Coronavirus, Fontana cambia strategia: "Tamponi a monosintomatici"

Adesso il tampone può essere fatto anche alle persone che hanno un solo sintomo in linea con quelli tipici del Covid-19. Fontana: "Seguiamo le regole dell'Iss"

Basta anche avere un solo sintomo per ricorrere al tampone. È quanto ha affermato il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana a Mattino Cinque, parlando della strategia messa in atto per contrastare la diffusione del nuovo coronavirus.

Sull'effettuazione dei tamponi, ha detto, "rispettiamo le regole che ci sono state dettate dall'Istituto superiore della sanità che con una delibera del proprio comitato tecnico-scientifico del 27 febbraio ci ha detto che noi dovevamo fare i tamponi solamente ai sintomatici". Inizialmente, il paziente avrebbe dovuto essere plurisintomatico per ricevere il tampone, "avere due su tre dei classici sintomi". Adesso, invece, "basta anche essere monosintomatico: negli ultimi giorni anche chi ha un solo sintomo, febbre o raffreddore o tosse, può essere sottoposto a tamponatura".

Parlando dell'alto numero di contagi registratosi ieri in Lombardia, Fontana ha specificato: "Quando ho fornito il dato avevo a disposizione il numero, non l'elaborazione. Poi nel pomeriggio è stato chiarito che erano aumentati i tamponi". Infatti, "nei giorni precedenti erano stati elaborati alcuni dati in meno che si erano quindi sommati a quelli di ieri. Quindi direi che siamo ancora in linea". In ogni caso, ha precisato il governatore lombardo, nell'intenzione di spiegare l'aumento dei casi positivi di ieri, "all'interno di una stabilizzazione, può capitare che in un giorno ci sia un picco, ma che conferma la stabilizzazione. Gli esperti dicono che la valutazione va fatta nell'ambito di cinque giorni almeno per poter fare una conclusione".

Sul materiale necessario agli operatori sanitari per fronteggiare l'emergenza, invece, Fontana rivela: "Abbiamo una necessità spasmodica di mascherine; è la cosa di cui, giustamente, più si lamentano tutti". Tra questi ci sono anche i medici di base che, secondo il presidente della Regione Lombardia, "hanno ragione". Ma, ha assicurato, "stiamo cercando di recuperare mascherine, oltre anche a camici". La difficoltà di recuperare questi materiali essenziali, spiega Fontana, sta nel fatto che, tra chi propone la vendita di mascherine, "su cento persone che si offrono, ce ne sono 95 che sono persone poco perbene che vorrebbero truffarci".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di ConteRaffaelloMascetti

ConteRaffaelloM...

Ven, 27/03/2020 - 12:21

Ma non avete appena pubblicato un articolo in cui Paolo Grossi, professore di Malattie infettive presso l'Università dell'Insubria di Varese ha detto che e' INUTILE fare tamponi a chi non presenta sintomi gravi in quanto puo' dare FALSI NEGATIVI? Mi pare che Fontana stia brancolando nel buio e riccora a mosse pseudo-elettorali.

DRAGONI

Ven, 27/03/2020 - 12:27

Perfetto! ORA SERVE SOLO UNA CIVIKLE COLLABORAZIONE CHE CERTAMENTE NON MANCA IN LOMBARDIA. AUGURI E GRAZIE ANCHE PER IL RESTO DELL'ITALIA.

Mborsa

Ven, 27/03/2020 - 12:30

Cambiando i criteri per fare il test esploderà il denominatore dei contagiati portando la mortalità nelle attese! E' un "espediente tecnico" per ridurre la anomala mortalità rilevata in Italia.

jaguar

Ven, 27/03/2020 - 12:47

Visto il meteo di questi giorni, quanto impiegheranno a fare i tamponi a tutti coloro che hanno un solo sintomo? Voglio dire, siamo passati da più 20 gradi a zero gradi in due giorni, chissà quante persone hanno anche un semplice raffreddore o qualche colpo di tosse.

AlvinS83

Ven, 27/03/2020 - 12:49

ConteRaffaelloMascetti Adesso basta! Chi ricorrre a mezzucci è la Sinistra! Ma lo capisce o no che Fontana dipende dall'ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ? Un minimo di dignità per favore Suo

ruggerobarretti

Ven, 27/03/2020 - 13:04

Conteraffaello: ragione a meta'. Perche' se e' giusto il riferimento al Prof. Grossi ed al contenuto della sua intervista e' pur vero che Fontana agira', immagino, dopo aver consultato qualcuno dei famosi "specialisti". Che poi ancora oggi tutti questi professoroni ne dicano di tutte e di piu' e' un dato di fatto.

Ritratto di gianluca61

gianluca61

Ven, 27/03/2020 - 13:17

E chi ha avuto sintomi particolari in gennaio o febbraio? non è portatore allo stesso modo?

Jon

Ven, 27/03/2020 - 13:25

Fontana..Alla Prox.ma partita di calcio, fate i tamponi a chi entra nello stadio..e' meglio, ma anche chi riempe la metro ogni giorno! Cosa avete nel cervello?' Quale virus..??

maurizio-macold

Ven, 27/03/2020 - 13:30

Dobbiamo tutti ricordare che il tampone fornisce una istantanea, nel senso che una persona risultata negativa il giorno seguente puo' non esserlo piu'. Insomma, non e' la panacea che puo' risolvere la situazione.

sbrigati

Ven, 27/03/2020 - 14:03

@Maurizio-macold. Quello che dice è in parte vero, ma in compenso si potrebbero trovare tanti positivi asintomatici che una volta messi in quarantena non potrebbero infettare altre persone.

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Ven, 27/03/2020 - 14:12

nefirsttwo(alias Tutankhamon da Hokkaido(JAPAN)) : Hi !!! STOP Eppure , la soluzione è semplice di per sè !!! STOP Invece ogni giorno ne spunta una nuova !!! STOP Step by step , si va verso il caos !!! STOP E ricordate : Una volta c'era Dracula , oggi c'è Giuseppi , il Cuonta mxxxxxate !!! STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhh

morello

Ven, 27/03/2020 - 14:34

Non a tutti è chiaro che FONTANA non ha rispettato nessuna regola ! i test sono stati fatti solo a quei malati tra i piu' gravi che hanno avuto la "fortuna" (? ) di essere ricoverati. Ai gravi lasciati a morire o a sopravvivere a casa ,niente tamponi!Comincia a farli ? Resta comunque il disastro che ha fatto.