La "profezia" sul lockdown: "Cosa accadrà mercoledì"

Il virologo Andrea Crisanti pronostica gli scenari prossimi del virus: "Se i dati peggiorano, il lockdown sarà inevitabile"

"Se entro mercoledì vedremo dati differenti, sarà finita". Non usa mezzi termini, e ci va giù pesante, il virologo Andrea Crisanti riguardo agli scenari futuri della pandemia che, ormai, appare in stadio avanzatissimo in numerose città italiane. "Abbiamo aspettato troppo tempo – dice il direttore di Microbiologia dell’Università di Padova al Messaggero al giornale Open – Il lockdown nelle regioni maggiormente in affanno andava fatto due settimane fa, non adesso''.

Lockdown sì o lockdown no? Un dubbio amletico attorno al quale si scervellano decine di esperti: dai virologi di fama conclamata ai membri della task force di Conte per l'emergenza sanitaria. Che si stia profilando repetinamente lo scenario 4 - "virus fuori controllo" - è un dato di fatto o, almeno, questo riferebbe l'ultimo report dell'Istituto Superiore di Sanità diffuso dal Ministero della Salute. Gli indicatori della pandemia (il famoso indice Rt) non sono rassicuranti ma è pur vero che non è stata ancora superata la soglia critica delle terapie intensive (30%) mentre quella delle stutture sanitarie per i casi Covid è ferma al 40%. Tuttavia l'ipotesi di una chiusura di tutte le attività, con conseguenze riduzione della mobilità per i cittadini, diventa sempre più concreta e imminente. A metà della prossima settimana, mercoledì secondo Crisanti, si decideranno le sorti del Paese."Se mercoledì vedremo dati differenti, sarà finita – spiega l'ex consulente di Luca Zaia – Si andrà per forza al lockdown, magari in una forma meno severa di marzo. Ma qualcosa sarà inevitabile fare".

Le regioni a "rischio elevato" attualmente sono 11 - il dato è da considerarsi a titolo precauzionale - e per 4 sarebbe già scattato l'allarme rosso (Calabria, Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte) più la provincia autonoma di Bolzano dove l'indice Rt è schizzato sopra il 2 già la scorsa settimana. In misura delle evidenze rilevate, e sulle proiezioni pronosticate dagli esperti, è possibile che si opterà per delle soluzioni localizzate, ovvero, dei lockdown circoscritti ad aree ben definite del territorio."Potremmo decidere chiusure meno severe nelle Regioni con una minore diffusione del virus, più rigorose nelle altre". Ma se l'idea iniziale era quella di sottoporre a strettissimo regime solo alcune città, adesso potrebbero essere coinvolte intere province: "Macroaree, - prosegue Crisanti - non c’è più tempo per interventi limitati a piccoli territori". Ad ogni modo, l'ultima parola spetterà al premier Conte mentre il destino delle regioni è affidato a sindaci e governatori. "Bisognava intervenire prima, adesso è tardi", conclude il virologo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di moshe

moshe

Sab, 31/10/2020 - 13:36

Hanno speso milioni di euro per clandestini, monopattini, biciclette, tavoli a rotelle, consulenti che non hanno risolto niente ..... ma non hanno speso un euro per ingaggiare i pullman privati per aiutare i trasporti pubblici superaffollati, trasporti che sono la causa principale della trasmissione del covid !!!!!

Peo11

Sab, 31/10/2020 - 13:48

Crisanti non è un virologo, il mio fruttivendolo ragiona meglio.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 31/10/2020 - 14:18

@moshe - quanta ragione hai!

pilandi

Sab, 31/10/2020 - 14:21

@Peo11 allora quando starai male fatti curare del tuo fruttivendolo, pistola! Crisanti è un microbiologo, tu?

Indifferente

Sab, 31/10/2020 - 15:13

@moshe:esatto! A parte che i numeri assoluti non sono affatto critici, ma finora le misure hanno voluto colpire solo autonomi e ragazzini. Eminenti imbecilli hanno sostenuto che la risalita "vertiginosa" della curva era dovuta alla baldoria estiva dei giovani, mischiano 15-16enni con 30+. E che misura hanno preso gli esperti? Ragazzini a casa! Ragazzini che per tre mesi si sono baciati ed abbracciati senza causare UN solo contagio. Ragazzini che non partecipano ad alcuna movida. Invece loro, adulti responsabili ed anziani, tutti ad affollare metro, bus e treni..

Ritratto di giangol

giangol

Sab, 31/10/2020 - 15:45

Sto Crisanti Porta sfiga. Allontanatelo x cortesia

Junger

Sab, 31/10/2020 - 15:55

Inevitabile il lockdown con gente come Crisanti come consulente tecnico: questo esperto di malattie tropicali non capisce che dopo 1 mese o 2 di agonia tutto ricomincia come prima e più di prima dal punto di vista epidemiologico? Una misura del genere può essere efficace da un punto di vista puramente teorico con 6 mesi di chiusura ma nel frattempo fai il record degli infarti e delle psicosi gravi (già oggi abbiamo il +30per cento di infarti nel 2020) questi personaggi vanno tacitati!

Malacappa

Sab, 31/10/2020 - 15:59

NIENTE

peter46

Sab, 31/10/2020 - 16:24

Rosa Scognamiglio...ma lei si è ben 'informata' su quel che ha scritto o no?Lei sta mettendo come 1° regione pronta a chiudere la Calabria...e ben prima della già 'affondata' Lombardia e della Campania o del Lazio o della Liguria.Li ha letti i dati del 29/ott(3 giorni fa) diffusi da Reg. Calabria,in mano al cdx,malgrado la maledetta dipartita della Santelli?Vuole che li ripeta x come diffusi?""Oggi in Calabria (29/ott),fino alle ore 17,abbiamo avuto 1 morto,1 guarito e 239 casi positivi su 2.845 pers. sottoposte a tampone.Nelle ultime 24 ore solo l'8,6% dei soggetti sottoposti a test sono risultati positivi contro il 91,4% negativi.E dall'inizio della pandemia su 268.922 soggetti 'tamponati'(1° x tamponi) solo 4.863 sono risultati positivi=1,8%,con 114 morti,ed attualmente 142 ricoverati nei reparti covid e 9(nove) nella terapia intensiva.Con questi numeri la Calabria è la meno colpita d'Italia.L'hanno male informata,mi creda...(1)segue,forse.

peter46

Sab, 31/10/2020 - 16:31

Rosa Scognamiglio...(2) L'ha anche letta la black list della Germania sulle regioni da lei considerate 'zona rossa'?Fra Italia ed Austria,direttrice x entrare in Germania l'UNICA regione non compresa in quella lista è...la CALABRIA,i cui abitanti possono tranqyuillamente varcare i confini senza alcun bisogno di 'OSSERVARE' alcuna Quarantena.L'hanno forse inserita stanotte negl'indesiderabili'?E senza informare Spirlì,il facente funzioni da governatore di regione?Ci dia notizie...domani.

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 31/10/2020 - 16:49

pilandi Sab, 31/10/2020 - 14:21...Il dottor Crisanti é noto soprattutto per la ricerca e lo sviluppo di zanzare geneticamente modificate, con l'obiettivo di interferire con il loro tasso riproduttivo e la capacità di trasmettere malattie infettive come la malaria...Con tutto il rispetto per le zanzare, ovviamente.E.A.

Ritratto di Gabriele184

Gabriele184

Sab, 31/10/2020 - 17:26

Crisanti, sei diventato il peggior esponente del terrorismo mediatico-sanitario.. torna a contare le zanzare!