Fan di Salvini fronteggia una agente: sale la tensione a Verona

Spintoni e parole grosse in piazza Bra dove un uomo e una poliziotta in borghese hanno discusso animatamente. I passanti hanno fatto in modo che la situazione non degenerasse

Fan di Salvini fronteggia una agente: sale la tensione a Verona

La tensione a Verona è alta. In occasione del Congresso mondiale delle Famiglie si sono svolte numerose manifestazioni e non sono mancati i momenti di agitazione.

Come quello che si è registarato in piazza Bra. Un fan di Salvini che camminava con un pitbull al guinzaglio ha iniziato a inneggiare al ministro dell'Interno. "Salvini uno di noi", urlava l'uomo a squarciagola.

Così una agente di polizia in birghese ha richiamato il giovane. "Con calma eh, con calma", ha detto la poliziotta avvicinandosi all'uomo.

Come riporta il Corriere, l'invito ad abbassare i toni non è piaciuto all’uomo che ha fronteggiato l’agente. "Che problema c'è?", ha chiesto. "Stai al posto tuo", ha risposto la poliziotta in borghese. "Arrestami, arrestami - ha continuato l'uomo tirando fuori dalla tasca il documento di identità -. Problemi non ne ho, tieni".

L'agente ha poi allontanato l'uomo con una spinta. "Cosa tocchi? - ha urlato l'uomo - Io rispetto la divisa, ma tu non mi devi toccare, non mi devi toccare". "Mi stai sputando in faccia", ha tuonato la poliziotta. "Tu mi hai spinto", "Non è vero, ti ho allontanato", ha concluso la donna.

Alcuni passanti sono così intervenuti e hanno diviso i due, facendo in modo che la situazione non degenerasse.

Commenti