I vestiti strappati e gesti choc: l'orrore del tunisino su 64enne

La donna, 64 anni, è stata pedinata dal malintenzionato fin sotto casa. L'autore del tentato stupro è un tunisino con precedenti analoghi

L'ha pedinata per un centinaio di metri e, dopo esser riuscito ad introdursi silenziosamente nell'androne di casa della vittima, l'ha gettata in terra per violentarla. È l'aggressione choc, un tentato stupro, di cui è stata vittima una donna 64enne di Spilamberto, nel Modenese, nella notte tra venerdì 2 e sabato 3 ottobre. L'assolitore è un tunisino di 27 anni, senza fissa dimora e con precedenti di polizia conclamati.

L'aggressione choc

Tutto inizia a tarda notte. Adocchiata la ''preda'', il 27enne decide di seguirla per le vie di Spilamberto, una piccola cittadina in provincia di Modena, avendo cura di non farsi notare. La vittima, una modenese di 64 anni, si è accorge del pedinamento fino a quando lo sconosciuto non le si avvicina per farle delle avances insistenti. Dopo averlo respinto con fermezza, la donna vira dritto verso casa, certa che l'approccio non abbia seguito. Ma lo straniero non incassa il rifiuto e, di soppiatto, la sorprende nell'androne del palazzo. A quel punto, la 64enne si ritrova con le spalle al muro: il malvivente l'assale cercando di strapparle i vestiti in un barbaro tentativo di stupro. La vittima, però, riesce in qualche modo a divincolarsi dalla presa e scappare via. Trova rifiugio in un bar vicino casa e da lì lancia l'allarme ai carabinieri. Nel frattempo, il tunisino si dà alla fuga.

L'intervento dei carabinieri

A seguito della segnalazione, i militari della Stazione di Spilamberto si precipitano in soccorso della donna. L'aggressore viene descritto dalla vittima come ''un ragazzo di origini nordafricane, alto circa 1,75, vestito con una felpa scura''. A fronte delle informazioni ricevute, i carabinieri decidono di perlustrare l'intero quartiere ma dell'aggressore non vi è già più traccia. Si affidano dunque alle registrazioni delle videocamere di sorveglianza cittadina che, nel giro di pochissime ore, consentono di stanare lo straniero.

La cattura e l'arresto del tunisino

La successiva fase di rintraccio, così come racconta Modenatoday, è tutt'altro che facile. I militari dispongo di pochi elementi per identificare lo sconosciuto. Tuttavia, conoscono il sottobosco criminale locale e i luoghi che frequentano i malviventi della zona. Attraverso una serie di ricerche, riescono a mettersi sulle tracce dell'uomo e ad individuarlo nella frazione Ca' di Sola, attorno alle ore 18 di sabato sera. Sospetto di essere l'autore dello tentato stupro, lo straniero viene fermato e condotto in questura. Si tratta di un 27enne tunisino, senza fissa dimora e con precedenti di polizia, che dovrà ora rispondere di violenza sessuale e lesioni personali. Nel corso delle indagini sono inoltre stati raccolti elementi a carico del giovane nordafricano su almeno un altro episodio di molestie con approccio sessuale, avvenuto a Spilamberto la notte del 6 settembre scorso, quando una 50enne e un suo amico erano stati oggetto delle attenzioni indesiderate del giovane. I Carabinieri, coordinati dalla Procura della Repubblica di Modena, stanno indagando su altri episodi di molestie avvenute in passato nella zona per capire se possano essere riconducibili allo stesso autore.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cgf

Lun, 05/10/2020 - 14:19

In Tunisia c'è la guerra, se poi fanno una cosa del genere, oppure spacciano come tanti tunisini fanno qui, certamente andrebbero in galera e sarebbero perseguitati. Ben vengano, non si chiama Belpaese per nulla

Ritratto di venividi

venividi

Lun, 05/10/2020 - 14:20

E se si tratta della stesso autore, lo mettete dentro e buttate la chiave? o gli fate pat pat sulla spalla dicendogli che è un cattivone?

CidCampeador

Lun, 05/10/2020 - 14:22

brava lamorgese accogline di piu' che andrai in paradiso e noi all'inferno

Ritratto di pulicit

pulicit

Lun, 05/10/2020 - 14:23

Pensate al contrario.Se aggredito gli sferro un pugno e gli rompo il naso.Questo mi denuncia per lesioni e devo pagare. Le vittime non sono mai tutelate.Regards

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Lun, 05/10/2020 - 14:36

Ecco quello che vengono a fare in Italia. Grazie PD.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 05/10/2020 - 14:43

Una volta le donne si accompagnavano fin sotto casa. Oggi vogliono la libertà. Eccola qua, la libertà, con l'accento sulla a.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 05/10/2020 - 14:45

Ditelo a Librandi. Caro DelDebbio, fai un bel elenco di queste aggressioni tutte documentate, non vorrei che non ci credano, e poi glieli sbatti ai tuoi invitati di sx.

FRANGIUS

Lun, 05/10/2020 - 14:57

"FRATELLI TUTTI "..............

