alle persone con età superiore ai 40 anni. "Obbligo vaccinale da subito per chi ha più di 40 anni. Non è possibile aspettare ancora. Andrà sempre peggio con la delta" ha scritto il direttore della Clinica di Malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova. L’infettivologo genovese ha lanciato l’allarme alla luce dell'andamento dei contagi da covid e dei ricoveri dovuti alla variante delta tra i pazienti che non hanno ricevuto il vaccino.

Bassetti: "Obbligo vaccino per fasce d'età"

In un video, postato sempre sul social, Bassetti ha spiegato che l’unico modo per proteggere il nostro sistema sanitario e difenderlo dall’ondata No vax, l’unico strumento è quello di mettere l’obbligo. Il professore si è poi detto ancora convinto che “l’unico modo per riuscire a vaccinare tutti sia l’obbligo vaccinale”. Ma non quello per categorie di lavoratori, bensì per fascia di età, a partire dai soggetti con più di 40 anni perché secondo Bassetti sono quelli che stanno arrivando, e arriveranno, in ospedale contagiati.

L’infettivologo ha poi reso noto che dai primi dati di Pfizer arrivati viene dimostrato che con le tre dosi “siamo perfettamente coperti nei confronti della variante omega” e non solo nei confronti della variante delta. Per quanto riguarda la Omicron l’esperto ha sottolineato che probabilmente è magari sì più contagiosa, ma dal Sudafrica non arrivano dati su casi così gravi. La variante sembra quindi essere meno impegnativa rispetto a quello che si pensava inizialmente e rispetto alla delta. Tenendo però presente che noi in Italia abbiamo soprattutto la delta. La raccomandazione di Bassetti è che chi non ha ancora fatto la terza dose la faccia, mentre coloro che non hanno ancora ricevuto il vaccino vadano a fare la prima dose.

A quando la quarta dose

Secondo Bassetti la quarta dose di vaccino anti-Covid si dovrà fare probabilmente nel 2022, e più precisamente nella seconda parte dell'anno. Secondo il primario però il governo dovrebbe rivedere la modalità con cui si contano i ricoveri. Infatti “un conto è sapere che ho 100 persone ricoverate in ospedale e tutte con la polmonite da covid. Un altro è avere 100 persone che hanno il tampone positivo. Avere il tampone positivo non significa essere malati. È chiaro che il governo deve cambiare la modalità con cui conta i ricoveri in ospedale" ha spiegato.

Commenti