I migranti partono dalla Libia con in tasca il numero degli avvocati italiani da contattare

Emblematico un episodio venuto a galla a cavallo del giorno di Pasqua: un avvocato ha depositato un ricorso alla Corte europea dei diritti dell'uomo mentre i richiedenti erano ancora a bordo di un gommone in avaria

Già prima di toccare terra e quando il loro barcone ancora era in balia del Mediterraneo, due migranti sono riusciti a contattare un legale per far partire un ricorso presso la Corte europea dei diritti umani. E quando ancora la loro situazione legata al salvataggio non era risolta, negli uffici della Corte i fascicoli riguardanti il caso erano già stati depositati.

Un episodio che ha dimostrato come, già prima della partenza dei barconi dalla Libia, alcuni migranti abbiano in tasca i numeri dei legati di riferimento. A rendere nota questa situazione è stato un articolo su LaVerità, in cui è stato citato il caso di due giovani a bordo di una piccola imbarcazione rimasta, nei giorni a cavallo della Pasqua, in avaria nel Mediterraneo centrale.

In particolare, i documenti depositati a Strasburgo contengono i nomi di coloro che hanno effettuato il ricorso: si tratta di A. W. M., 28 anni di nazionalità sudanese, e N. D., 21 anni di nazionalità ivoriana. Sono stati loro due a chiamare il proprio avvocato poco dopo la loro partenza dal porto di Al Khoms, cittadina ad est di Tripoli.

Telefonate registrate e, ha fatto sapere il loro legale, già depositate al vaglio dei giudici di Strasburgo. L’avvocato in questione si chiama, come rivelato ancora su LaVerità, Lucia Gennari. Quest’ultima fa parte dello studio legale Antartide ed è la referente per il Lazio dell'Asgi, Associazione per gli studi giuridici sull'immigrazione.

È a lei dunque che i due migranti si sono rivolti, spiegando la loro situazione e quella del barcone in cui erano a bordo: “I richiedenti – si legge nel documento depositato a Strasburgo – sono al momento a bordo di un gommone bianco e grigio che ha lasciato la Libia da Al Khoms durante la notte tra l'8 ed il 9 aprile 2020”.

Secondo le testimonianze dei due migranti, a bordo vi erano almeno 47 passeggeri. Il 10 aprile è stato lanciato il primo Sos raccolto dal network Alarm Phone, che su Twitter ha allertato le autorità maltesi ed italiane circa la posizione dell’unità navale. Il giorno successivo, sono state diramate altre informazioni, tra cui quelle più allarmanti riguardanti il malore di alcuni migranti a bordo e l’avaria che ha costretto il gommone a rimanere in balia delle onde.

Tutti i vari passaggi sono stati descritti dai migranti che hanno contattato l’avvocato Gennari e le loro testimonianze sono quindi state inglobate nei documenti depositati assieme al ricorso. Si è fatto riferimento, tra le altre cose, al messaggio delle autorità maltesi delle 22:24 del sabato di Pasqua: “Tutte le navi devono controllare e assistere, se necessario – si legge – Malta non è nella posizione di procurare un porto sicuro”.

Secondo chi ha promosso il ricorso, questa risposta da parte di La Valletta avrebbe potenzialmente scoraggiato azioni di salvataggio. Da qui, in considerazione anche del fatto che in quel momento il gommone era in acque Sar maltesi, la richiesta di un procedimento contro Malta. Un primo documento a Strasburgo è stato inviato proprio in quel frangente, in cui viene richiesto l’arrivo in zona di un vascello che offra “immediatamente un porto sicuro” ai migranti.

Un secondo documento è stato invece inviato nel giorno di Pasquetta: in esso, oltre che l’aggiornamento della situazione, è contenuto anche l’elenco delle presunte violazioni dei diritti umani da parte delle autorità maltesi, ma anche di quelle italiane.

I migranti in questione verranno poi salvati da un peschereccio che passava in quella parte del Mediterraneo, riportando tutti gli occupanti del gommone in Libia. Compresi dunque anche i due che hanno contattato il legale direttamente dall’imbarcazione. Adesso in pendenza c’è il ricorso per i mancati soccorsi e per altre presunte violazioni.

