Ecco l'invasione dei migranti: "Trieste peggio di Lampedusa"

Altri 160 migranti provenienti dalla rotta balcanica fermati al confine italo-sloveno. Il vice-sindaco di Trieste, Paolo Polidori, lancia l'allarme: "Gli arrivi non si fermano e i centri sono al collasso, qui è peggio che a Lampedusa"

"Qui è peggio che a Lampedusa, siamo al collasso". Il vice sindaco di Trieste, Paolo Polidori, non usa mezzi termini per descrivere la situazione che sta vivendo il capoluogo del Friuli-Venezia Giulia nelle ultime ore. Gli ingressi dei migranti dalla rotta balcanica, qui, non si sono mai fermati. Anzi, con l’arrivo della primavera sempre più richiedenti asilo hanno scelto di attraversare la frontiera con la Slovenia per rifugiarsi in Italia. Non li spaventa l’emergenza sanitaria e neppure i militari dell’esercito schierati a guardia dei valichi.

In 160 oggi sono stati intercettati sul Carso triestino. Quasi tutti afghani e pakistani individuati alla periferia della città e nei pressi di Basovizza mentre camminavano in gruppo in direzione del centro. Si aggiungono ai 250 arrivati la scorsa settimana. Si parla di almeno mille persone giunte qui dall’inizio dell’anno. Numeri che hanno spinto il presidente della Regione, Massimiliano Fedriga, a chiedere aiuto a Roma. "Qui lo Stato però non si è visto, questo governo è inesistente", denuncia Polidori, che è anche assessore alla Polizia Locale, Sicurezza e Protezione civile nel capoluogo del Friuli-Venezia Giulia. "Il comune di Trieste – ci dice al telefono - non ha più la possibilità di accogliere nessuno". Il punto, sottolinea il numero due di Roberto Dipiazza, è che "gli arrivi continueranno mentre qui non ci sono più posti disponibili nei centri di accoglienza".

"So per certo che in Bosnia si stanno muovendo molte persone, la rotta balcanica ormai viene privilegiata anche rispetto a quella del Mediterraneo centrale, perché è più sicura", continua Polidori. La prova, secondo l’assessore, è che tra i migranti "molti sono di nazionalità tunisina e algerina". "I minori non accompagnati, prevalentemente kosovari o albanesi, dobbiamo tenerli qui per legge, ma non abbiamo più posti dove sistemarli per fare osservare loro il periodo di quarantena obbligatorio", ci spiega. Tra le soluzioni al vaglio della giunta c’è quello di sistemare delle tende per ospitarli. Ma il costo di un’operazione del genere, denuncia Polidori, sarebbe insostenibile in questo momento per le casse del Comune.

"I militari inviati da Roma si limitano ad intercettare i migranti, ma non possono respingerli alle frontiere – incalza – il governo dovrebbe almeno farsi carico di chi arriva nel nostro Paese e non lasciare tutto sulle spalle dei sindaci". "Se gli ingressi continuano a questo ritmo potremmo non essere più in grado di gestire la situazione con le nostre risorse", avverte Polidori. Il rischio, secondo l’assessore, è che tra qualche settimana decine di profughi possano trovarsi a "girare per la città senza nessun controllo, mettendo a repentaglio gli sforzi fatti nei mesi scorsi per contenere il virus, visto che transitano da Paesi in cui si sta diffondendo l’epidemia".

L’allarme arriva anche dai principali sindacati di polizia. Ieri il Sap denunciava un organico "fortemente inadeguato alla situazione attuale". "Così non si può reggere a lungo", mette in guardia Domenico Pianese, segretario del Coisp, che denuncia la mancanza di "veicoli dedicati al trasporto dei migranti" e di "strutture idonee in cui collocarli". Da settimane gli agenti sono chiamati ad "un continuo contatto con persone provenienti da altre nazioni, per le quali sarebbero previste due settimane di quarantena". Senza contare la "difficoltà di reperimento di mascherine FFP2/FFP3 e di occhiali protettivi" per i poliziotti impegnati nel contrasto all'immigrazione illegale.

"Se non verranno adottate delle misure di contrasto urgenti ed efficaci, in termini di uomini e mezzi, a Triste la stagione migratoria sarà lunga, faticosa e non priva di rischi", prevede il segretario dell’organizzazione.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 13/05/2020 - 18:31

e il governo fa finta di niente, si gira dall'altra parte. poi, se scappa il morto (di solito un italiano) il governo se la prende con gli italiani, non con i clandestini.... questa è la verità! se ai babbei comunisti grulli sta bene cosi.... ce lo dicano qui!!

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mer, 13/05/2020 - 18:37

Siamo invasi da nord a sud...quello che vuole questo governo!

