Per disfarsi della droga si facevano aiutare da un bambino di 4 anni: in arresto due donne

Dentro l'appartamento delle due è stata scoperta dai carabinieri una centrale di smistamento di droga, più di otto chili di stupefacente tra hashish e marijuana, presenti tre piccoli bambini, uno di loro le aiutava a liberarsi delle buste contenenti l'illecita sostanza

Avevano trasformato la loro casa in centrale di smistamento della droga nonostante la presenza di piccoli bambini. Nel corso di un controllo del territorio, i carabinieri hanno intravisto dei movimenti sospetti e, a seguito di una perquisizione domiciliare, hanno avuto modo di scoprire un ingente quantità di stupefacente destinato al mercato dello spaccio. In arresto due donne. Si tratta delle catanesi Rosaria Ventaloro di 38 anni e, Lucrezia Catalano di 24 anni. Entrambe sono ritenute responsabili di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari del nucleo radiomobile del comando provinciale di Catania, stavano eseguendo un’attività specifica diretta alla prevenzione dei reati, soprattutto con riferimento ai quartieri della città noti per l’alto rischio di criminalità. Uno fra questi è rappresentato dalla via Capo Passero. La zona è infatti nota per essere una delle piazze di spaccio più attive nel territorio criminale catanese. Una volta all’interno della zona in questione, i militari hanno notato un uomo che, dopo aver visto la loro gazzella, si è intrufolato velocemente dentro un appartamento.

I carabinieri dunque sono subito entrati dentro quell’edificio trovandosi faccia a faccia con una donna, rimasta a sua volta stupita e spaventata della loro presenza. Immediatamente si è barricata in casa. Gli uomini in divisa hanno quindi atteso l’arrivo dei rinforzi per effettuare le perquisizioni dirette ad accertare quasi certamente la presenza di qualcosa di illecito. Nel frattempo, si sono accorti che un’altra donna, dalla finestra del terzo piano, lanciava fuori, in strada, due buste di plastica nera: ognuna contenente mezzo chilo di marijuana. Per entrare dentro quella casa, visto il silenzio delle donne che, non accennavano a collaborare con i carabinieri, è stato necessario sfondare la porta.

Appena entranti dentro l’appartamento gli uomini dell’Arma si sono trovati davanti tre bambini di 2, 3 e 4 anni. Quest’ultimo, aveva una busta di droga tra le mani nel tentativo di aiutare le donne a disfarsi di tutto lo stupefacente presente in casa. Ingente la quantità di droga rinvenuta nel corso della perquisizione domiciliare: quattro chili e mezzo di marijuana e quattro panetti integri di hashish e 3 tranci delle medesima sostanza per un totale di kg 3 circa. Ed ancora una ricetrasmittente utilizzata per tutte le comunicazioni necessarie con gli spacciatori e diverse quantità di bustine di plastica auto sigillanti con tutto l’occorrente necessario al confezionamento delle dosi per la successiva vendita al minuto. La marijuana era tenuta nella camera da letto dei bambini, dentro il loro armadietto. Le due donne sono state condotte in caserma e, dopo le formalità di rito, sono state associate al carcere catanese di Piazza Lanza. I loro bambini sono stati affidati ai nonni.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Giorgio5819

Ven, 07/02/2020 - 11:34

Lombroso, genio mai sufficientemente celebrato...