Gli decurtano la pensione: 60enne si taglia le vene negli uffici Inps

La drammatica scena questa mattina in una sede dell'Inps a Napoli. L'uomo era disperato perché gli avrebbero tagliato la pensione

I cittadini che questa mattina si sono messi in fila allo sportello degli uffici dell'Inps di Portici, a Napoli, si sono trovati davanti ad uno spettacolo orrendo quando un uomo di 60 anni, pensionato, ha tentato il suicidio sotto i loro occhi.

All'interno della sede dell'Istituto di previdenza di via Martiri di via Fani il pensionato sessantenne si è tagliato le vene degli avambracci con una lametta. Alla base dell'insano gesto ci sarebbe stata la decurtazione della pensione dell'uomo, residente a Napoli nel quartiere di Ponticelli, che per questo è precipitato nella più nera disperazione, al punto da tentare di togliersi la vita.

Per fortuna gli astanti hanno subito allertato i soccorsi e il tempestivo intervento degli uomini del 118 ha consentito di salvare la vita all'uomo. Il 60enne è stato trasportato all'ospedale Maresca di Torre del Greco, dove è stato medicato. Sul posto sono giunti anche gli uomini della locale stazione dell'Arma dei carabinieri.

"Non ce la faceva più e si è tagliato le vene davanti a tutti - è la drammatica testimonianza di una signora presente alle telecamere del quotidiano partenopeo Il Mattino - È entrato e lo ha fatto: aveva bisogno di soldi, perché se uno si taglia le vene è perché non ce la fa più. Sotto tutti sotto choc."

Il direttore della sede dell'Inps ha disposto la chiusura degli uffici per oggi. Secondo quanto riferito dal sito Napoli Today le condizioni dell'uomo sarebbero gravi.

Commenti
Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 05/10/2018 - 08:32

per evitare queste cose(in tutta italia)dovrebbe servire il reddito di cittadinanza!