Evasione spettacolare: fugge in Serbia un ladro dei gioielli del Ducale

Il malvivente è stato subito fermato in Serbia, dove però il mandato europeo non ha valore

Evasione spettacolare: fugge in Serbia un ladro dei gioielli del Ducale

Era stato arrestato lo scorso mercoledì, al confine tra la Croazia e la Serbia. Era uno dei ladri ritenuto responsabile del furto di gioielli a palazzo Ducale. Ma poche ore dopo il suo arresto, Dragan Mladenovic, 54 anni, è riuscito a fuggire in Serbia.

Secondo le prime informazioni, riportate dal Corriere della Sera, il malvivente sarebbe fuggito da una finestra del bagno e, quando è stato intercettato da un poliziotto, ha iniziato a prenderlo a pugni, fino a quando l'agente non è caduto a terra. Poi è fuggito di corsa, percorrendo i 400 metri che separano la Croazia e la Serbia. Una volta arrivato lì, l'uomo è stato denunciato, ma solamente per aggressione a un funzionario pubblico. In Serbia, infatti, non è valido il mandato europeo, che pende sulla testa di Mladenovic.

Oltre a Mladenovic, nella stessa nazione si sarebbe rifugiato anche Goran Perovic, 48 anni, ancora latitante. Anche lui sarebbe coinvolto nel furto di gioelli al palazzo Ducale di Venezia e potrebbe essere in fuga col bottino, che comprende una spilla e due orecchini. Gli inquirenti italiani, però, non credono attendibile questa ipotesi perché, dopo tutto questo tempo, è più probabile che i gioielli siano stati smontati e le pietre tagliate, per evitare che vengano riconosciute.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento