Escono dalla zona rossa di Codogno per andare in vacanza in Trentino. Sono positivi al Coronavirus

Due anziani, sono usciti da Codogno per andar nella loro casa di vacanza in Trentino dove si sono poi sentiti male e sono risultati positivi al Coronavirus

In una situazione di totale chiusura della Lombardia e di molte altre regioni, in mezzo ad un paese stretto tra la crisi sanitaria e quella economica, c’è anche chi, nonostante le richieste e le raccomandazione si permette di uscire dalla zona rossa semplicemente per andare in vacanza.

Incuranti della situazione al limite, della diffusione del contagio, una coppia che abitava a Codogno ha lasciato la “zona rossa” per qualche giorno, per andare nella loro casa di vacanza in Trentino. I due si sono poi sentiti male e si sono recati al pronto soccorso di Trento, dove saputo da dove venivano e in presenza di sintomi come una forte tosse e raffreddore sono stati immediatamente sottoposti al test, che è risultato positivo.

Ora i due anziani rischiano grosso, intanto una segnalazione ai Nas per essersi allontanati dalla zona rossa. Durissima la reazione del governatore di Trento, Maurizio Fugatti. “Siamo in continuo contatto con i Nas, quindi le regole devono essere rispettate. Se ci sono sanzioni da fare le faremo perché questo è un comportamento irresponsabile”.

Questi due anziani signori, si uniscono alle 18 persone, 12 di cui straniere, che circa una settimana fa sono stati denunciati in provincia di Lodi che hanno cercato di eludere i controlli per uscire fuori dalla zona rossa, o al contrario per entrarci per andare a trovare dei parenti.

Anche questi, dovranno rispondere di violazione dell’ordine dell’autorità, prescritto nel decreto emanato dalla Presidenza del Consiglio. Anche uno youtuber era finito nei guai per aver finto in un video di aver violato l’area dei 10 comuni lodigiani quando invece era a Guardamiglio.

Comportamenti questi assolutamente pericolosi in questo particolare momento che sta attraversando non soltanto il nostro Paese ma il mondo intero, che mettono a rischio la sanità pubblica ma anche a il lavoro degli oltre 150 militari e dei Carabinieri che presiedono la zona a tutela della salute pubblica.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

killkoms

Dom, 08/03/2020 - 00:37

in galera!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 08/03/2020 - 04:27

Poveri vecchietti ... non hanno manco la possibilità di scegliere come quando e dove di morire. Di certo possedere un appartamento di vacanza, a meno non sia in comodato d'uso o pagato d'altri, indica che non sono dei morti di fame a regime pensione sociale INPS.

Ritratto di giangol

giangol

Dom, 08/03/2020 - 08:06

Multa da 200 mila euro !

Ritratto di Thorfigliodiodino

Thorfigliodiodino

Dom, 08/03/2020 - 10:19

Due vecchi egoisti.

ginobernard

Dom, 08/03/2020 - 10:21

Certo che se un solo virus fa sto casino... Figurati se a qualcuno viene in mente di fare sul serio Poi non capisco fai un lab di massima sicurezza in una città di 10 milioni di abitanti? Almeno gli americani li fanno nel deserto e i russi credo in siberia Ah sti cinesi che disastro

kyser

Dom, 08/03/2020 - 10:57

avranno pensato che ce frega, tanto siamo vecchi e non ci fanno nulla, mica ci mettono in galera e la fine del processo, comunque, non la vedremo.

ST6

Dom, 08/03/2020 - 11:07

Soliti leghisti lesi.

Ritratto di Flex

Flex

Dom, 08/03/2020 - 11:24

Contro questi scriteriati andrebbero assunti provvedimenti esemplari che scoraggino qualsiasi tentativo di emulazione.

ROUTE66

Dom, 08/03/2020 - 11:44

ANCHE SE ANZIANI NON HANNO SCUSE.MA IERI SERA SUI NAVIGLI A MILANO SI è VISTO COME PRESTANO ATTENZIONE ALLE RACCOMANDAZIONI. NON SUCCEDERà MA SE SUCCEDESSE CHE TRA POCHI GIORNI UNA PARTE DI QUEI RAGAZZI FINISSE IN OSPEDALE COSA SENTIREMMO DAI MEDIA? MANCANZA DI POSTI LETTO SANITà AL COLLASSO ECC ECC. LA GIORNALISTA (BRAVA) CERCAVA DI CAPIRE IL PERCHè DI TANTO MENEFREGHISMO.HA OTTENUTO SOLO RISPOSTE DA EBETE POI SONO I GIOVANI CHE CI SALVERANNO. SI AUGURI

buonaparte

Dom, 08/03/2020 - 13:18

HA RAGIONE LA CAPUA .. I POSITIVI SONO 100 VOLTE DI PIU DI QUELLI TROVATI. è OVVIO CHE MOLTI HANNO RESPIRATO IL VIRUS ED ALCUNI LO HANNO VINTO E NON SI SONO AMMALATI MENTRE ALTRI PIU DEBOLI SI SONO AMMALATI ANCHE PERCHè SONO STATI SOTTOPOSTI A DOSE PIU ALTE DI VIRUS AVENDO FREQUENTATO PERSONE INFETTE ED AMMALATE MA CHE ANCORA NON AVEVANO MESSO LE MASCHERINE... METTIAMOCI LE MASCHERINE ANCHE LE PIU SEMPLICI EVITIAMO CHE SI MISCHIANO I FIATI E L'AERESOL CHE EMETTIAMO DALLA BOCCA AD OGNI RESPIRO..