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Mer, 13/05/2020 - 18:39

Tranquilli: madame bontà dal Viminale ci penserà lei a smistarli nelle regioni "azzurre", eccezion fatta per la Lombardia dove rischi di contagi ancora sussistono più che non altrove.

zen39

Mer, 13/05/2020 - 18:41

Non li spaventa il contagio ? Allora vuol dire che là dove si trovavano rischiavano di morire non per fame ma per qualcos'altro di peggio, non so diciamo forse per qualche punizione che da noi non c'è, impiccagione forse ? Non sarebbe la prima volta e noi li accogliamo a braccia aperte visto che i delinquenti li scarceriamo.

Ilsabbatico

Mer, 13/05/2020 - 18:50

Risorse...

necken

Mer, 13/05/2020 - 18:57

A Trieste si può adottare la stessa strategia che Macron usa con l'Italia

fenix1655

Mer, 13/05/2020 - 18:58

Adesso che sanno che ci sarà la regolarizzazione ci sarà l'invasione. Vedrete come Slovenia, Croazia e tutti i paesi della rotta balcanica li spingeranno da noi!!! Anche perchè adesso è tempo di ferie e questa gente non la vogliono tra i piedi. Provate a passare il confine e fate il confronto della loro presenza con l'Italia!!!!

Ritratto di risorgimento2015

risorgimento2015

Mer, 13/05/2020 - 19:04

I militari possono intercettare e` non rispingere !? Allora a che servono alla frontiera ? Tanto vale metterci di guardia Frati e`Monache !

fenix1655

Mer, 13/05/2020 - 19:07

Arriveranno prima le domande di regolarizzazione sui tavoli degli uffici che le persone materialmente. Il Tam Tam della regolarizzazione si sarà già sparso per tutti gli angoli del pianeta!!!!

fenix1655

Mer, 13/05/2020 - 19:13

Grazie a questa regolarizzazione il mercato del lavoro nelle fasce più basse vedrà aumentata la concorrenza al ribasso. Migliaia di italiani saranno espulsi dal lavoro perchè, come in agricoltura, i "regolarizzati" fanno più facilmente squadra e con il caporalato riescono a controllare il mercato del lavoro. Aumenteranno le fasce povere degli italiani che non riusciranno più a rientrare nel mercato del lavoro. Complimenti.

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Mer, 13/05/2020 - 19:14

necken - 18:57 Sono friulano e le dico che sono 262 i km di confine non adeguatamente sorvegliato (l'ho fatto io al tempo della ferma obbligatoria e oggi i controlli sono insufficienti). La polizia slovena non collabora come dovrebbe, ergo ci vorrebbe uno schieramento delle FF.AA. (molti reparti accasermati sono a far poco e niente) lungo tutto il confine, con ausilio di droni con visori notturni e tutte le attrezzature disponibili per fermare questo traffico di carne umana al massimo in 10 km dentro il territorio italiano e poi riportarli poi in Slovenia (questa è la convenzione). Sperare che questo governo si impegni a farlo è pura ingenuità.

Ritratto di Gius1

Gius1

Mer, 13/05/2020 - 19:20

Abbiamo bisogno di mano d´opera. Dobbiamo raccogliere le farfalle.

Mefisto

Mer, 13/05/2020 - 19:26

Noi non possiamo spostarci da un a regione all'altra, nonostante guanti e mascherine. I CLANDESTINI scorrazzano da una nazione all'altra, se non da un continente all'altro, senza NESSUN controllo.

Giorgio Rubiu

Mer, 13/05/2020 - 19:27

Il primo errore è l'istituzione dei centri di accoglienza! Se gli aspiranti migrante arrivano al confine senza averne diritto,fuori dal Paese sono e fuori dal Paese restano.Quella di tentare di entrare è stata una loro scelta;quella di non lasciarli entrare è un Diritto della nazione ed è un Dovere che chi è a guardia dei confini deve esercitare per proteggere la Nazione ed i suoi cittadini. I Centri di Accoglienza si riempiono di clandestini che non si riesce più a mandare via e noi, che giochiamo a fare gli "umanitari compassionevoli",lo abbiamo lasciato accadere! Si può ancora impedire ad altri di arrivare e limitando il danno a ciò che di sbagliato è già stato fatto, ma non lo facciamo e loro continuano ad venire!