Ritratto di bracco

bracco

Lun, 05/10/2020 - 14:58

Un connazionale della sardina dell' ANPI. Tunisini brava gente

Ritratto di navajo

navajo

Lun, 05/10/2020 - 15:09

E' il terzo caso in una settimana ad opera di mediorientali. Il solito dirà, anche ora, che si trtta di una fake.

aswini

Lun, 05/10/2020 - 15:29

chi hanno votato in emilia? il partito delle ong, chi è causa del suo mal pianga se stesso

gedeone@libero.it

Lun, 05/10/2020 - 15:53

Costui è in una botte di ferro. Il giudice gli darà un buffetto e lo scarcererà in un baleno.

ziobeppe1951

Lun, 05/10/2020 - 15:56

EL COMMESSO... aspettiamo con ansia un tuo commento... che sia una fake?

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 05/10/2020 - 15:57

Dovete mandare a processo le alte cariche dello stato che sono PRO a questa invasione e che nulla fanno per portare ordine in italia, contro quella massa di beduini che giornalmente approdano sulle nostre spiagge!!!

Gianx

Lun, 05/10/2020 - 16:10

Non vedo ancora i soliti pdioti...Giustificateci cortesemente la cosa. Vediamo....anche gli italiani lo fanno, o magari un bel: era leghista e allora gli sta bene. Dai che voglio leggervi, non siate timidi..

Ritratto di Smax

Smax

Lun, 05/10/2020 - 16:11

Dai, li hanno respinto l’attacco della Lega, l’emilia non si lega, sono salvi tra le braccia del pd.

schiacciarayban

Lun, 05/10/2020 - 16:12

Scusate ma se questo è irregolare com'è che non era tra quelli prontamente rimaptriati da Salvini l'anno scorso?

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 05/10/2020 - 16:26

schiacciarayban, perché è arrivato col barcone dopo l'avvento dell' avvocaticchio! Ringrazia la Lamorgese, che ANCHE lei ha ragliato che ne avrebbe rimpatriati 600.000! Tanto per rispondere ad un tuo demenziale post.

Ritratto di illuso

illuso

Lun, 05/10/2020 - 16:51

E ora 10 minuti dietro la lavagna e che gli serva di regola.

Ritratto di navajo

navajo

Lun, 05/10/2020 - 17:25

Schiacciababbeo, ma perché ripeti all'infinito le tue solite trite e ritrite corbellerie? A Salvini è stato impedito di fare come aveva detto. Lo sanno tutti, ad eccezione dei somari come te.

venco

Lun, 05/10/2020 - 17:45

Il migrante non deve avere precedenti penali, al primo fermo va recluso fino al suo rimpatrio.

cgf

Lun, 05/10/2020 - 18:09

Leggendo Modena Today linkato nell'articolo non è l'unico tunisino che si distingue, altri tre giovanissimi di origine tunisina, due diciassettenni e uno appena maggiorenne, ospitati presso comunità per minori soli non accompagnati, accerchiano ciclista per rapinarlo, oggi marocchino 18enne sperava di vestire una giacca staccando il cartellino ed uscire. Un 20enne del Gambia, a Modena come richiedente asilo, viene arrestato per rapina in un bar. Il barista pubblica il video interno dove non ha la mascherina, e neppure un cliente, FURBI DA QUELLE PARTI!

Ritratto di Paolo_Trevi

Paolo_Trevi

Lun, 05/10/2020 - 18:15

cgf tutte notizie che la rai elenca minuziosamente... l'informazione di stato non manca mai di dire la verità

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Lun, 05/10/2020 - 18:16

^(°@*)^ L’unica cosa che funziona nella circa, si fa per dire, un tanto al chilo giustizia italica è il gioco del TANA LIBERA TUTTI, nello specifico È il tana piede libero a tutti

Ritratto di Spiderman59

Spiderman59

Lun, 05/10/2020 - 18:32

La rabbia che monta, leggendo le nefandezze compiute dai turpi individui che ogni santo giorno arrivano, col solo scopo d'insudiciare il suolo della Patria, è irreprimibile. Collera che raggiunge l'apice quando i medesimi, clandestini a tutti gli effetti, poichè privi di qualsiasi documento personale, vengono addirittura imbarcati su navi militari italiane, non per essere riportati indietro, come si dovrebbe semplicemente fare, ma accolti, rifocillati inutilmente, per scopi oramai ben noti.

dagoleo

Mar, 06/10/2020 - 11:54

di cosa vi lamentate emiliani. avete votato il PD per il governo della Regione?ottimo. quindi ora zitti e muti e niente lamentele e di questi dovrete pigliarvene in casa almeno 1 a testa. ok?

me-ne-skkazzo-d...

Mar, 06/10/2020 - 14:43

Peggio che mai I saraceni/Zulu sono arrivati a infettare I paesi/villaggi delll'entroterra (da'TEMPO) .Percio con rammarico non torno piu in Italia a fare il pensionato.Almeno nella nazione dove risiedo gli immigrati non li spalmano per tutto il territorio.