Il dito è puntato contro le autorità maltesi, per via della presenza del gommone all’interno delle acque di proprie competenza e, proprio per questo motivo, il ricorso non è stato presentato anche nei confronti dell’Italia. L’episodio ha quindi dimostrato come, già prima della partenza dalle coste libiche, i migranti sono nelle condizioni di conoscere propri professionisti e legali di riferimento. Una circostanza spesso sospettata in passato, ma mai ufficialmente venuta a galla.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

leopard73

Mar, 21/04/2020 - 14:02

Ancora peggio DELLA MAFIA!!!

paco51

Mar, 21/04/2020 - 14:10

Cote europea? Diritti dell'uomo? una follia! da un estremo ad un altro"! così facendo è certo che ci ritroviamo uno con i baffetti a comandare! non sarà peggio di oggi!

roberto67

Mar, 21/04/2020 - 14:14

L'organizzazione che gestisce i viaggi dei disperati e di altra gente di vario tipo (disertori, criminali, nullafacenti ecc.) dall'Africa ha base in Italia. Esisteva già prima della caduta di Gheddafi, quando i barconi partivano dall'Egitto, e da allora non è cambiata. I migranti l'hanno sempre detto, in particolare i minorenni: questi arrivavano con l'indirizzo del centro d'accoglienza da raggiungere in tasca.

Ritratto di frank60

frank60

Mar, 21/04/2020 - 14:24

Bravi!

Ritratto di asso_idefix

asso_idefix

Mar, 21/04/2020 - 14:25

Mi auguro che tra gli Avvocati ci sia anche Giuseppi, la sua incapacità potrebbe far comodo all'Italia e agli Italiani

aldoroma

Mar, 21/04/2020 - 14:26

Tutto a GRATIS PAGHIAMO NOI CARI ITALIANI.... GRATUITO PATROCINIO. E NOI PAGHIAMO

killkoms

Mar, 21/04/2020 - 14:27

e poi parlano di gente in fuga con la sola roba che avrebbe addosso!

mimmo1960

Mar, 21/04/2020 - 14:28

Da quando hanno scoperto che l'Italia è il paese di bengodi fanno di tutto per evaderlo e per farsi mantenere, tutto senza complicazione. Questa non è migrazione ma è arroganza rivolta non a noi italiani ma al governo che continuano a far finta che non c'è nessun problema.

Unoamareggiato

Mar, 21/04/2020 - 14:30

Perché ci si meraviglia di tutto questo? Dove sta Patronaggio? Ah già sono risorse che vanno tutelate. Invece gli Italiani sono gli illegali che non hanno diritti ma solo doveri. Possibile che i buonisti non riescano a vedere tutto questo?

Walter72

Mar, 21/04/2020 - 14:39

Dai mandateli dalla Boldrini, su, Lei è l'accoglienza in persona! suvvia..cosa vi scaldate tanto per queste cose ridicole :)

Calmapiatta

Mar, 21/04/2020 - 14:39

Allora non è chiaro come funziona il mercato. Credete realmente che tutti i "migranti" abbiano in tasca i soldi per pagarsi il passaggio in europa (Italia)? No, non funziona così. C'è chi paga per loro. C'è chi anticipa i soldi che poi si farà restituire, con comodi interessi. Molte donne finiscono in "affari", comprate nei propri villaggi. Un sistema ben oliato, un mercato in espansione, alla faccia dell'accoglienza.

MOSTARDELLIS

Mar, 21/04/2020 - 14:42

E' uno schifo tutto italiano. Come si fa a non bloccare questo mercimonio fatto di negrieri, ONG, avvocati e Coop?

Una-mattina-mi-...

Mar, 21/04/2020 - 14:52

QUALCUNO SA SE ESISTA PER CASO UN "PIANO SEGRETO PER NON SPAVENTARE GLI ITALIANI" DEL VIGENTE GOVERNO, CARATTERIZZATO DALLA SOSPENSIONE DELLA COSTITUZIONE E DELLA DEMOCRAZIA?

Ritratto di illuso

illuso

Mar, 21/04/2020 - 14:55

Business... una grande percentuale di coloro che sono favorevoli all'invasione ci guadagnano alla grande. Pecunia non olet

Ritratto di sbuciafratte

sbuciafratte

Mar, 21/04/2020 - 15:09

Il sudanese e la livoriana con regolare passaporto potevano richiedere il visto a qualche paese di loro gradimento. Ma perché non lo fanno? Sarebbe la via legale alla emigrazione, con numeri contingentati, mafie a bocca asciutta. Non capisco perché, un po alla volta e tutto filerebbe liscio.

