Emiliano soccorre Renzi: "Bisogna dargli una mano"

Il governatore della Puglia minimizza l'uscita inglese dall’Unione europea e tende una mano a Renzi sotterrando l’ascia di guerra

Emiliano soccorre Renzi: "Bisogna dargli una mano"

“L'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea sarebbe una notizia negativa se si verificasse, ma se dovesse esserci non escludo che possa essere un bene e non vedo drammaticità per l'Europa”. Lo ha dichiarato il governatore della Puglia Michele Emiliano durante una puntata della trasmissione Omnibus di La7.

Aggiungendo: “Dobbiamo dare vita agli Stati Uniti d'Europa”. Emiliano ha parlato in un momento politico importante. Da un lato, in l'Italia la sconfitta del Partito democratico alle ultime elezioni amministrative agita i sonni nel centrosinistra; dall'altra parte, in Gran Bretagna, si scrive oggi un'importante pagina della storia delle relazioni internazionali, nel confronto tra chi vuol restare in Europa e chi vuole uscire rimandando all'isolazionismo geo-politico che ha sempre contraddistinto la storia politica britannica.

In questo contesto la dichiarazione del presidente della Regione Emiliano fa eco a quella del premier Renzi, ponendo fine così al lungo braccio di ferro che, come hanno dimostrato i risultati elettorali, ha solo allontanato gli elettori dal partito di maggioranza.

“Il leader si deve contornare di persone capaci non di persone fedeli fino alla morte, che gli dicano sempre di sì. Ora Renzi sta passando un momento durissimo e bisogna dargli una mano. Fare il tiro al bersaglio – ha concluso Emiliano - è troppo facile; è un'operazione raggelante”.

Una dichiarazione, quella del presidente della Puglia, che ha il sapore di una tardiva riconciliazione, visto che intanto, con la cocente sconfitta alle amministrative, molti buoi sono scappati dalla stalla.

Commenti