Femminicidio, donna uccisa a colpi di arma da fuoco a Giarre

A premere il grilletto l’ex marito che poco dopo si è sparato

Femminicidio, donna uccisa a colpi di arma da fuoco a Giarre

Femminicidio a Giarre, in provincia di Catania, dove una donna è stata uccisa a colpi di arma da fuoco in strada, poco lontano dalla sua casa. Rosaria Parisi, di anni 60, è stata colpita fuori dalla sua abitazione. A sparare a sangue freddo sarebbe stato il suo ex marito, Francesco Privitera, 58enne, da cui era separata da diverso tempo. Privitera si sarebbe sparato allo stesso modo in un luogo poco distante dall’omicidio. E’ morto poco dopo essere stato portato in ambulanza all’ospedale Cannizzaro di Catania, il suo cuore ha cessato di battere mentre era sotto i ferri. Gli inquirenti stanno indagando e per il momento non sarebbe escluso il movente della gelosia. L’ex moglie infatti aveva iniziato una relazione con un altro uomo. Restano due figli senza genitori, un maschio e una femmina.

Questa mattina Rosaria sarebbe uscita dalla sua abitazione per recarsi, come ogni giorno, al lavoro. Quando si è accorta della presenza dell’ex marito, che impugnava una pistola, ha cercato inutilmente di scappare. L’uomo infatti ha subito premuto il grilletto senza lasciarle scampo. Privitera si sarebbe poi allontanato ed è ancora al vaglio degli investigatori capire se l’uomo si sia volontariamente sparato allo stomaco o se invece sia partito un colpo accidentale. Appena sono giunti i soccorsi del 118 le sue condizioni sono sembrate disperate. Al momento stanno indagando i Carabinieri della Sezione Investigazioni scientifiche di Catania. Sul luogo anche il medico legale. Probabilmente nelle prossime ore verranno effettuate le autopsie sui due corpi. Giarre è un paese sconvolto da questa ultima tragedia familiare.

Commenti