Ritratto di giangol

giangol

Mar, 21/04/2020 - 15:15

sono cose che ci si sanno. gli italiani veri lo hanno capito fin da subito!

SPADINO

Mar, 21/04/2020 - 15:20

PUTROPPO LO STATO ITALIANO (NON GLI ITALIANI CHE PERO' SUBISCONO SEMPRE SENZA REAGIRE ) E' COSI MARCIO CHE NON E' PIU' POSSIBILE RISOLVERE LE COSE IN MODO DEMOCRATICO......IN TUTTI I SETTORI.

ITA_Chris

Mar, 21/04/2020 - 15:31

Finché i diritti umani sono quelli di essere soccorsi ma non di valutare che sono andati in Libia di loro spontanea volontà, che l avaria è finta, che se una madre mette il figlio su un gommone sovraffollato è da denunciare, non ce la caviamo piu

timoty martin

Mar, 21/04/2020 - 15:45

Purtroppo abbiamo anche avvocati traditori in famiglia!! Che vergogna, una indecenza senza fine.

Giorgio5819

Mar, 21/04/2020 - 15:56

Chi difende l'illegalità é illegale 2 volte. Gli ITALIANI se ne ricorderanno. PARASSITI SOCIALI.

gedeone@libero.it

Mar, 21/04/2020 - 16:32

... Questi rendono più della droga...(Buzzi docet).

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 21/04/2020 - 16:42

Avvocati del 6 politico. Chissà se provengono dalla stessa città od ognuno fa per se? Per i soldi vendono la nostra Patria.

roxi2

Mar, 21/04/2020 - 16:46

Stroncare questo traffico indegno , è un dovere al quale la magistratura di uno stato di diritto , non dovrebbe o potrebbe sottrarsi .

Ritratto di lurabo

lurabo

Mar, 21/04/2020 - 16:57

la mafia in confronto è un giochetto per ragazzi!!!!!

OttavioM.

Mar, 21/04/2020 - 17:23

Mai creduto che questo è un fenomeno spontaneo di profughi (quasi tutti uomini giovani?) fuggiti dalle guerre (Bangladesh, Marocco, Ghana, Senegal che guerre ci sono?) o dalla povertà (con migliaia di dollari da dare ai trafficanti?) e neppure di naufraghi soccorsi in mare (mai sentito nessuno che paga per naufragare,e prima di partire sa già che naufragherà e dovrà chiamare i soccorsi,addirittura l'avvocato poi?). Ma penso di essere in buona compagnia, ormai a ste storie non ci crede quasi più nessuno.

g.barnes

Mar, 21/04/2020 - 17:47

Che paese allo sbando, irrecuperabile, finito e degradato. Ministri incompetenti inadatti a governare una nazione.

Ritratto di ichhatteinenKam.

ichhatteinenKam.

Mar, 21/04/2020 - 17:57

IN ITAGLIA CI SI VENDE X MENO DI TRENTA DENARI D' ARGENTO

Giorgio Mandozzi

Mar, 21/04/2020 - 18:00

E continuiamo a parlare di "naufraghi". Questi clandestini sono "naufraghi" prima ancora di partire grazie alla condiscendenza della sinistra italiana, dall'inutilità dell'ONU, delle varie associazioni che vivono di assistenza e della chiesa che vive di provvidenza. Ma i comuni mortali che vivono o, meglio, vivevano del proprio lavoro a chi dovrebbero raccomandarsi? Il reddito universale proposto da Bergoglio, immediatamente raccolto da sinistra e M5s, é un'interessantissima proposta. MA CHI E' CHE PAGA? Bergoglio non l'ha detto!

Tizzy

Mar, 21/04/2020 - 18:04

Alla disfatta degli italiani non c'è fine..... Questo non è un governo Italiano, normalmente certi avvocati dovrebbero essere messi in grado di non agire contro il bene dei propri cittadini....Ma dove sta la corte dei diritti umani degli italiani!!!!!!

autorotisserie@...

Mar, 21/04/2020 - 18:09

PAZZESCO...TRADITORI .....ANDIAMO AL VOTO...POI NE RIPARLIAMO....MISERABILI.

jaguar

Mar, 21/04/2020 - 18:10

Certo che il business dell'immigrazione ingrassa parecchi sciacalli.

