"Ho il Coronavirus", urla e sputa contro i carabinieri, arrestata

Una coppia è stata fermata dai carabinieri in un parco di Maranello, in provincia di Modena. I due si sono dati alla fuga e, una volta raggiunti, lei si è tolta la mascherina sputando verso gli agenti. Fortunatamente, i due non risultano positivi

Momenti di ordinaria follia. "Ho il Coronavirus", urla ai carabinieri che l'avevano fermata, insieme al fidanzato, perchè trovati a passeggiare nel parco senza giustificato motivo. Ma il peggio deve ancora arrivare: in preda ad un insensato raptus, la ragazza si è tolta la mascherina cominciando a sputare in direzione degli agenti.

Come riporta Leggo, la surreale vicenda è accaduta ieri mattina a Maranello, in provincia di Modena. I carabinieri hanno denunciato la coppia alla Procura della Repubblica per il reato di resistenza a pubblico ufficiale ed inosservanza dei provvedimenti dell’autorità.

La fuga

La coppia, lui un 27enne originario della Bulgaria e lei una 24enne campana, è stata sorpresa intorno alle ore 11 del mattino nel parco pubblico di via Mediterraneo, a Maranello, senza giustificato motivo. All'arrivo dei militari, immaginando di dover dare spiegazioni alle forze dell'ordine circa il loro stare a "spasso", i due hanno tentato la fuga a piedi per diversi minuti, ma sono stati inseguiti e bloccati dai carabinieri.

Lo sputo

Raggiunti dagli agenti, alla richiesta di fornire una valida motivazione circa la loro presenza in giro, la ragazza, già nota alle forze di polizia, si è rivoltata contro di loro e, togliendosi la mascherina protettiva, ha urlato di essere positiva al Coronavirus, tossendo e sputando in direzione dei carabinieri. Fortunatamente, i due non sono risultati nelle liste delle persone positive.

Oltre 200 denunce

Sempre nella giornata di ieri, come viene riportato da ModenaToday, nell’ambito dei controlli dell'Arma dei Carabinieri in tutta la provincia modenese, sono state oltre 200 le persone fermate e controllate. Nel corso di tali controlli, i carabinieri di Sassuolo, Vignola e Castelnuovo Rangone hanno accertato alcune violazioni alle norme in vigore di contenimento del virus. Anche i carabinieri di Concordia Sulla Secchia, altro comune del modenese, hanno proceduto alla denuncia di una persona in giro nel centro abitato senza alcuna necessità.

Gli sputi sulla frutta

L'episodio di Maranello ricorda da vicino quanto accaduto qualche giorno fa nella provincia di Caserta, dove un giovane di 25 anni è stato denunciato dalle forze dell'ordine. Il ragazzo in questione aveva postato un video su Instagram nel quale, trovandosi al supermercato, aveva filmato mentre sputava sulla frutta esposta ai banconi. Ad accompagnare il video, la didascalia "Infettiamo", come fosse un gioco, una bravata, e non un gesto irresponsabile, sconsiderato e pericoloso.

Identificato e intercettato dalla polizia, dovrà rispondere per il reato di procurato allarme ed inosservanza ai provvedimenti dell'autorità.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 21/03/2020 - 17:23

Riassumiamo:lui bulgaro,lei campana,teatro della scena,Modena,città ROSSA fino al midollo. Quadro più che completo. Il virus e il komunismo ci stanno uccidendo tutti.

venco

Sab, 21/03/2020 - 17:27

Bella gente arrivata al nord.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Sab, 21/03/2020 - 17:51

arriva dall bulgaria...ah ecco..spiegato tutto.ecco l'europa senz a frontiera!! quella dei vari personaggi sinistri....

Ritratto di Gius1

Gius1

Dom, 22/03/2020 - 10:31

lui rispeditelo a casa sua , lei in carcere a marcire ( e senza condoni)