I cibi in scatola da evitare

Dal tonno ai fagioli passando per i piselli e non solo

 

Occhio ai cibi in scatola. È vero, sono comodi e saporiti, ci fanno risparmiare tempo e fatica. Ma non tutti fanno bene alla salute. Anzi, alcuni sono pericolosi. Secondo il Breast Cancer Fund, il processo di realizzazione degli alimenti in scatola riduce il valore nutrizionale degli stessi e aumenta i rischi. Qualche esempio? 

I fagioli conservati in scatola contengono un livello molto alto di sodio. Se proprio volete mangiarli, è bene sciacquarli prima di riscaldarli. I contenitori dei piselli sono rivestiti di Bisfenolo A, un composto organico che potrebbe causare calo del desiderio sessuale e della fertilità maschile. Per quanto riguarda gli spinaci, quando questi sono in scatola il contenuto di vitamina C cala in modo drastico, così come tutte le altre verdure e frutti. 

I livelli di mercurio del tonno in scatola sarebbero dannosi nel periodo della gravidanza. Mentre i rivestimenti in resina delle lattine di pomodoro contengono bisfenolo-A (BPA), un estrogeno sintetico collegato a disturbi che vanno da difficoltà nella riproduzione a malattie cardiache, diabete e obesità. Attenzione anche ai pop corn: infatti nella plastica della confezione da cuocere nel microonde ci sono sostanze chimiche collegate alla sterilità negli esseri umanii.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.