Ritratto di Galahad12

Galahad12

Mer, 13/05/2020 - 19:28

Ma il Pensiero Unico dei sinistri ordina di non parlare della cosa...

moichiodi

Mer, 13/05/2020 - 19:28

Tranquilli! Ci pensa Fedriga. Almeno così ci faceva sapere un anno fa il giornale.

cgf

Mer, 13/05/2020 - 19:40

Senza autocertificazione DEBBONO ESSERE MULTATI SUBITO!!!

cgf

Mer, 13/05/2020 - 19:41

Sono entrati dalla Slovenia, facciamo come i francesi, riportiamoli indietro

Franco40

Mer, 13/05/2020 - 19:42

Dovrà intervenire il PdR che parli in primis col SS Padre Francesco poi, come in guerra, poiché siamo a questo punto con l'immigrazione clandestina, prenda il comando delle FFAA per RESPINGERE in Slovenia TUTTI gli arrivi. Vedo una nuova Caporetto in quell'area, solo che all'epoca almeno ci siamo difesi al Piave. Checché ne dicano l'ONU, la UE, la Santa chiesa, l'Italia NON PUO' accettare questo stato di cose.

giosafat

Mer, 13/05/2020 - 19:42

Tutti parlano di supporto ai migranti, nessuno tira fuori la parola respingimenti. Impiegare altrove le forze dell'ordine chè lì non servono a niente, fanno solo dannni.

fenix1655

Mer, 13/05/2020 - 19:46

vince50_19, quella dei reparti accasermati a far poco o niente l'hai sparata e la devi dimostrare. Forse sei rimasto ai tempi della leva. Ti devi vergognare a buttarla là. Non hai la minima idea di come sono impiegati i militari oggi e soprattutto quanti sono. Ti ricordo che sono tutti professionisti che oltre che ad addestrarsi al loro mestiere principale devono anche andare a fare quello che il sistema civile, compreso quello della protezione civile, non è in grado di svolgere. Anche nei lavori più semplici. Prova a rivederti il film di questi ultimi giorni!!!!!

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Mer, 13/05/2020 - 19:49

moichiodi - La competenza afferente la sorveglianza dei confini è affidata al ministero dell'Interno. La regione al massimo si può affidare a quel poco che può fare la polizia locale quando sta gente è oramai entrata. L'abuso dei soliti schemi secondari, quelle che il filosofo di sx Popper chiamò ipotesi ad hoc, alias le scappatoie contro l'evidenza empirica, le "scuse" con cui giustificare i fallimenti delle proprie ideologie dinanzi agli altri e - soprattutto - a se stessi, sono suo appannaggio. Consulti madame bontà al mininterno e vede cosa mai le dirà.

Garganella

Mer, 13/05/2020 - 19:57

Cara la mia Trieste che ho sempre frequentato negli anni 60; come sei conciata!

Manlio

Mer, 13/05/2020 - 20:02

spero solo che coloro che hanno votato per questo governo se ne ricordino al momento del prossimo voto

Ritratto di Fabious76

Fabious76

Mer, 13/05/2020 - 20:03

Per arrivare in Italia da Trieste devono passare per la Slovenia e ancor prima o dalla Croazia o dall'Ungheria (paesi UE)! Come mai nessuno di questi 3 paesi non li ha bloccati ai loro confini di entrata?

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Mer, 13/05/2020 - 20:04

fenix1655 - Per la cronaca ci sono oltre 150 mila militari: quanti ne sono impegnanti in interventi extra moenia? Non più di 18mila.. Si dia una regolata.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 13/05/2020 - 20:08

Subito regolarizzati, parola del PD.

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Mer, 13/05/2020 - 20:12

fenix1655 - 19:46 Ma mi faccia il piacere: qui in Fvg ci sono reparti accasermati a far poco e niente anche se sono volontari. Si vergogni lei piuttosto, le caserme friulane le conosco come le mie tasche e molti amici miei li dentro confermano che ci sono reparti sottoutilizzati. Un’organizzazione come quella delle FF.AA. che conta oltre 165mila militari (esclusi Carabinieri), di cui circa 14mila impegnati in operazioni sul territorio nazionale e oltre i confini, ne ha tantissimi altri disponibili per altre operazioni, comprese quelle che riguardano i confini anche con la Slovenia.

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Gio, 14/05/2020 - 10:16

fenix1655 - 19:46 Aggiungo: un’organizzazione come quella delle FF.AA. che conta oltre 165mila militari (esclusi CC), di cui circa 16mila impegnati in operazioni sul territorio nazionale e oltre i confini (circa 7.500 in quest’ultimo caso), ne ha tantissimi altri disponibili per altre operazioni, comprese quelle che riguardano i confini con la Slovenia e che possono tornare utili in quel compito importante. Ho partecipato alla dolorosa vicenda del terremoto in Fvg nel '76 e so quanto è stato vitale l'apporto iniziale delle FF.AA. ed ho partecipato anche io quella volta. Sono iscritto all’Unuci da tanti anni: è così che mi tengo al corrente di tutte le novità afferenti le FF.AA. Riordini le sue idee bislacche al limite dell’offensivo e vada a fare la morale a qualcun altro, piuttosto.