Guai in vista per Giulia De Lellis: ora rischia una denuncia per truffa

E ora su Giulia De Lellis pende l'accusa di truffa, dopo che un consorzio di orafi avrebbe scovato una vendita non autorizzata di gioielli per beneficenza

Non è un periodo sereno per Giulia De Lellis. Il mondo dorato dell’infuencer pare che sia al collasso dopo la notizia che è stata diffusa da La Stampa nelle ultime ore. Sembra che l’attuale compagna di Andrea Damante, prima o poi, dovrà recarsi in tribunale. Per la donna che ha trovato successo grazie a Uomini e Donne e il Grande Fratello pare che dovrà difendersi da una pesante accusa di truffa che è corsa veloce tra i fili dei social. Fino ad ora la De Lellis non ha risposto alle accuse, ma la situazione è piuttosto drammatica e non sarà facile sbrogliare il nodo alla matassa. La truffa sarebbe uscita fuori dopo che Giulia De Lellis, sul suo profilo Instagram, avrebbe sponsorizzato l’acquisto di gioielli il cui ricavato sarebbe stato devoluto al 100% in beneficenza. "In un momento come questo in molti stiamo subendo gli effetti del lockdown", ha rivelato la De Lellis nella sua storia. Ma ecco il colpo di scena.

La presidentessa del Consorzio DiValenza Barbara Rizzi, attraverso il suo profilo Facebook, fa sapere che loro non erano a conoscenza del’iniziativa promossa dalla De Lellis. E ora il Consorzio è pronto a sporgere denuncia in tribunale. "Sta facendo parlare a livello nazionale il video, scoperto dal Consorzio, di Giulia De Lellis – si legge dal post sui social dell’orafo -. L’influencer ha promesso la vendita per beneficenza dei nostri gioielli peccato che nessuno era conoscenza di questo bellissimo gesto – continua -. In quanto presidente ho sempre affermato che avrei difeso gli orafi e, per questo, mi sono rivolto a un avvocato per procedere con una denuncia", conclude il post.

Giulia De Lellis ha pubblicizzato una serie di bracciali della gioielliera di Barbara Rizzi con targhette molto particolari in cui era scritto la parola "love" e "fortuna". E da quel che sembra, la presidente del Consorzio, dopo che è stata avvisata dell’accaduto, avrebbe prontamente messo in moto la macchina giudiziaria, anche per proteggere una categoria di imprenditori pesantemente colpita dagli effetti del virus e del lockdown. Non resta che attendere l’evolversi della situazione per capire se la De Lellis ha agito inconsapevolmente oppure era a conoscenza della possibile truffa. Sui social non è la prima volta che accadono problemi di questa portata. Di recente anche Taylor Mega si è dovuta difendere dall’accusa di truffa.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.