Cronache

"Dispendioso e difficile". In liquidazione la società di Fedez e papà

Il cantante e suo padre hanno chiuso N-App, società da loro gestita e nata nel 2016. "Concorrenza crescente", si legge nelle motivazioni. Ma il rapper può consolarsi con i guadagni proficui della sua holding

 "Dispendioso e difficile". In liquidazione la società di Fedez e papà

Troppe spese e troppe difficoltà di gestione. Per non parlare della "crescente concorrenza" che ormai aveva reso l'attività poco proficua. Così Fedez e suo padre hanno deciso di staccare la spina a N-App, società da loro lanciata nel 2016 che si occupava di progettazione di siti web e di servizi online. L'iniziativa imprenditoriale era controllata al 60% dalla Zedef di Federico Leonardo Lucia (il cantante Fedez, per l'appunto) e per il restante 40% dal padre Franco Lucia: nelle scorse settimane, secondo quanto si apprende da fonti di stampa, i due hanno formalizzato la chiusura dell'esercizio, dopo sei anni dal suo avvio.

Attività in liquidazione

La fine dei giochi è stata ufficializzata durante un'assemblea degli azionisti svoltasi a Milano davanti al notaio Alfonso Cuoco. A seguito di quell'incontro, la società è stata messa in liquidazione. Le motivazioni della scelta sono contenute in un verbale, nel quale - come riporta Il Tempo - il padre di Fedez ha fatto riferimento alla "crescente concorrenza che negli ultimi tempi ha investito il settore di attività, rendendone dispendioso e difficile l'esercizio". Come spesso accade nel mondo dell'imprenditoria, anche il noto cantante e il genitore avrebbero dunque dovuto fare i conti con un'evoluzione del mercato e un aumento delle uscite. Da qui, si suppone, la valutazione di liquidare l'attività.

Fedez, quanto guadagnano le sue società

Fedez in ogni caso non avrebbe di che preoccuparsi, visto che le altre sue iniziative imprenditoriali stanno invece andando molto bene. Già, perché gli introiti del cantante non provengono unicamente dalla sua attività musicale. Una delle fonti di guadagno per il marito di Chiara Ferragni è ad esempio la già citata società Zedef, holding controllata dallo stesso rapper attraverso la Carini Fiduciaria e gestita dalla madre Annamaria Berrinzaghi. L'utile di Zedef - informa il giornalista finanziario Andrea Giacobino - è stato di 2,3 milioni di euro rispetto ai 15mila euro di perdita del precedente esercizio ed è stato interamente accantonato facendo così salire il patrimonio netto ad oltre 5,8 milioni di euro. Altra fonte di profitto per Fedez è la controllata Zdf, che ha chiuso il bilancio in utile per 3,3 milioni rispetto al profitto di 941mila euro del 2020.

Zedef, sempre a quanto si apprende, è anche proprietaria di un immobile a Milano valutato oltre mezzo milione di euro, e controlla Autoscontri, società che noleggia veicoli di rappresentanza per business meeting e occasioni speciali, con ricavi per 113mila euro nel 2021. Zdf detiene invece il 75% della Dream of Ordinary Madness (Dom), attività di gestione e promozione di calciatori, cantanti e influencer. Il restante 25% della società è della quotata Be mentre le quote tra i due soci sono invertite nella Be World of Wonders.

Commenti