Desirée, confermata accusa di omicidio per Mamadou Gara

Ancora una svolta sul caso della morte di Desirée Mariottini. Il tribunale del Riesame ha confermato l'accusa di omicidio per Mamadou Gara

Desirée, confermata accusa di omicidio per Mamadou Gara

Ancora una svolta sul caso della morte di Desirée Mariottini. Il tribunale del Riesame ha confermato l'accusa di omicidio per Mamadou Gara. Si tratta del terzo straniero che è stato fermato per la vicenda che coinvolto la 16enne. Martedì scorso i giudici avevano annullato l'accusa di omicidio per gli altri due immigrati fermati a Roma, Alinno Chima e Brian Minteh. Per Mamadou comunque sono cadute le aggravanti dei "futili motivi" nella violenza sessuale e quella che riguarda la "cessione di stupefacente da tre a più persone".

Proprio su questa scelta dei giudici era intervenuto il ministro degli Interni, Matteo Salvini: "Accuse che cadono, posizioni che si alleggeriscono, indagati che propongono ricostruzioni fantasiose... Desirée merita giustizia, i criminali che l’hanno uccisa devono pagare tutto, noi non la dimentichiamo! Un abbraccio alla mamma". In questo momento dunque l'accusa di omicidio resta a carico soltanto per Mamadou Gara.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti