Fascisti immaginari e violenza vera

Una cosa è certa, essere donna non mette di diritto al riparo dall'ignoranza e dalla stupidità

Una cosa è certa, essere donna non mette di diritto al riparo dall'ignoranza e dalla stupidità. La famosa influencer Chiara Ferragni ha rilanciato un post (scritto da altri, ma da lei condiviso «al 100%») secondo cui l'omicidio del povero Willy, il ragazzo di colore massacrato da un branco di teppisti esperti in arti marziali, «è figlio della cultura fascista». La famosa non si sa cosa Rula Jebreal ha detto che la colpa di quanto accaduto «è dell'odio razziale seminato da Salvini e dalla Meloni».

Se le due signore prima di parlare avessero attaccato il cervello alla bocca o quantomeno letto due carte - avrebbero scoperto che nella tragica storia di Willy non c'è la minima traccia né di simpatie fasciste né di motivazioni razziali. Non c'è nella vita dei quattro teppisti ora in galera, non c'è nei primi atti dell'inchiesta, esiste solo nella mente degli odiatori di sinistra, che non si danno pace che un ragazzo di colore sia stato massacrato non in quanto di colore, ma per la banale coincidenza di essersi trovato al posto sbagliato nel momento sbagliato con persone sbagliate.

So bene che questo è un concetto troppo semplice per le menti raffinate della Ferragni (che probabilmente a malapena sa essere esistito il fascismo, figuriamoci la «cultura fascista» sulla quale sarebbe divertente interrogarla) e della Jebreal, che forse confonde le arti marziali (nobile e millenaria pratica di difesa orientale diventata sport) con le corti marziali dei regimi totalitari e non. Ma questa al momento è la pura verità, ed è un gioco pericoloso mettere sul conto di Salvini e della Meloni ciò che ha a che fare con uno sbarellamento dovuto a soldi facili, droga e a un narcisismo che si autoalimenta proprio nel mondo dei social tanto caro alle due signore.

Se il fascismo e il razzismo in questo caso sono inventati di sana pianta, le botte purtroppo sono vere e non solo quelle che sono costate la vita a Willy. Per esempio è vera l'aggressione subita ieri a Pontassieve da Matteo Salvini da parte di una immigrata congolese che al grido «io ti maledico» gli ha strappato la camicia e la catenina del rosario che aveva al collo prima di essere fermata dalla scorta.

Donne che seminano odio, donna che mette in pratica l'odio. Di fronte a Willy ci inchiniamo, di fronte a chi usa lui e la sua morte per fini impropri inorridiamo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

lisanna

Gio, 10/09/2020 - 17:08

il mondo del cinema dei media attori cantanti scrittori deve dimostrarsi piu' lealista del re , se vuole continuare a esistere. finanziamenti, critiche buone anche se l'opera e' una schifezza,salotti buoni, il mondo che conta... Ferragni e Jebreal meglio astenersi dal commentare

Ritratto di Nahum

Nahum

Gio, 10/09/2020 - 17:12

Ferragni ha 100% ragione e la campagna contro l'odiato straniero perseguita in modo indiscriminato dal suo quotidiano, caro direttore, non fa altro che rafforzare nelle menti deboli come quelle dei fratelli bianchi concetti come superiorità, impunità e desidero di sopraffazione dell'altro perché diverso da noi.

giovanni951

Gio, 10/09/2020 - 17:22

e che dire del 24enne di Spoleto ucciso da tre albanesi allo stesso modo? niente grancassa da parte dei giornaloni, dei nani e ballerine......

Tommaso_ve

Gio, 10/09/2020 - 17:26

Alla sig.ra Ferragni non interessa né il fascismo né la cultura in quale forma si presenti. Posta e condivide solo con l'unico scopo di accrescere i followers. Punto. Usa ragazzi pestati a morte come l'ultimo orologio di moda: per far soldi. Punto. Rula non bada ai followers, ma guarda a quel mondo dell'informazione che la ricopre d'oro per ogni sua comparsata. Stesso metodo, stessi fini.

lavitaebreve

Gio, 10/09/2020 - 17:38

QUANDO ACCADONO OMICIDI E LE VITTIME SONO STRANIERI , LA SINISTRA SCATENA UN PUTIFERIO. QUANDO LE VITTIME ( ACCADE TUTTI I GIORNI ) SONO ITALIANI , LA SINISTRA NON SI FA VEDERE E NON SI FA SENTIRE.

