Il New York Times contro l'Italia: "Impossibile abortire"

Il quotidiano newyorkese riprende il caso di Benedetta, rifiutata da alcuni ospedali delle Marche perché voleva abortire per non mettere al mondo un bimbo malato

La storia di Benedetta, donna 35 anni a cui erano state diagnosticate malformazioni genetiche 'incompatibili con la vità per il bimbo che aveva in grembo e che non è riuscita ad abortire in diversi ospedali nelle Marche, è finita sul New York Times.

Nell'edizione online il giornale riporta le parole della 35enne: "Mi hanno detto che il feto è incompatibile con la vita, e che l'avrei perso dopo la ventesima settimana di gravidanza. Aspettare che una donna veda la pancia crescere per una vita condannata è inumano". Nel pezzo, in cui compaiono anche altre donne oltre a Benedetta, spiega che la donna è stata rifiutata da diversi ospedali prima di trovare un medico dell'Aied, l'associazione Italiana per l'Educazione Demografica, che una volta alla settimana invia un proprio specialista ad Ascoli Piceno.

Sulle pagine del quotidiano interviene anche Silvana Agatone, ginecologa romana fondatrice dell'associazione Laiga che si batte per l'applicazione della legge 194, su 10mila ginecologi che lavorano negli ospedali italiani solo 1200 non si dichiarano obiettori. "La maggior parte dei non obiettori è vicina alla pensione - afferma al quotidiano di New York -,quindi presto avremo problemi ad aiutare queste donne".

Commenti

epc

Lun, 18/01/2016 - 16:11

In medeici devono curare i sofferenti. Un aborto NON E' UNA CURA quindi nessun medico deve essere obbligato a procurare aborti. Punto. Tirare in ballo la coscienza o non coscienza è una sciocchezza.

VittorioMar

Lun, 18/01/2016 - 16:59

....vedono quello in casa d'altri...mai quello in casa propria..

Pinozzo

Lun, 18/01/2016 - 17:11

Siamo ancora da terzo mondo, una donna che volesse abortire avrebbe il diritto di farlo sempre e dovunque, se un medico non se la sente di applicare la legge se ne vada a fare il medico in un altro paese.

Ritratto di stufo

stufo

Lun, 18/01/2016 - 18:01

SI FACCINO GLI AFFARI LORO !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di pietrom

pietrom

Lun, 18/01/2016 - 18:24

Licenziare in tronco tutti gli obbiettori. La prossima volta che studino per diventare avvocati.

buri

Mar, 19/01/2016 - 11:15

I NYT ce lìha con l'Italia. npn perde l'occasuone per attaccaeci, ora il motivo è l'aborto, esiste una legge in merito e va applicata, non si può pretendere di abortire cos', solo perchénp andata male, e poi non ritemgo che la libertà di abortire sia un indice di civiltà, forse lo è per gli americani, contenti loro contenti tutti, ma non dobbiamo per forza addottare le loro ragioni, e poi perché non si fanno i c...i loro?