Grillini sotto un ponte Governo sotto un treno

Il viadotto sarà aperto dai Benetton. Distanziamento sui convogli: è caos

Ne azzeccassero non dico una, almeno mezza. Niente, non c'è proprio niente da fare e i Cinque Stelle di lotta (a parole) e di governo (poltrone e affari) sono riusciti a perdere anche la mamma di tutte le loro battaglie mediatiche. Domani, a due anni dal crollo, riapre infatti il nuovo ponte Morandi (da ora ponte Piano) e sapete a chi saranno consegnate le chiavi? Roba da non crederci: ai Benetton.

Perché accade questo è un complicato groviglio ma detto in sintesi suona così: Conte è un bravo signore ma è uno totalmente incapace ed è circondato - sembra impossibile - da gente più incapace di lui. Il «ponte Benetton» ne è prova inconfutabile, purtroppo non l'unica. Prendiamo l'app Immuni, il marchingegno scova virus che avrebbe dovuto liberarci dalla schiavitù di tante precauzioni. «La utilizzeranno almeno il sessanta per cento di italiani», avevano previsto a Palazzo Chigi due mesi fa. Risultato? Siamo fermi al due per cento, cosa che la rende assolutamente inutile nonostante il grande investimento fatto per allestirla e lanciarla.

Il «Ponte Benetton» e «l'app flop». Può bastare? Macché. Tre giorni fa le Ferrovie dello Stato - società pubblica - annuncia: da lunedì via restrizioni sui treni italiani, si torna alla normalità nonostante il governo abbia prolungato lo stato di emergenza. Fantastico, hanno pensato milioni di italiani in lista di attesa per viaggiare verso l'estate. Entusiasmo gelato ieri dal ministro della Sanità Speranza: scusate, abbiamo scherzato, resta tutto come prima: posti alternati e corse ridotte, treni con il distanziamento obbligatorio e altri nei quali sono leciti gli assembramenti (tutti i locali e i regionali).

Il «Ponte Benetton», «l'app flop» e i «treni scherzi a parte», ma il pezzo forte in questi giorni resta l'immigrazione. Il ministro degli Interni che doveva fare dimenticare Salvini, Luciana Lamorgese, sta disperatamente cercando, negandolo e senza riuscirci, di applicare la ricetta Salvini per arginare quello che ormai è un vero e proprio assalto: «Basta, non ne possiamo più, questi signori vanno rispediti subito a casa», ha detto ieri in perfetto linguaggio leghista.

Ma tornando all'inizio di questa nota il mio pensiero solidale non può che andare al nostro idolo Danilo Toninelli, detto tontolone, che dopo aver perso la poltrona di ministro per il ponte di Genova (e non solo) ora deve pure ingoiare la riconsegna ai Benetton del medesimo manufatto. È l'unico che non aveva capito che il suo partito e il suo governo sono dei cialtroni. E questo gli fa onore (a patto che torni a fare l'assicuratore a Cremona, è la sua giusta dimensione).

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di nestore55

nestore55

Dom, 02/08/2020 - 17:10

E questi incapaci volevano cambiare il mondo, non sapendo nemmeno cambiarsi le mutande (scusate il francesismo)...E.A.

Ilsabbatico

Dom, 02/08/2020 - 17:42

...ridicoli, siete le comiche europee.

moichiodi

Dom, 02/08/2020 - 17:53

Conte è un bravo signore ma è uno totalmente incapace ed è circondato....verrebbe da chiedersi come mai quel falco di salvini firmò un contratto con Conte presidente e e gli altri incapaci. Incapace anche lui a non capire che avrebbe governato con degli incapaci?

EBRU50

Lun, 03/08/2020 - 14:22

La totale incapacità di questi signori lascia allibiti; speriamo che la maggioranza degli italiani si ricordi di tutto questo alle prossime elezioni. Come di consueto molto efficace l'analisi del Direttore

BRAMBOREF

Lun, 03/08/2020 - 17:51

GIGI91 Appredisti, ecco cosa sono. Tutti.

Korgek

Lun, 03/08/2020 - 17:58

@moichiodi infatti dopo meno di un anno Salvini ha preferito non avere più nulla a che fare con questi emeriti. Scelta che gli ha comportato tante critiche ma alla fine è stata coraggiosa. Invece parliamo del coraggio dei compagnucci tuoi (Zinga e Renzie) che già conoscendo l'incapacità di Conte e M5S hanno voluto comunque fare lo sgoverno che tutt'ora abbiamo e che fanno di tutto per mantenere in piedi per paura delle elezioni?

roblin

Lun, 03/08/2020 - 18:11

sallusti, visto che dici di ponti e tetti.............. perchè invece non ci parli del 2 agosto 1980 a Bologna ? cordiali saluti RobLinari - Trieste

Demolibero67

Lun, 03/08/2020 - 19:13

Caro Sallusti dopo tutti gli attestati di apprezzamento, di stima e di garantismo verso i Benetton ora è dispiaciuto che le chiavi saranno consegnate a loro responsabili e colpevoli del crollo. Forse perché la cattiva politica ha preso il sopravvento sopra alla giustizia. App Immuni ovunque il contact tracing è stato respinto dalla popolazione che non ha scaricato l’APP e non utilizzano il sistema. L’altro giorno sentivo qualcuno leggere “individuata la vittima, persegue lo scopo e impossibile distoglierla”. Bene quello che ha fatto lei a Toninelli.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Lun, 03/08/2020 - 19:57

Quand'ero ragazzo in giro c'era un po' più di comprendonio e si diceva che se un popolo non è civile crea i tiranni nelle piazze e le dittature nelle urne. Infatti nelle nostre fascisti e comunisti sono stati di gran lunga i preferiti. Quelli di oggi son nati addirittura da un "vaffan'c...!". E si pretende pure che gli europei ci prestino gli sghei.

moichiodi

Mar, 04/08/2020 - 20:00

@korgek l’incapacità di Conte la certificate Lei e Sallusti. E buonanotte al secchio! Meglio basta crederci.