Ritratto di adl

adl

Gio, 10/09/2020 - 17:47

La "famosa influencer" Chiara Ferragni. Direttore avrei seri dubbi sulla famosa, per l'influencer avrei una domanda: MA' DDE CHE o ma di chi ??? Registro che si esprime usando lo stesso vocabolario dell'Intellighenzia Sinistra, basato sull'antifascismo in assenza ultrasettantennale di fascismo. Se tanto mi dà tanto forse sta per diventare la nuova punta di diamante "intellettuale" di Drone PD. Beh se così fosse sono certo di una cosa, prende più voti lei di Lozinga.

Enne58

Gio, 10/09/2020 - 17:48

Nahum:non si tratta di perseguitare, come dice lei, lo straniero, ne tantomeno odio razziale, ma di perseguitare l'illegalità qualunque sia la provenienza. Ora invece mi sembra che l'illegalità sia decisa più che dalla provenienza dal colore politico, prova ne è che ciò che da una parte è permesso, dall'altra è contestato se non punito, adducendo false convinzioni e da un pensiero unico che si pretende tutti devono seguire. Innutile negare, è evidente, sono anni che esiste questa disparità. Questo è quello che porta il malcontento, anche se per nasconderlo c'è chi cerca di sviare facendolo passare per odio o chissà cos'altro

Korgek

Gio, 10/09/2020 - 17:57

Nahum, parole inutili le tue. Libero di esprimere quello che vuoi ma le persone con un briciolo di intelligenza non la pensano nè come te nè come la influencer. Stammi bene.

kallen1

Gio, 10/09/2020 - 18:02

Ferragni e Jebreal? Due poverette in cerca di visibilità mediatica sono solo da prendere per quelle che sono: due poverette, intellettualmente parlando si intende

Cheyenne

Gio, 10/09/2020 - 18:13

Direttore, purtoppo l'idiozia è dilagante in tutto il mondo

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 10/09/2020 - 18:49

sto con sallusti! ma è scontato il motivo :-)

ilrompiballe

Gio, 10/09/2020 - 18:54

Nahum : che questa sia una società violenta è fuori discussione. Ma non è il caso di attribuirne la responsabilità ad una parte politica piuttosto che all'altra. Forse Lei non ha presente le violenze fisiche e verbali subite a suo tempo da Silvio Berlusconi che non predicava certo la violenza o il "rassismo". Purtroppo quando le Istituzioni sono deboli ed il controllo del territorio è totalmente assente, succede di tutto e di più. A cominciare dal fatto che se per strada rispetti il limite di velocità ti trovi il pxxxa che lampeggia incazzato perché lui,pxxxa, ritiene di avere il diritto di passare. Sommando le cose piccole si ottengono le grandi, compresi gli omicidi per futili motivi.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 10/09/2020 - 18:55

Non importa di chi sia la pelle l'importante è riuscire a vendere la pelle del primo malcapitato per "la propria nobile causa".

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 10/09/2020 - 19:01

questi italiani io non li accetto! non li prendo sul serio :-)

BEPPONE50

Gio, 10/09/2020 - 19:18

l'idiozia è dilagante in tutto il mondo Pero mi meraviglia che il Giornale non abbia dato notizia dei 90 anni della senatrice Segre

hellas

Gio, 10/09/2020 - 19:20

La Ferragni... è la prova della fine della società occidentale, dove è sufficiente farsi fotografare un discreto lato B per diventare degli influencer, addirittura... del fascismo, cosa volete che sappia... della cultura poi, fascista o meno, non conosce neanche il lontano significato... Della Jebrral non ho mai sentito in intervento minimamente utile all’analisi, all’approfondimento.. zero! Solo scontate tirate politicamente corrette, o provocazioni... se questa è una giornalista, allora il giornalismo è messo male!

Machiavelli63

Ven, 11/09/2020 - 15:25

sono scimmiette del poltically correct

Armando Bettozzi

Mar, 15/09/2020 - 19:52

"È attacco a l’opignone…" (un modo pe creà la confusione) Sò stato na nottata tutta intera a sguerciàmme pe trovà na soluzzione: che “contrario” vòr dì – cioè – “èsse fascista”. Me ce sò stato a rovinà la vista, ma nu è sortita fòra…Spiegazzione: è solo un’invenzione de chi spera de intimorì côr fà er portabandiera de la … demograzia de … la finzione!... Ché…n se pò èsse così additati a vista da chi vò vince solo a ddì: “È fascista!...”… Ch’è grave offesa! E è attacco a l’opignone, che –sì! – è fascista!...Come quànno c’era…. Armando Bettozzi - 14 settembre 2020