Divoll

Mar, 21/04/2020 - 18:12

Un futuro governo (si spera) che ami l'Italia, dovrebbe emettere qualche provveddimento per impedire i ricorsi e le intromissioni di tutte queste organizzazioni pro-miscuita' etnica, e colpire anche gli avvocatucoli per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

Divoll

Mar, 21/04/2020 - 18:13

Rivolgiamoci alla corte di Strasburgo per reclamare i diritti degli Italiani e degli europei in generale!

Divoll

Mar, 21/04/2020 - 18:14

Abolire la pratica dei ricorsi (il primo NO dev'essere quello definitivo, seguito da espulsione forzata) e colpire certi avvocati per favoreggiamento.

machimo

Mar, 21/04/2020 - 18:20

Vergogna questi avvocati

Giorgio5819

Mar, 21/04/2020 - 18:42

Mancano all'appello i commenti dei sinistrati... nessuno che entra in questa notizia, come sempre colpire e scappare. PATETICI.

SemprePiùBasito

Mar, 21/04/2020 - 18:49

Cari Italiani fate 2 + 2 e ditemi a quale risultato siete arrivati, io ad uno ci sono arrivato ed ho capito quale sia la soluzione .... pensateci ci arriverete anche voi

d'annunzianof

Mar, 21/04/2020 - 18:53

AVVOLTOI! Fanno benissimo Tedeschi e Olandesi a non darci soldi, visto come li buttiamo!

Ritratto di Lissa

Lissa

Mar, 21/04/2020 - 18:54

C`è solo da vomitare nel constatare che abbiamo tantissimi cialtroni italioti che per un pugno di Euro svendono la propria dignità.

Ritratto di ichhatteinenKam.

ichhatteinenKam.

Mar, 21/04/2020 - 19:06

forse la stampa teutonica ha messo il dito nella piaga ci conoscono bene le guerre si vincono o si perdono non si pareggiano

Giorgio Rubiu

Mar, 21/04/2020 - 19:10

Si fanno più soldi così di quanti se ne facciano difendendo ladri di polli e di biciclette. Non date colpe agli avvocati ma a chi ha organizzato la faccenda dell'immigrazione clandestina e al governo che, invece che contrastarla, la incoraggia e la facilita. Se allo sbarco trovassero ad attenderli una folla inferocita che li ributtasse a mare, non ci sarebbe avvocato o Corte di Strasburgo che tenga, E, visto che si ricorre alla Corte di Strasburgo, perché non mandarli tutti, appunto, a Strasburgo?

paci.augusto

Mar, 21/04/2020 - 19:44

Meticolosamenteistruiti dai disonesti sinistri italiani, questi cialtroni clandestini hanno ANCHE la sfacciataggine di pretendere di portare in giudizio gli stati che non danno loro servile accoglienza!!! Ci sono delle leggi internazionali che regolanole migrazioni: gli interessati DEVONO avere precisi requisiti con documenti in regola e spesso anche permesso di lavoro!!! Se questi farabutti avessero ragione, andrebbero citati in giudizio TUTTI gli stati più civili al mondo: Svizzera, Stati Uniti, Australia, Canadà ecc. ecc.!!!E poi perchè questi cialtroni non si imbarcano su regolari piroscafi o su voli aerei???!!Pagano cifre enorni agli scafisti per rischiare la vita su improbabili natanti sovraccarichi all'eccesso!!! SBARRIAMO LORO L'INGRESSO NEL NOSTRO PAESE!!!!

Scirocco

Mar, 21/04/2020 - 19:48

Vorrei sapere chi paga gli avvocati italiani.I migranti-clandestini sicuramente non hanno soldi in quanto dicono di essere poveri in canna e fuggiti da guerre, quindi da chi sono pagati? Dalle cooperative che si accaparrano i migranti,dalle ONG,dalla chiesa? Voglio sapere da chi sono pagati.

Gianni11

Mar, 21/04/2020 - 19:48

L'invasione dell'Italia e' la missione numero uno dei sinistroidi. Naturalmente pagati da Soros e altri nemici dell'Italia e del popolo italiano. E il governo fa finta di non sapere e non capire. Quando ci sevgliamo e ci riprendiamo il Nostro Paese, in una maniera o in un'altra? La legalita' sta solo da una parte? A favore della difesa della nostra Patria non esiste?