Genova, aperta inchiesta sui presunti falsi di Modigliani esposti a Palazzo Ducale

La procura di Genova ha aperto un'indagine sui presunti falsi di Modigliani esposti nella mostra a Palazzo Ducale: nelle prossime ore potrebbe essere nominato un perito

Genova, aperta inchiesta sui presunti falsi di Modigliani esposti a Palazzo Ducale

La procura di Genova ha aperto un fascicolo sui presunti falsi di Modigliani esposti nella mostra a Palazzo Ducale.

L'inchiesta, in mano al procuratore aggiunto Paolo D'Ovidio e al pm Michele Stagno, è al momento a carico di ignoti e il reato ipotizzato è quello di una violazione del codice dei beni culturali e paesaggistici.

Nelle prossime ore gli inquirenti potrebbero anche incaricare un perito che analizzi le opere contestate per capire se siano autentiche o meno.

Le indagini sono svolte dai carabinieri del nucleo operativo tutela patrimonio culturale di Roma che avevano ricevuto un esposto del collezionista d'arte toscano Carlo Pepi: era stato lui a sollevare dubbi sull'autenticità e sull'attribuzione di alcune opere esposte a Genova.

In una nota, ieri, Palazzo Ducale e MondoMostre Skira (la società organizzatrice di mostre a livello internazionale) hanno definito l'apertura dell'indagine "utile" manifestando la volontà di "prestare la massima collaborazione agli organi inquirenti".

Commenti